Peeling chimico la forza esfoliante di acidi adatti per rigenerare la pelle

Autore: Dott.ssa Basile M. Gaetana (Tania)

Del: 23/04/2015

Che cosa è un peeling chimico?
Il peeling chimico si esegue grazie all’uso di una soluzione chimica, un acido organico,  per rimuovere gli strati superficiali della pelle, con un’azione rigenerante degli strati più profondi dell’epidermide.

In genere i peeling chimici si usano sul viso, ma possono essere applicati in altre zone del corpo per il trattamento delle smagliature, le cicatrici, per ringiovanire la pelle del collo e delle mani.

Il peeling chimico migliora l’aspetto della pelle senza essere troppo invasivo, ridonando luminosità e freschezza.

Quando si usa un peeling chimico?
Un peeling chimico potrebbe essere usato:

  • Acne o cicatrici da acne
  • Macchie
  • rughe sottili e superficiali
  • Pigmentazione della pelle irregolare
  • Cicatrici
  • Pelle danneggiata dal sole

Come funziona un peeling chimico
Le soluzioni chimiche sono accuratamente applicate sulla pelle  rimuovendo gli strati superficiali danneggiati.
A seconda dell’acido usato, dei tempi di applicazione, della concentrazione, si otterrà il rinnovamento epidermico desiderato

I prodotti chimici sono: 

  • fenolo
  • acido tricloroacetico
  • acidi alfaidrossiacidi
usati a diverse concentrazioni a seconda del risultato che si vuole ottenere.
La formula utilizzata dal medico verrà accuratamente dosata in modo individuale.
Esistono anche delle miscele di acidi che ne potenziano gli effetti.

Qual è il periodo migliore per sottoporsi ad un peeling chimico?
Le stagioni migliori sono l’autunno e l’inverno e quando la foto-esposizione è minore.

Ci sono 3 tipi di peeling chimici:

Leggero: con questo peeling si ottiene un miglioramento momentaneo, che però aumenterà la sua durata in base al numero di trattamenti cui ci si sottopone.
Medio: La pelle sarà visibilmente più liscia e più fresca
Profondo: I risultati sono molto evidenti, ma il recupero richiede più tempo

Peeling chimico leggero
Un peeling chimico leggero potrebbe essere la scelta giusta se si deve agire su:

  • una pigmentazione irregolare della pelle
  • Secchezza
  • Acne
  • Rughe sottili

Come agisce?
Questo tipo di peeling rimuove solo lo strato superficiale dell’epidermide con una leggera esfoliazione, i risultati saranno quelli di una maggiore luminosità. 

Quali sono le sostanze che si usano?
Il medico userà una combinazione di acidi alfaidrossiacidi  e betaidrossiacidi, quali:

  • acido glicolico
  • acido lattico
  • acido salicilico
  • acido mandelico

Tutte queste sostanze chimiche sono scelte per un’azione più delicata in modo che si possano ripetere più trattamenti fino ad ottenere i risultati desiderati.

Cosa accade durante l’applicazione?
Il viso sarà pulito.
La soluzione chimica viene applicata sulla pelle e lasciata per alcuni minuti.  Si può avvertire un lieve bruciore.
Il peeling chimico viene poi lavato via e neutralizzato

I rischi
Si potrebbero avere:

  • arrossamento
  • bruciore
  • desquamazione della pelle
  • irritazione

Dopo ripetuti trattamenti, questi effetti collaterali diminuiranno.

Altri rischi del peeling chimico leggero includono:

  • Iperpigmentazione ( macchie scure). Si può evitare questo inconveniente con l’uso di una protezione solare ad alto fattore di protezione.
  • Infezione

Peeling chimico medio
Cicatrici da acne, rughe più profonde e il colorito della pelle non uniforme potrebbero essere trattati con un peeling chimico medio.

Quali sono gli acidi che si usano?

I prodotti chimici usati per questo tipo di peeling rimuoveranno le cellule della pelle sia dello strato superficiale dell’epidermide che del derma.
Si userà acido tricloroacetico, a volte usato anche in combinazione con l'acido glicolico.

Procedura

  • Il  viso sarà pulito.
  • La soluzione chimica verrà applicata sulla pelle e lasciata agire per pochi minuti.
  • Si potrà avvertire un bruciore pungente.
  • La zona trattata potrà presentarsi con un colore grigio biancastro.
  • Le sostanze chimiche vengono neutralizzate con un impacco freddo di soluzione salina.
  • La pelle potrà apparire arrossata o marrone nei giorni subito dopo il peeling.

La guarigione
La guarigione può richiedere anche 6 settimane dopo il trattamento.
Si può ripetere un peeling chimico medio anche dopo pochi mesi dal primo per mantenere i risultati.

I rischi del peeling chimico medio
Quando l'acido tricloroacetico viene utilizzato in un peeling chimico medio, si potranno presentare rossore, bruciore e qualche crosta.
Si consiglia di evitare il sole per diversi mesi per proteggere il nuovo strato di pelle.

Altri rischi peeling chimico medio includono:

  • Iperpigmentazione anche se si utilizza la protezione solare.
  • Rossore, che può durare più di 2 mesi per alcune persone.

Peeling chimico profondo
Se si hanno rughe del viso più profonde, la pelle danneggiata dal sole, cicatrici e  macchie, il peeling chimico profondo potrebbe essere preso in considerazione.

Quali sostanze si usano?
Si userà il fenolo, una sostanza acida molto forte, che così potrà penetrare fino agli strati più profondi della pelle.  Per questo tipo di peeling, potrebbe essere necessario ricorrere all’uso di un anestetico locale e un sedativo.

Come agisce?
Un peeling chimico profondo di solito comporta una sorta di pre-trattamento per un massimo di 8 settimane. Questo pre-trattamento preparerà la pelle per il peeling e per accelerare il processo di guarigione.

Il pre-trattamento può includere l'uso di una crema o gel a base di acido retinoico, derivato dalla vitamina A. Con l’uso del pre trattamento si riduce lo strato superficiale della pelle, consentendo così alla soluzione chimica di penetrare in modo più uniforme e più in profondità.

Qual è la Procedura?
Sarà somministrato un sedativo per rilassarsi con un anestetico locale per intorpidire il volto.

Come le altre procedure si procederà con la pulizia del viso.

Il fenolo è applicato sulla zona da trattare per un tempo variabile, sarà il medico a determinarlo. 

La sostanza chimica viene successivamente neutralizzata con acqua.

Uno spesso strato di unguento viene applicato sulla pelle, per prevenire la secchezza e il dolore. L'unguento non deve essere rimosso.

A volte si potrà optare per l’applicazione di garze medicate piuttosto che l’unguento.  

I Rischi del peeling chimico profondo
La sostanza chimica utilizzata in un peeling chimico profondo, fenolo, potrebbe:

  • assottigliare la pelle
  • ridurre il pigmento naturale
  • formazione di croste
  • arrossamento della pelle
  • disagio per alcuni giorni

La guarigione
Dopo Un peeling chimico profondo è necessario disporre di un tempo sufficiente per il recupero e la guarigione.

  • Si può tornare al lavoro e ad alcune delle normali attività 2 settimane dopo il trattamento
  • Il medico prescriverà gli antidolorifici per ridurre il dolore
  • il gonfiore è destinato a scomparire in circa 2 settimane, la pelle può rimanere arrossata anche per 3 mesi
  • Sarà sempre necessario proteggere la pelle dal sole

I risultati
Un trattamento con un peeling chimico profondo è di lunga durata e i risultati  possono durare fino a 10 anni.

Il peeling chimico può essere usato da solo o combinato ad altri trattamenti di medicina estetica. 



Dott.ssa Basile M. Gaetana (Tania)

Autore

Dott.ssa Basile M. Gaetana (Tania)

Medico Chirurgo - N. Iscrizione all' ordine: 8309 - Cosenza

Articoli correlati

Micropeeling

Micropeeling o peeling chimico? Il peeling è un trattamento atto all’eliminazione permanente dello spessore della pelle, a livello della parte più...

Peeling chimici, novità ed aggiornamenti

Il peeling chimico è un trattamento usato da anni in medicina estetica. Il successo di questo trattamento è dovuto alla sua azione sia come...

Il peeling chimico viso

Che cosa è un peeling chimico per il viso? Un peeling chimico utilizza una soluzione per levigare la pelle rimuovendo gli strati esterni...

Uniforma la tua pelle: scopri il peeling a base di acido glicolico!

Gli effetti degli acidi di frutta e vegetali erano conosciuti già nell’antichità. Basti pensare che nell’antico Egitto e in alcuni paesi dell’...

Peeling acido mandelico azione esfoliante per le pelli più sensibili

Quando si usa il peeling acido mandelico? I peeling chimici che usano gli alfa idrossi acidi, come l’acido mandelico, si usano per: le macchie...

Peeling, esfoliazione che rinnova la pelle

Il peeling, l’esfoliazione cutanea, usa alcune tecniche per la consistenza e l'aspetto della pelle, perché agisce sul ricambio cellulare...

(massimo 1000 caratteri)

Commenta l'articolo