Accesso
Dottori
Corpo

Corpo


Condividi su Facebook Condividi su Twitter

La chirurgia estetica corpo è un insieme di interventi chirurgici finalizzati alla correzione, alla rimozione e al perfezionamento dei difetti estetici del corpo. Può essere definita anche chirurgia cosmetica ovvero come una disciplina che si occupa principalmente delle modificazioni estetiche del corpo in soggetti sani e dunque non con finalità funzionali e riparative. Tra gli interventi di chirurgia estetica più diffusi sono compresi l’addominoplastica, la liposcultura, il lifting di braccia e cosce, il lipofilling.

Introduzione

La chirurga estetica ha una lunga tradizione che affonda le radici, a 3 mila anni fa, nelle culture orientali indiane e nella civiltà egizia. I primi esperimenti di chirurgia estetica erano finalizzati alla ricostruzione di parti del corpo mutilati o con malformazioni congenite. Gli innesti cutanei furono già attivi in quell’epoca benché si conosca poco sulla loro reale efficacia. Anche greci e romani sperimentarono primordiali tecniche di chirurgia estetica senza particolari successi.

La rivoluzione nel campo della chirurgia estetica arrivò solo alla fine del ‘500 grazie al medico Gaspare Tagliacozzi che affrontò il problema in modo concreto producendo esperimenti e risultati tangibili. Nel corso del ‘900 la chirurgia estetica venne rivalutata e diventò sempre più importante, soprattutto nella società occidentale. Le mutilazioni della guerra richiedevano interventi ricostruttivi e rimodellanti e sia la chirurgia estetica che ricostruttiva potevano dare delle risposte concrete a questi individui.

Con l’avvento della società consumistica la richiesta di interventi di chirurgia estetica si moltiplicò in modo esponenziale; l’avanzamento della tecnologia, inoltre, permise a questa branca di progredire rapidamente affermandosi nel mondo della medicina. Oggi la chirurgia estetica è parte integrante della quotidianità e fondamentale per il benessere fisico e mentale delle persone, come puntualizzato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Cos’è la chirurgia estetica


La chirurgia estetica corpo è una disciplina che racchiude tutti gli interventi chirurgici finalizzati al rimodellamento ed al perfezionamento del corpo. Il principale obiettivo, dunque, è quello di costruire, o ricostruire, l’armonia del corpo e della mente permettendo agli individui di eliminare limiti di inestetismi sia congeniti che sopraggiunti. Le parti del corpo interessate dalla chirurgia estetica sono potenzialmente tutte sebbene generalmente i punti dove sono richiesti usualmente interventi sono braccia, addome, glutei e cosce.

Tra i difetti del corpo più comuni basti pensare alle asimmetrie dei seni o delle braccia, la presenza di cicatrici, sia chirurgiche che non, le lassità cutanee o le adiposità localizzate. Altro campo in cui la chirurgia estetica sta progressivamente crescendo è quello del rimodellamento dei genitali, soprattutto femminili.

Se i primi interventi di chirurgia estetica erano da considerarsi particolarmente invasivi, oggigiorno la tendenza è quella di ridurre questa invasività sempre più fino ad arrivare a interventi mininvasivi e senza la necessità di lungodegenza. Basti pensare alla laserlipolisi che permette di ottenere risultati paragonabili a liposcultura e liposuzione senza cicatrici, invasività e lunghi tempi di recupero.

Gli interventi di chirurgia estetica


I principali interventi di chirurgia estetica copro sono:

Addominoplastica

L’addominoplastica è un intervento indicato per il trattamento del grasso addominale in eccesso, lassità cutanea addominale nonché per i muscoli della parete addominale. È un intervento invasivo che può essere effettuato mediante diverse tecniche a seconda del disturbo da trattare e dall’entità del disturbo stesso. L’intervento consente anche di migliorare la postura e riequilibrare il carico lombare. L’addominoplastica lascia cicatrici evidenti sebbene le incisioni siano, generalmente, effettuate in punti che vengono nascosti dalle pieghe cutanee o dall’abbigliamento.

Lifting braccia e cosce

Il lifting di braccia e cosce è indicato per trattare le lassità cutanee di queste zone e per il ringiovanimento dei tessuti. In entrambi gli interventi si esegue un’incisione in punti particolari per poi rimuovere la pelle in eccesso riposizionando la cute sui muscoli e tonificando le aree trattate. Sono interventi invasivi e possono lasciare cicatrici che di norma vengono nascoste tra le pieghe naturali della cute. Nel caso delle cosce, ad esempio, l’incisione è effettuata nelle pieghe dell’inguine.

Liposuzione, liposcultura e laserlipolisi

Questi tre interventi hanno la finalità di rimuovere il grasso in eccesso soprattutto su glutei, cosce e fianchi. Se la liposuzione è un intervento impegnativo e invasivo le altre due tecniche sono un’evoluzione decisamente meno invasiva per i pazienti. Nella liposuzione sono adoperate delle cannule per aspirare letteralmente il grasso in eccesso.

La stessa tecnica è utilizzata nella liposcultura sebbene con cannule di minore grandezza e zone d’azione ridotte. Inoltre, mentre la liposuzione non si occupa del rimodellamento delle zone trattate, la liposcultura cerca di ripristinare l’armonia delle forme rimuovendo solo il grasso non necessario. La laserlipolisi è l’ultimo ritrovato della chirurgia estetica dove il grasso viene letteralmente sciolto con un laser sottocutaneo e drenato meccanicamente o attraverso il sistema linfatico.

Gluteoplastica e lipofilling

La gluteoplastica è un intervento per il rimodellamento dei glutei mediante l’inserimento di protesi deputate a conferire al fondoschiena la forma desiderata e in armonia con il resto del corpo. L’intervento è mediamente invasivo ma garantisce risultati positivi e duraturi nel tempo. Sullo stesso piano può essere considerato il lipofilling sebbene quest’ultimo si occupi principalmente di traferire grasso autologo, utilizzato come filler, nei glutei per dare la forma desiderate. Le due tecniche spesso sono utilizzate nel corso del medesimo intervento per aumentare il risultato estetico finale.

Mastoplastica

La mastoplastica additiva, riduttiva e la mastopessi sono interventi rivolti al rimodellamento del seno. Questi interventi possono essere particolarmente invasivi o mininvasivi a seconda dei risultati che si vogliono ottenere e degli inestetismi da trattare. Questi interventi sono utilizzati anche per correggere la ginecomastia che colpisce gli uomini.

Vulvoplastica

La vulvoplastica è un intervento di chirurgia estetica che ha lo scopo di correggere anomalie, difetti ed asimmetrie dei genitali esterni femminili. È un intervento delicato mediamente invasivo con tempi di recupero compresi tra 2 e 4 settimane. L’intervento offre risultati permanenti e assolutamente positivi.

 

Fonti:

  • Carlo D’Aniello, Manuale di Medicina Estetica, Masterbooks, 2019.

  • Alberto Massirone, Trattato di Medicina Estetica, Piccin Nuova-Libraria, 2010.

  • Davide D’amico, Manuale di Chirurgia Generale. Piccin 2018.

  • Nicolò Scuderi, Manuale di chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica, Piccin, 2014.

Di Mattei Di Matteo Oreste

Autore

Farmacia

12345678910111213141516

Accesso contenuti completi

x