La blefaroplastica per riparare l’indebolimento della pelle degli occhi

La blefaroplastica per riparare l’indebolimento della pelle degli occhi


Sab 05/07/2014 | Dott. Tania Basile

Condividi su Facebook Condividi su Twitter

Per blefaroplastica intendiamo un intervento chirurgico che include la riparazione di palpebre cadenti, eliminando l'eccesso di pelle, muscolo e grasso.


Con l'età, le palpebre si allungano, e i muscoli di sostegno s’indeboliscono. Come risultato, il grasso in eccesso si raccoglie sopra e sotto le palpebre (blefaroplastica superiore, blefaroplastica inferiore) causando sopracciglia cadenti, palpebre cadenti e borse superiori e inferiori nell’area degli occhi. Inoltre la pelle gravemente cascante intorno agli occhi può compromettere la visione periferica o laterale. La blefaroplastica può ridurre o eliminare tale visione alterata.


La blefaroplastica di solito è fatta su una base ambulatoriale dopo la somministrazione di anestesia locale. Il chirurgo inietta il farmaco paralizzante nelle vostre palpebre e amministra per via endovenosa farmaci mio-rilassanti. L’importante è essere certi di sapere cosa si vuole, quindi vediamo i casi in cui essa è veramente necessaria:



  • Quando le palpebre superiori sono eccessivamente gonfie;

  • Quando le palpebre inferiori sono cadenti tanto da mostrare il bianco sotto l'iride;

  • Quando si vuole solo fare lifting o skin resurfacing;


Come qualsiasi intervento chirurgico, la blefaroplastica comporta alcuni rischi, come infezioni o reazioni all'anestesia. 
Rischi blefaroplastica:



  • Temporanea sensazione di torpore della pelle delle palpebre;

  • Secchezza e occhi irritati;

  • Disturbi visivi temporanei, come visione doppia;

  • Funzione della palpebra compromessa;

  • Cicatrici;

  • Lesioni ai muscoli oculari;

  • Un esiguo rischio di cecità causato da lieve emorragia dietro.


Parlate con il vostro medico su quali rischi possono presentarsi nel vostro caso. Capire che cosa è coinvolto nella blefaroplastica e la pesatura dei benefici e dei rischi può aiutare a decidere se questa procedura è una buona opzione.


Prima di pianificare una blefaroplastica, è necessario discutere con un chirurgo plastico, durante questo incontro generalmente c’è bisogno di sapere:



  • La vostra storia medica;

  • Domande dettagliate riguardo occhi asciutti, glaucoma, allergie oculari correlate e altre problematiche agli occhi;

  • Se si hanno problemi circolatori, alla tiroide, diabete o altre condizioni mediche gravi.


Il chirurgo esegue, poi, un esame fisico, che può includere una sperimentazione sulla produzione lacrimale. Strumenti speciali saranno usati per misurare le parti di palpebre in eccesso.


Gli occhi saranno fotografati da diverse prospettive. Queste foto aiutano a programmare l'intervento e la valutazione dei suoi effetti immediati ea lungo termine.


Come avviene l’intervento


Se si deve operare sia sulle palpebre superiori sia su quelle inferiori, il chirurgo inizia generalmente dalle palpebre superiori. Incide in primis lungo la naturale piega della palpebra superiore, poi l’eccesso di pelle, di muscolo e grasso sotto la pelle vengono rimossi. L'incisione è chiusa con piccoli punti che lasciano una cicatrice quasi invisibile.


Le cicatrici da incisione svaniranno nell’arco di sei mesi circa. Fate attenzione, dopo una blefaroplastica, a proteggere la pelle delicata delle palpebre da troppa esposizione al sole durante questo periodo.


I costi della blefaroplastica variano da 1000 euro in su, a seconda delle aree trattate, (superiore, inferiore o completa).


 

Vuoi avere maggiori informazioni?
CONTATTA IL MEDICO


Articoli correlati

Ethigate: primo sistema di certificazione con blockchain per Medici e contenuti scientifici in Italia. 

  • Più sicurezza, grazie alla certificazione digitale dell'identità
  • Articoli e contenuti originali di qualità
  • Più attenzione alla tua privacy
Ethigate
Trova Medico

Accesso contenuti completi

x