Accesso
Dottori
Trattamenti di medicina estetica per l’invecchiamento del collo e décolleté

Trattamenti di medicina estetica per l’invecchiamento del collo e décolleté


Mer 03/02/2021 | Dott. Fabrizio Melfa

Condividi su Facebook Condividi su Twitter

I trattamenti di medicina estetica per il ringiovanimento cutaneo descrivono quasi sempre degli interventi che si effettuano per contrastare l’invecchiamento del volto, anche perché sono quelli richiesti più frequentemente sia dalle donne che dagli uomini.

Il sesso femminile farebbe bene però a non trascurare anche quello che c’è intorno al viso, perché se anche solo un make up ad hoc può essere in grado di nascondere i segni dell’invecchiamento, la stessa cosa non accade per le zone di collo e décolleté. Non a caso si dice che è proprio il collo, quello che non riesce a mentire sull’età di una donna. E non è sicuramente armonico vedere un viso più giovane e fresco quando collo e décolleté sono segnati dall’età.

Invece questo accade spesso, per molteplici motivi. In primis, si prestano molte più cure al volto rispetto che a collo e décolleté. Pensiamoci bene: quante volte ci ricordiamo di applicare la crema antiage sul collo, oltre che sul viso? Spesso, la crema che applichiamo sul décolleté è una comunissima crema idratante o nutriente corpo che utilizziamo abitualmente dopo la doccia. Possiamo parlare anche della crema protettiva solare: la applichiamo sul viso con molta cura, e in questo caso anche sul décolleté, considerato una zona delicata e sensibile alle scottature solari, ma il collo? Quasi sempre dimenticato.

 

Invecchiamento collo e décolleté: le cause


Le cause dell’invecchiamento di collo e décolleté sono assimilabili a quelle dell’invecchiamento cutaneo in generale: alcune di esse sono legate essenzialmente al tempo che passa (cronoaging), altre più a fattori ambientali (ad esempio, il fotoaging).

Nel primo caso succede che, con l’avanzare dell’età, nell’organismo si verificano dei cambiamenti a carico di alcuni processi metabolici fisiologici, tra i quali la produzione di collagene. Il collagene è la proteina più abbondante presente nell’organismo, che troviamo nella maggior parte dei tessuti connettivi compreso il derma, quello della pelle.

Il tessuto cutaneo è composto infatti dall’epidermide (parte più esterna), derma (tessuto connettivo) e ipoderma o tessuto sottocutaneo (formato essenzialmente da grasso e muscoli). Il derma fornisce sostegno all’epidermide grazie ad una rete solida e stabile formata da fibre di collagene e di elastina, che danno caratteristiche di compattezza, tonicità ed elasticità. 

L’elasticità è molto importante perché la perdita della stessa è la prima causa della formazione delle rughe. Le rughe del volto sono per lo più delle rughe d'espressione, perché sono legate al movimento dei muscoli mimici del volto. Le rughe si collo e décolleté sono più delle rughe attiniche, la cui causa è da ricercare di più nel fotoaging, ossia nei danni derivati dall’esposizione cronica al sole. Sono quelle che conferiscono alla pelle un aspetto “sgualcito” o “a pergamena”. 

Nel derma, oltre a collagene ed elastina, è presente anche l’acido ialuronico: un disaccaride in grado di legare a sé moltissime molecole di acqua e quindi di idratare il tessuto cutaneo in profondità. L’acido ialuronico dà volume alla pelle e morbidezza al tatto.

Con l’avanzare dell’età nell’organismo si assiste ad una progressiva diminuzione di collagene, elastina e acido ialuronico, e questo porta inevitabilmente alla comparsa dei segni dell’invecchiamento cutaneo. Le rughe si fissano e i solchi si accentuano, i volumi si perdono così come compattezza ed elasticità. Il tessuto cutaneo diventa più lasso, tende a cedere ed a scivolare verso il basso per effetto della forza di gravità.

Oltre a questo, il tessuto cutaneo nella zona di collo e décolleté è più sottile, così come i muscoli tendono a perdere tono prima rispetto a quelli del volto, che vengono invece sollecitati più spesso. I muscoli del volto sono costituiti infatti dai muscoli mimici, che benché siano responsabili dell’origine delle rughe di espressione, sono utilizzati più di frequente e sono quindi più “allenati” rispetto a quelli del collo.

Un altro motivo per il quale si fanno in genere più trattamenti di medicina estetica al viso piuttosto che collo e décolleté, sta nel fatto che il “ritocchino” al viso dà subito un’aria più giovane e fresca, mentre collo e décolleté vengono considerati sì importanti, ma più di “contorno”. Spesso infatti si arriva ad intervenire in quelle zone quando i segni dell’invecchiamento sono molto evidenti, tanto da far perdere l’armonia del volto nel suo complesso.

Le cause dell’invecchiamento di collo e décolleté sono le medesime del viso, perché riguardano sempre il tessuto cutaneo. Anche i segni del tempo sono paragonabili: rughe, in questo caso non di espressione ma attiniche o da tramatura cutanea, perdita di idratazione e volumi della pelle ed aumento della lassità con cedimento del tessuto verso il basso.

La buona notizia è che la medicina estetica attualmente mette a disposizione una vasta gamma di trattamenti mini invasivi o non invasivi per contrastare i segni del tempo. Prodotti, tecniche e protocollo che sono stati messi a punto con successo per il viso, possono essere facilmente personalizzati dal medico specialista per poter essere applicati efficacemente a collo e décolleté. 

 

Invecchiamento collo e décolleté: tecniche di medicina estetica per il ringiovanimento


"Valutato il grado di invecchiamento del collo e del décolleté, distinguo i soggetti che presentano un eccesso di tessuto grasso dai soggetti che presentano una normale distruzione del grasso e alcune volte una riduzione del grasso e quindi peggiore condizione di rilassamento tessutale.

Di conseguenza le tecniche per il trattamento di queste zone cambiano completamente, perché l’approccio al collo con maggiore presenza di tessuto grasso deve essere lipolitico e di stimolo del collagene. Quindi possono essere utili i laser oppure gli ultrasuoni, o meglio alcune volte gli ultrasuoni microfocalizzati.

Nei colli che presentano, invece, un invecchiamento dato dalla maggiore lassità e cedimento tissutale, preferisco prima determinare una ristrutturazione con idrossiapatite di calcio iperdiluito, associandola alla tossina botulinica in off-label per le bande plastismatiche.

Mentre nella terapia del décolleté ritengo valido e sempre consigliato una forte e costante biostimolazione con trattamenti skinsaver.

 

 

Vuoi avere maggiori informazioni?
CONTATTA IL MEDICO


Articoli correlati

Medicina Estetica

Lun 19/04/2021 | Dott. Giulia Astolfi

Medicina Estetica

Gio 25/03/2021 | Dott. norz_mariella

Trova Medico

Accesso contenuti completi

x