Filler uomo: l’idrossiapatite di calcio

Autore: Dott. Casilli Raffaella

Del: 01/07/2015

Oggi si rivolgono alla medicina estetica non solo le donne, ma anche gli uomini che non sempre amano gli effetti dei filler a base di acido ialuronico. Tra le sostanze delle quali la medicina estetica dispone vi è l’idrossiapatite di calcio, un iniettabile all’avanguardia utilizzato per contrastare, eliminare o correggere gli inestetismi cutanei nel viso. Di seguito ci concentreremo in modo particolare sul trattamento delle zone del volto maschili, come la mandibola e gli zigomi. Numerose sono, infatti, le richieste di intervento su tali aree del viso con l’obiettivo di renderle maggiormente segnate, scolpite e decise.

Tra le possibilità di intervento gioca un ruolo di primo piano, appunto, l’idrossiapatite di calcio, una sostanza molto richiesta in medicina estetica poiché capace di valorizzare in modo naturale i lineamenti e i volumi anche del volto maschile.

L’idrossiapatite di calcio, quindi, viene impiegata in medicina estetica sotto forma di filler per restituire alle zone trattate la corretta proporzione dei volumi e rimodellare l’ovale del volto sottolineandone i lineamenti. Possono essere trattate zone come gli zigomi o la mandibola per dare un effetto lifting naturale e contrastare il la lassità che fa scivolare i tessuti verso la parte bassa del volto.

Vediamo di seguito quali sono le caratteristiche principali dell’idrossiapatite di calcio

- è un materiale riassorbibile sul quale sono stati condotti numerosi studi clinici;

- può essere impiegato per vari scopi: rimodellamento del volto, ridefinizione dei contorni, ripristino dei volumi, effetto lifting, biostimolazione della pelle;

- il trattamento non è invasivo, si effettua in ambulatorio tramite delle piccole iniezioni;

La scelta di ricorrere all’idrossiapatite di calcio è sicuramente finalizzata non al trattamento di semplici rughe cutanee, ma al raggiungimento di obiettivi più globali.

Attraverso l’idrossiapatite di calcio non solo è possibile ripristinare i volumi persi e correggere i solchi più marcati, ma anche innescare un vero e proprio meccanismo di stimolazione di nuovo collagene. Questo fattore favorisce una durata superiore degli effetti in quanto a una correzione immediata segue un miglioramento della qualità della pelle determinato dal collagene.

L’applicazione di idrossiapatite di calcio può essere svolta in regime ambulatoriale e non richiede tempi lunghi di recupero. Dopo il trattamento il paziente può riprendere le normali attività quotidiane.

Come abbiamo visto una delle caratteristiche che contraddistingue l’idrossiapatite di calcio è proprio la sua capacità di intervenire sugli inestetismi in modo non invasivo e con tempi di recupero molto rapidi. Questo lo rende uno strumento particolarmente indicato in tutti quei casi in cui si vuole raggiungere un risultato globale senza, però, volere o potere ricorrere a interventi di chirurgia. Inoltre, rispetto ai filler  a base di acido ialuronico, l’idrossiapatite di calcio è in grado di stimolare la produzione di nuovo collagene che aiuta a ottenere risultati più a lungo termine.

In ogni caso un colloquio con il medico estetico potrà chiarire ogni eventuale dubbio. Durante la visita verranno valutate le caratteristiche e la situazione del paziente per definire insieme il percorso di trattamento migliore per lo specifico caso.


Chiedi una consulenza gratuita al dott.ssa Casilli Raffaella ⇓ CONTATTA ⇓

Casilli Raffaella

Autore

Dott. Casilli Raffaella

Medico Chirurgo
Anzio (RM)

Profilo Contatta

Chiedi una consulenza gratuita all'autore

Dott. Casilli Raffaella

Articoli correlati

Biorivitalizzazione? 2020: inizia l'era della biostimolazione anti-aging

La Biorivitalizzazione: che cos’è? La biorivitalizzazione è una tecnica medico estetica che prevede l'utilizzo di sostanze che vanno a...

medico

Dott. Pozzuoli Maria Luisa

L’idrossiapatite di calcio per il ringiovanimento del viso

Le richieste dei pazienti per risolvere il loro problema legato all' invecchiamento cutaneo sono quasi sempre le stesse e spesso standardizzate. Il...

medico

Dott. Benfenati Giovanni

2020: SkinSaver la nuova frontiera della biostimolazione anti-aging

Correva l’anno 1968; Stanley Kubrick, rimpianto maestro del cinema internazionale, nella sua “Odissea nello spazio”, immaginava per noi, all’inizio...

medico

Dott. Tunesi Lucio

Mandibola volitiva: i nuovi filler che definiscono il volto della seduzione al maschile

Cosa rende attraente il viso di un uomo? Cresce l’attenzione degli uomini nei confronti della cura della pelle e del proprio aspetto esteriore e...

medico

Dott. Spagnolo Antonio Daniele

I principi di ringiovanimento del volto

I principi sui quali si basa la medicina estetica, sono attualmente in continua evoluzione per molteplici motivi. Come prima cosa vediamo che i...

medico

Dott. Martinelli Riccardo

Filler labbra: un approfondimento per saperne di più

Labbra belle, carnose e dall’aspetto giovane : questo è l’effetto che molte donne, ma anche uomini, vogliono ottenere sul proprio viso quando si...

medico

Dott. Midolo Riccardo

(massimo 1000 caratteri)

Commenta l'articolo