Liquid lifting

Liquid lifting


Gio 03/12/2020 | Dott. Caterina Bonarrigo

Condividi su Facebook Condividi su Twitter

Il liquid lifting è un trattamento di medicina estetica di concezione recente, pensato per contrastare l'atrofia dei tessuti molli del viso dovuta alla progressiva riduzione di elastina e collagene (componenti principali del nostro derma), e per compensare l’effetto di svuotamento del volto, particolarmente evidente in alcune zone come zigomi, guance, tempie e regione orbitale. Da rilevare che anche molti fattori esterni sono causa di invecchiamento e della comparsa di rughe, in primis l’eccessiva esposizione solare, o a fonti di calore, allo smog cittadino, tutte concause che favoriscono i processi involutivi di fotoaging e senescenza. Lo scopo del liquid lifting è quello di un ripristino dell'ideale morfologia ovale del viso e della sua linea mandibolare, apportando un perfezionamento delle sue prerogative espressive, con la mitigazione delle occhiaie, un riattamento di un sorriso più fresco ed un miglioramento della qualità della pelle e della sua elasticità. È definito anche "Lifting non chirurgico" in quanto consente di ottenere degli apprezzabili risultati dall'effetto liftante, evitando l'invasività di un intervento chirurgico di face-lifting (chirurgia plastica), nei casi in cui gli inconvenienti estetici sopra citati siano ancora ad un livello primordiale affrontabile mediante le potenzialità della medicina estetica.
A livello concettuale, parimenti ad altri trattamenti medico-estetici di tendenza come il "Filler inverso", siamo di fronte ad un approccio filosofico che punta alla correzione complessiva, armonizzando il volto con i primi segni d'invecchiamento in tutte le sue parti e non più incentrato sull'eliminazione delle singole rughe o dei segni del tempo in distretti limitati. Un ringiovanimento plenario, insomma, che esula dai ritocchi mirati ad alcuni distretti ma è orientato al ripristino globale dei volumi di un tempo ed al contrasto del cedimento strutturale dei tessuti.

 

Prodotti adeguati e competenza tecnico-artistica del medico: un connubio imprescindibile per ottenere risultati eccellenti con il liquid lifting


Il trattamento consiste nell'impianto sotto-dermico di prodotti complementari; in particolare specifici filler dermici a base di acido ialuronico ad alta coesività, malleabili, di lunga durata, con svariati gradi di reticolazione e quindi con un'ottima adattabilità ai vari distretti del volto, mediati con acidi ialuronici rivitalizzanti, a minore coesività e privi di cross-linkaggio, con eventuali inoculazioni di tossina botulinica (principalmente per aprire lo sguardo e distendere la fronte) e integrati all’occorrenza con idrossiapatite di calcio, un prodotto estremamente versatile che può essere utilizzato sia come filler vero e proprio, sia come modulatore stimolante della fibrosi collagenica. L'iniezione dei filler biostimolanti e skin saver avviene su differenti piani cutanei, attraverso apposite microcannule che permettono un'ideale distribuzione del prodotto, evitando rotture di capillari e riducendo al minimo l'inconveniente delle ecchimosi. Tutti questi prodotti di nuova generazione sono assolutamente sicuri, biocompatibili, e si integrano perfettamente con le strutture cutanee in maniera naturale.
Di particolare rilevanza sono ovviamente la sensibilità ed il senso estetico del medico operante, oltre alla sua competenza tecnica nel gestire gli svariati prodotti integrati a disposizione, in quanto è da essi che dipende la riuscita dell'intervento. Attraverso la sua sensibilità artistica deve essere in grado di minimizzare l'inconveniente estetico, armonizzandolo abilmente con le altre caratteristiche somatiche del viso del paziente, in modo da ottenere un risultato naturale, personalizzato e dal tono riposato e sano, che costituisce un po' il trend del momento. Ciascun paziente ha prerogative uniche, così come la tipologia del derma ed i danni che esso ha subito nel tempo ed il medico estetico dev'essere in grado di contemplare tutte queste peculiarità e variabili e valutare di conseguenza quali prodotti e metodologie siano le più indicate per un liquid lifting specifico e mirato ad un risultato ottimale. Solo così l'esito del sapiente connubio degli evoluti prodotti utilizzati per l'intervento produrrà un seducente "natural look", termine in auge per indicare un risultato genuino e all'apparenza fisiologico, senza il tanto temuto effetto "ingessato" e finto. Un buon risultato di medicina estetica si riconosce dal fatto che... non si riconosce. Gli esiti ottimali non si fanno notare!

Il trattamento di liquid lifting è ambulatoriale, dura poco meno di un'ora, con un disconfort del paziente pressoché nullo. I vari prodotti sono iniettati in modo indolore, tramite aghi sottilissimi o microcannule. Il ritorno a tutte le consuete attività sociali, lavorative e sportive è immediato. Unica accortezza: evitare l'esposizione al sole, così come ad altre fonti di calore nei giorni immediatamente successivi al trattamento.
Il post-trattamento è in genere privo di sintomatologia, può residuare un modesto edema dei tessuti per 48 ore circa. In alcuni rari casi assistiamo alla comparsa di ridotti lividi in prossimità delle zone trattate che tendono a riassorbirsi in circa 3-4 giorni.
Gli esiti dell'intervento saranno apprezzabili da subito, ma con una perfetta armonia riscontrabile dopo circa una settimana. La durata dell'effetto è variabile e dipende dall'estensione delle aree trattate, dal mix di prodotti utilizzato in sede di impianto, ma possiamo considerare in media il mantenimento di un risultato onorevole per circa un anno.

 

Attenzione all’eccessiva enfasi su trattamenti certamente importanti che hanno però limiti tecnici ben definiti


Da rilevare che già dopo i 40 - 45 anni il tono cutaneo del collo e della mandibola non è più ideale e anche i tessuti che danno sostegno alla cute hanno perso tonicità e gravano sulla pelle, anziché sostenerla: da questo momento l’invecchiamento tenderà a essere più rapido. Trattamenti come il "Liquid Lifting", ottimi per compensare gli svuotamenti e i dimagrimenti del viso, nulla possono contro l'eccessivo rilassamento. Il lifting (e in particolare il lifting trivettoriale ultrasonico) resta l’unica soluzione risolutiva capace di cancellare dal viso una buona decina d’anni ricreando il tono dei tessuti di sostegno e rallentando molto il futuro invecchiamento.

 

 

Vuoi avere maggiori informazioni?
CONTATTA IL MEDICO


Articoli correlati

Filler Viso | Lifting Viso
Filler Viso | Lifting Viso

Mar 03/11/2020 | Dott. Bonarrigo Caterina

Ethigate: primo sistema di certificazione con blockchain per Medici e contenuti scientifici in Italia. 

  • Più sicurezza, grazie alla certificazione digitale dell'identità
  • Articoli e contenuti originali di qualità
  • Più attenzione alla tua privacy
Ethigate
Trova Medico

Accesso contenuti completi

x