Social Discovery e contenuti di qualità

6 modi per farsi trovare sui social dai potenziali pazienti

Del: 12/03/2020

Come utilizzi i social network? Se li hai sempre e solo usati per pubblicare foto e restare in contatto con i tuoi amici, probabilmente fai parte dei primi utilizzatori. Oppure, non sei un “nativo digitale”. Le potenzialità che i social offrono sono enormi.

Prova a pensare: i social possono essere un importante strumento di ricerca. Un po’ come Google, solo con più informazioni su di te. E le utilizzano per migliorare i contenuti che vogliono farti visualizzare. È la “Social Search” o “Social Discovery".


Cos’è e come funziona la Social Search?

Cerchiamo di spiegarlo in parole semplici. Hai mai notato che i feed dei tuoi social cercano di mostrarti i contenuti a cui sei più interessato? 
Ecco, è esattamente quello che fa il nuovo algoritmo dei social. Mette insieme le tue informazioni personali, le tue connessioni e preferenze. E ti fornisce il risultato. In pratica cerca di prevedere quello che ti piace sulla base di ciò che conosce di te e te lo mostra. 

Perciò, una ricerca fatta via social può fornire una serie di risultati più attendibili alla tua query (la domanda che fai ai motori di ricerca).

Come utilizziamo i social network in Italia?

Diamo uno sguardo ai dati. Dalla ricerca di Blogmeter “Italiani e Social Media” emerge che:

  1. Quasi il 37% degli italiani usa i social per leggere recensioni e parlare con brand e aziende.
  2. Facebook è la piattaforma preferita non solo per la condivisione dei momenti, ma anche per informarsi e leggere recensioni.
  3. Instagram è il social più utilizzato per seguire influencer e personaggi famosi, e il secondo più utilizzato per la condivisione dei momenti importanti.
  4. Il 32% degli intervistati preferisce guardare le stories piuttosto che leggere un post (il 52% dei giovani tra 15-24 anni si comporta esattamente così).
  5. Prima di effettuare un acquisto online, gli italiani cercano informazioni sul prodotto nei motori di ricerca, nei siti di vendita online, leggendo recensioni e forum specializzati. L’utilizzo dei social è in crescita, soprattutto Facebook e Instagram.

Proprio per l’utilizzo che gli italiani fanno dei social network, se vuoi essere trovato dai tuoi potenziali pazienti per uno specifico trattamento, non puoi non sapere come modificare la tua strategia digitale.

L’importanza della rete sociale

Ora abbiamo la conferma che i social, e Facebook soprattutto, non vengono usati solo per postare le foto delle ultime vacanze.  Sempre secondo Blogmeter, il 43% degli italiani legge contenuti di altri ma non li produce. Solo il 35% scrive post originali e commenta post di altri.

Perciò, se qualcuno che conosci pubblica qualcosa di interessante e di valore, probabilmente lo leggerai anche tu e lo condividerai. E nella migliore delle ipotesi, deciderai di commentarlo. Perché hai deciso di interagire anche tu con un click, un mi piace o una condivisione del post? Semplice. Ti fidi di chi l’ha pubblicato sul proprio profilo perché fa parte della tua rete sociale.

Secondo una ricerca condotta da HootSuite nel 2018, la cerchia di persone a cui diamo retta sui social si stringe sempre più. A chi credono di più gli intervistati? 

  1. Amici e familiari 78%
  2. Esperti di vario genere 65%
  3. Aziende e brand che utilizzano 62%
  4. Dipendenti di un’azienda 55%
  5. Il CEO di un’azienda 49%.

Le persone si fidano di fonti diverse. Oltre alle persone che conosciamo anche nella realtà, il sostegno di esperti di settore, di clienti e community reali di utenti e dipendenti è sempre più importante. E devi riuscire anche tu a essere tra questi.

Come puoi diventare una fonte autorevole?

Quanto detto finora è fondamentale se decidi di realizzare dei contenuti digitali. Pubblicare ogni giorno non è sufficiente. La tua “content strategy” deve avere un unico obiettivo: trasformarti in una fonte autorevole. Come fare?

  • Sai a chi ti rivolgi?

Conoscere il pubblico di destinazione è fondamentale per realizzare una content strategy di successo, valida sia per i social che per il web. Come si comportano i tuoi utenti? Che canali usano per informarsi? 

Magari, se il tuo target sono i primi utilizzatori del web fedeli alle ricerche fatte tramite i motori di ricerca, creare articoli di approfondimento per portare traffico al tuo sito può essere una strategia vincente.

Ma se ti rivolgi ai Millennial, go social! Le nuove generazioni li usano direttamente e sono più propensi a vedere quello che pubblichi, piuttosto che navigare il tuo sito web.

  • Content is the king

Tradotto: il contenuto è sovrano. Perciò, concentrati sulla qualità piuttosto che sulla quantità. Non occorre postare tutti i giorni. Cerca sempre di dare valore a chi cerca. Fornisci informazioni utili e rilevanti, anche sugli argomenti di tendenza che spopolano sul web. Cerca sempre di dare la tua opinione e non limitarti a comunicare soltanto qualcosa che puoi offrire. Quello possono farlo tutti. 

Il valore che dai è l’unico fattore che può aumentare l’interazione, e di conseguenza click, like, commenti e condivisioni.

  • Costruisciti una credibilità

Dimentica l'auto-referenzialità: semplicemente non funziona. Lascia che siano gli altri a parlare di te. Nella tua strategia cerca di puntare sui contenuti di terze parti (anche conosciuti con il termine Users Generated Content, contenuti generati dagli utenti), soprattutto se punti sui social.

Recensioni, video e storie di successo sono un buon esempio, e rafforzano la veridicità di ciò che offri. 

  • Punta su video, podcast e stories

In principio c’è stato un vero e proprio social-boom per i contenuti video, con dirette e live sempre più utilizzati. Oggi sono le stories a rappresentare il nuovissimo trend. Senza dimenticarci dei podcast.

Varia i contenuti della tua strategia per aumentare le interazioni. Ricorda sempre a chi ti rivolgi: le stories funzionano sicuramente per i nativi digitali; sarà lo stesso con i più “old style”? Scegli il contenuto multimediale più adatto al tuo target.

  • Parola chiave coinvolgimento

Ora hai definito la tua strategia: conosci il tuo target, hai scelto i contenuti e puntato sulla qualità per costruire una solida credibilità. Ma non basta. Ora devi coinvolgere le persone. 

L’abbiamo già detto: un contenuto di valore ha più probabilità di essere condiviso. In questo modo entra nel feed della sua rete sociale; sarà poi il grado di fiducia associato a chi ha amplificato la notizia a fare il resto. 

Amici e familiari sono le persone a cui crediamo di più, sui social come nella vita. Esperti, dipendenti e titolari di aziende riscuotono un buon grado di fiducia. Perciò, cura i contenuti per aumentare condivisioni e copertura.

  • L’autorevolezza conta

Anche nel 2020 sarà dura lotta alle fake news. Perciò è fondamentale essere percepiti come fonte autorevole. Utilizza solo fonti certe, affidabili. Elabora e revisiona ciò che hai scritto. Inserisci link ai portali certificati. Insomma, assicurati che i tuoi contenuti siano veri, originali, di valore. E in grado di informare.
Sicuramente la qualità di ciò che offri sarà percepita.

Se vuoi farti trovare, unisci qualità dei contenuti e Social Discovery

Concentriamoci ora sul mondo della medicina estetica. Il web sta cambiamo e devi essere pronto a evolverti con lui. Dimentica le metriche tradizionali come numero dei fan e dei follower. 

Punta sui contenuti di qualità, anche sui social network. Con la “Social Search” sarà ancora più difficile essere ascoltati.
Concentrati sui canali che offrono un valore reale, raggiungendo gli utenti più attenti. Sarà più facile per loro diventare tuoi potenziali pazienti.

Articoli correlati

Biorivitalizzazione: giovinezza e naturalezza senza bisturi

Desiderare un aspetto curato, fresco e più giovane non è un reato! La bellezza senza bisturi è il sogno di molte donne. Per questo la medicina...

medico

Dott. Lovreglio Roberta

Con la tossina botulinica aspetto più rilassato

“L’anima è la nostra dimora; i nostri occhi sono le sue finestre, e le nostre parole i suoi messaggeri” ( Kahlil Gibran) Gli occhi, il potere dello...

medico

Dott. D'Aloja Chiara

Medicina estetica e Social Network: la comunicazione con i pazienti è one-2-one.

Non ci stancheremo mai di ripeterlo: sempre più persone utilizzano i social. E sempre di più sono quelli che lo usano come mezzo per comunicare...

Invecchiamento delle labbra

La bocca è una parte anatomica estremamente importante del viso, di cui non è facile preservare giovinezza e bellezza, specialmente per le donne. E...

medico

Dott. Ambrosio Giuseppina

Acido ialuronico per gli zigomi

Con l’avanzate degli anni si ha inevitabilmente un invecchiamento del viso che mostra, in maniera più o meno evidentemente, i segni dell’età....

medico

Dott. Ricci Barbini Elena

L'ABC delle rughe: ecco perché si formano!

Tutti vorremmo avere un volto giovane e fresco, per sempre! I più temuti segni dell’invecchiamento sono le rughe. I media, la televisione e il...

medico

Dott. Muti Gabriele F.

(massimo 1000 caratteri)

Commenta l'articolo