Rinofiller: la rinoplastica non chirurgica.

Autore: Dott. Palumbo Francesca

Del: 25/09/2019

Il naso è, insieme agli occhi, la caratteristica del viso che più chiama l'attenzione considerando la sua centrale posizione, esso infatti gli conferisce personalità ed armonia.

Spesso però il naso mostra qualche imperfezione, ma il solo pensiero di entrare in una sala operatoria può essere un freno per tutte quelle persone che vorrebbero migliorare questo o cercare di risolvere questo problema. Molti infatti proprio in virtù di questa paura decidono di rinunciare, altri motivi di rinuncia sono rappresentati da costi elevati di intervento e decorsi post-operatori molto dolorosi. 

Ad oggi però, piccoli ritocchi del naso, possono essere risolti invece senza dover obbligatoriamente sottoporsi a lunghi e logoranti interventi, questo è possibile grazie a tecniche all’avanguardia come il Rinofiller, conosciuto anche come la rinoplastica non chirurgica. 

La rinoplastica non chirurgica

Lo scopo principale del rinofiller meglio definito “rinoplastica non chirurgica’’ sta nel riuscire ad eliminare i difetti del naso iniettando nel sottocute sostanze riempitive riassorbibili come ad esempio l’acido ialuronico senza bisogno di interventi invasivi di nessun tipo.

Il rinofiller si presta perfettamente a modifiche meno aggressive di quanto si possa fare, invece, utilizzando il bisturi e si effettua in regime ambulatoriale. “Non vi è alcuna sostanziale differenza con i filler eseguiti in altri distretti anatomici, infatti la procedura del rinofiller non prevede anestesia, controindicazioni maggiori e soprattutto non prevede cicatrici. Gli effetti del rinofiller sono visibili in forma quasi immediata e durano circa 6/8 mesi. Trascorso tale periodo le iniezioni a base di acido ialuronico possono essere ripetute”, chiarisce la Dottoressa Palumbo, chirurgo plastico.

È importante specificare e comprendere che il rinofiller è un trattamento puramente estetico, ovvero non ha lo scopo di intervenire sulla funzionalità del naso, per la quale occorre passare, invece, obbligatoriamente dalla sala operatoria. Le principali indicazioni per poter ricorrere al rinofiller sono:

  • Correzione di difetti del profilo nasale quali gobbe.
  • Riduzione di depressioni o schiacciamenti, tipo il “naso a sella”.          
  • Correzione di asimmetrie congenite o derivanti da precedenti interventi chirurgici.
  • Variazione dell'inclinazione della punta qualora questa "guardi in basso".
  • Eventuali imperfezioni dopo intervento di rinoplastica chirurgica.
  • Naso infossato alla sua radice.
  • Uniformazione della piramide nasale.
  • Riempimento di avvallamenti nasali.
  • Esiti di traumi.

Il rinofiller ha durata di circa mezzora, è minimamente invasiva e non causa particolari dolori. In alcuni casi si può utilizzare una pomata anestetica che verrà applicata prima di procedere.

Le sostanze utilizzabili 

Tra le sostanze utilizzabili per il rinofiller, come già detto, la più conosciuta nonché la più sicura ed utilizzata è sicuramente l’acido ialuronico, poiché è uno dei componenti fondamentali dei tessuti connettivi, che conferisce alla pelle le proprietà di mantenimento della forma, idratazione e tonicità. L’acido ialuronico essendo naturalmente presente nei tessuti umani è anallergico e sempre ben tollerato. 

Dopo il trattamento con rinofiller è possibile che si presenti un lieve gonfiore in prossimità della sede dell’infiltrazione o, più raramente, qualche piccolo livido, esattamente come accade dopo le infiltrazioni per eliminare le rughe. Dopo trattamento con rinofiller non è necessario un periodo di convalescenza la ripresa degli atti quotidiani avviene immediatamente. Le raccomandazioni post-intervento riguardano il divieto di uso per chi porta gli occhiali; questi ultimi infatti non vanno usati subito dopo il trattamento, così come è necessario evitare saune e docce troppo calde. 

Rimodellare il proprio naso dunque è possibile senza il bisturi, ma bisogna sempre affidarsi a massimi esperti del campo”, continua la Dottoressa Palumbo, spiegando che: “Il bisturi grazie alla tecnica con il rinofiller non è più la sola scelta per chi vuole rifarsi il profilo. Per correggere uno degli inestetismi del viso più odiati di sempre, cioè quelli che riguardano il naso, oggi è quindi possibile ricorrere ad una soluzione molto meno invasiva rispetto all'intervento chirurgico rappresentato dalla rinoplastica. La rinoplastica medica ha assunto un'importanza fondamentale negli ultimi anni, molti pazienti preferiscono questa tecnica alla soluzione chirurgica”. 

Minima invasività però non vuol dire assenza di rischi. Solo uno specialista può intervenire, quindi come già accennato è necessario rivolgersi a veri esperti poiché il naso è un'area rischiosa per la sua vascolarizzazione e per le connessioni arteriose che ha oltre alla posizione visibile subito. Gli effetti collaterali possono essere molto gravi, legati al fatto che un filler collocato in una posizione sbagliata può comprimere oppure ostruire l'afflusso del sangue, causando necrosi. Nei casi più gravi può succedere che il materiale venga iniettato direttamente in un vaso sanguigno, in questo caso il filler potrà ostruire la circolazione e provocare un embolo, con conseguenze gravissime nel caso di vasi che comunicano con gli occhi, un blocco dell'afflusso sanguigno causa cecità in pochi minuti.

Il ruolo dello specialista

Il lavoro dello specialista di medicina estetica diventa sempre più simile a quello di uno scultore. Perché un naso brutto può essere sistemato anche in altri modi. Quello che viene percepito come troppo importante può essere, per esempio, ridimensionato dando volume alle labbra. Una correzione del mento può dare armonia ad un profilo disarmonico. Parliamo di zone nelle quali il filler può essere impiegato con successo.

Il rinofiller è la nuova frontiera non chirurgica che permette di correggere antiestetiche gobbe e piccoli difetti del naso. Il rinofiller permette di correggere i difetti e le imperfezioni evitando quindi di andare incontro a tutti i possibili disagi legati al post-operatorio.

La Dottoressa Palumbo osserva: Risolvere i propri difetti senza l’intervento chirurgico può essere di grande aiuto. Il naso e il seno sono tra i punti più critici per le donne, che manifestano spesso il desiderio di cambiarne l'aspetto e ricorrere ad un'operazione chirurgica e con il rinofiller per quanto riguarda il naso, questo sogno è diventato una realtà”.

Il rinofiller è a tutti gli effetti una valida alternativa alla chirurgia per difetti da lievi a moderati. Per scegliere il filler giusto, il medico prende in considerazione diversi parametri a seconda del ritocco che deve essere realizzato tra cui:

  • La viscosità.
  • L'elasticità.
  • La capacità idrofila.

L'acido ialuronico, pur essendo totalmente riassorbibile, fa creare collagene nella cute, ma rimane comunque il più utilizzato poiché anche quando riassorbito esso mantiene la forma del naso così da non ritornare mai allo stato iniziale. La chirurgia rimane insostituibile in caso di anomalie severe o se vi sono alla base problemi respiratori imponenti.

Il corretto pre e post intervento

Il rinofiller è un trattamento che si effettua ormai da molti anni, rimane una procedura sicura ovviamente sempre se e solo se effettuato da un operatore all'altezza. 

Uno studio condotto in Spagna negli ultimi anni ha registrato un aumento del 20% dei trattamenti di rinofiller, a dimostrazione che sempre più persone utilizzano questa tecnica per modificare il proprio naso. Sempre secondo questo interessante studio il 90% dei pazienti che si rivolgono ad un chirurgo chiedono di poter cambiare la forma del proprio naso, il 60% di donne e il 40% di uomini, entrambi tra i 18 e i 55 anni.

È importante sapere prima dell’intervento di rinofiller se il paziente presenta un'ipersensibilità o un'allergia a uno qualsiasi tra le sostanze riassorbibili utilizzate, poiché in questo caso potrebbero insorgere infezioni, asimmetrie o risultati estetici insoddisfacenti, ma sarà il medico estetico a verificare il tutto.

Con questo trattamento è possibile correggere piccole imperfezioni, ma si deve tener conto che dopo un po' l'organismo tende a riassorbire le sostanze riempitive, facendo scomparire il loro effetto. Il rinofiller potrà essere effettuato solo nel caso di nasi che necessitino di piccoli interventi, poiché questa tecnica come tante altre simili ha dei limiti tra cui l’impossibilità di correggere un gibbo molto pronunciato o eventualmente correggere un setto nasale deviato.

Si può tornare immediatamente alle proprie attività quotidiane senza limitazioni importanti, questo significa che non sarà necessario chiedere giorni di permesso al lavoro, né è necessario un periodo di riposo. Si può condurre normalmente la propria vita, a patto di seguire gli accorgimenti elencati di seguito:

  • Non applicare calore nell'area trattata perché potrebbe aumentare l'infiammazione.
  • Evitare i massaggi dopo la procedura in quanto possono influenzare la stabilizzazione del prodotto ed influenzarne la durata.
  • Evitare qualsiasi manovra che possa ferire l'area come colpi o pressioni molto forti.
  • Evitare gli occhiali per almeno 10 giorni, per non effettuare pressione sul naso.
  • Dormire faccia in su il più possibile per evitare possibili deformazioni.

I risultati sono immediati, il paziente potrà apprezzare sin da subito il suo nuovo naso, in armonia con il proprio viso, ma soprattutto con un risultato estremamente naturale. 

Esiste la possibilità di complicazioni a lungo termine, esse consistono nella formazione di noduli e granulomi, causati da una reazione esagerata delle difese dell'organismo, seppur estremamente rare e possono riguardare qualsiasi trattamento con filler. 

Il rinofiller è una tecnica innovativa senza dubbio da provare, ma affidandosi alle mani giuste e utilizzando le dovute precauzioni e post-intervento i dovuti accorgimenti.

 

Palumbo Francesca

Autore

Dott. Palumbo Francesca

Medico Chirurgo
Nettuno (RM)

Profilo Contatta

Chiedi una consulenza gratuita all'autore

Dott. Palumbo Francesca

Articoli correlati

Rinofiller la nuova era della mini-invasività

Che cos’è un rinofiller e perchè si utilizza? Nel mio studio di medicina estetica sto notando sempre di più un aumento di richieste di rinofiller....

medico

Dott. Di Clemente Marco

Rinofiller o rinosettoplastica

Un naso importante ha diverse caratteristiche morfologiche ma un unico comune denominatore, ovvero il fatto che si noti troppo all'interno del...

medico

Dott. Savoia Tommaso

La correzione dei difetti del naso

Come posso avere un naso il più naturale possibile? È la domanda che più frequentemente mi viene posta in studio dai miei pazienti. Il concetto di...

medico

Dott. Quatela Massimiliano

Naso: come migliorarne l’aspetto in tempi ridotti con il rinofiller.

Il rinofiller, è un trattamento estetico , che consiste nell’infiltrazione di materiali di riempimento, volumizzanti e biocompatibili , i filler...

medico

Dott. Gagliardi Lucio

Rinofiller o rinoplastica?

Rinofiller o rinoplastica? Ecco come le nuove tecniche di correzione di difetti legati all’estetica del naso possono essere usate al posto della...

Come migliorare la forma del naso?

Si può correggere o migliorare il naso con la rinoplastica, quando ben eseguita e senza complicazioni, esalta l'armonia del viso e le proporzioni...

(massimo 1000 caratteri)

Commenta l'articolo