Mastoplastica aumento del seno

Mastoplastica aumento del seno


Ven 01/07/2016 | Dott. Tania Basile

Condividi su Facebook Condividi su Twitter

Sottoporsi ad una mastoplastica è una decisione importante. Può essere costoso, i risultati non sono garantiti, e ci sono rischi.


La mastoplastica: di cosa si tratta
La mastoplastica consiste nell'inserire protesi mammarie per:



  • aumentare le dimensioni

  • cambiare la forma

  • renderlo uniforme.


Ma prima di andare avanti, si deve essere assolutamente sicuri che è ciò che si desidera.
Prendere tutto il tempo, parlarne con il medico e capire con onestà se è davvero ciò che si vuole.


Mastoplastica. Il chirurgo
Si consiglia inoltre di chiedere al chirurgo:



  • Quante interventi hanno eseguito in cui ci sono state complicazioni

  • che tipo di follow-up si dovrebbe aspettare se le cose vanno male

  • le loro statistiche sulla soddisfazione dei pazienti


il chirurgo deve essere esperto in questo settore.


In cosa consiste la Mastoplastica?
La chirurgia implantare del seno viene eseguita in anestesia generale.
L’intervento comporta:



  • un'incisione nella pelle accanto o sotto il seno

  • inserimento dell'impianto - sia tra il tessuto mammario e muscolo pettorale, o dietro il muscolo pettorale

  • sutura

  • medicazione


L'intervento dura tra i 60 ei 90 minuti.
Si è in grado di tornare a casa lo stesso giorno.


Scegliere le protesi della mastoplastica
Il tipo di protesi più comunemente usate sono:



  • in gel di silicone

  • protesi saline


protesi in gel di silicone
Queste protesi sono riempite sia con gel morbido o silicone. Protesi riempite con il gel più solido sono chiamati protesi in gel coesivo. Alcuni hanno un rivestimento in poliuretano. Conferiscono un aspetto naturale anche se si deve tenere conto dei possibili rischi.


protesi soluzione salina
Se l'impianto dovesse rompersi, la soluzione salina potrebbe essere tranquillamente assorbita ed eliminata dall’organismo. Aspetto meno naturale del silicone morbido.


Dove si mettono le protesi durante una mastoplastica?
Gli impianti possono essere collocati tra il seno e il muscolo pettorale o dietro il muscolo.
Tra il seno e il muscolo:



  • posizione più naturale

  • meno disagio subito dopo l'operazione

  • muscolo pettorale non è danneggiato


Sotto il muscolo:



  • copertura con tessuto in più

  • meno rischi di increspatura e contrattura capsulare


Quanto tempo durano le protesi mammarie?
Le protesi mammarie non dureranno tutta la vita. E 'probabile che si debbano sostituire ad un certo punto.
Alcune donne possono avere bisogno di un ulteriore intervento chirurgico, dopo circa 10 anni, sia a causa di problemi con gli impianti o perché i loro seni sono cambiate intorno agli impianti.


Recupero dalla mastoplastica
Potrebbe essere necessario 1 o 2 settimane di recupero per la guarigione.



  • non guidare per almeno 1 settimana.

  • indossare un reggiseno sportivo 24 ore al giorno per un massimo di 3 mesi

  • evitare di sollevamento di carichi pesanti

  • esercizio faticoso per almeno 1 mese

  • non esporre le cicatrici del seno dalla luce solare diretta per circa 1 anno.


Mastoplastica. Gli effetti collaterali
E 'abbastanza comune dopo l'intervento chirurgico di protesi mammarie di avere:



  • dolore temporaneo

  • gonfiore

  • lividi


Che cosa potrebbe andare storto dopo un mastoplastica
Le protesi mammarie possono a volte causare problemi, tra cui:



  • aumento di spessore

  • cicatrici evidenti

  • contrattura capsulare

  • una rottura di protesi

  • grinze o pieghe l'impianto

  • forma anomala

  • sottile strato di tessuto, che aderisce alla superficie dell'impianto

  • aumento o diminuzione della sensibilità dei capezzoli, temporanea o permanente

  • non essere in grado di allattare al seno o di avere una montata lattea sufficiente


Inoltre, qualsiasi tipo di intervento comporta un piccolo rischio di:



  • eccessivo sanguinamento

  • l'infezione

  • una reazione allergica all’ anestetico

  • formazione di coaguli nelle vene profonde

  • l'effetto desiderato non è stato raggiunto


Mammografie con le protesi
Le Mammografie di screening del cancro al seno sono meno precise, quindi è importante dire al tecnico di radiologia che si hanno le protesi al seno.
Sottoporsi alla mammografia con gli impianti al seno è sicuro, non ne causano la rottura, in alcuni casi questo esame potrebbe rivelare la rottura di una delle protesi.


Mastoplastica. Cosa fare in caso di problemi
Gli Interventi di chirurgia estetica a volte possono andare male e il risultato non è quello che ci si aspettava.
Se alcuni degli effetti collaterali persistono si deve contattare subito il medico.
Se non si è soddisfatti dei risultati, si dovrà ugualmente parlarne con il chirurgo e con lui trovare la migliore soluzione. 




 

Vuoi avere maggiori informazioni?
CONTATTA IL MEDICO


Articoli correlati

Mastoplastica Additiva

Mer 28/10/2020 | Dott. Pier Luca Bencini

Mastoplastica Additiva

Mer 28/10/2020 | Dott. Pierluigi Gigliofiorito

Mastoplastica Additiva

Mar 13/10/2020 | Dott. Gino Luca Pagni

Ethigate: primo sistema di certificazione con blockchain per Medici e contenuti scientifici in Italia. 

  • Più sicurezza, grazie alla certificazione digitale dell'identità
  • Articoli e contenuti originali di qualità
  • Più attenzione alla tua privacy
Ethigate
Trova Medico

Accesso contenuti completi

x