Come ringiovanire lo sguardo con gli ultrasuoni microfocalizzati

Come ringiovanire lo sguardo con gli ultrasuoni microfocalizzati


Dom 01/11/2015 | Dott. Carlo Borriello

Condividi su Facebook Condividi su Twitter

Quante volte vi sarà capitato di usare l’espressione “..al primo sguardo “?

Non è un caso che il primo contatto con i nostriinterlocutori nuovi e/o abituali sia mediato dallo sguardo; e con tale termine non intendo “guardarsi negli occhi”, bensì il complesso emozionale veicolato da una precisa zona anatomica: il distretto perì oculare.

Sentirsi dire “hai gli occhi stanchi “ oppure “ti si legge negli occhi “ sono tutte espressioni che sottolineano quanto sia importante lo sguardo nelle nostre comunicazioni non verbali.

La moderna medicina estetica si rivolge sempre più a migliorare questo distretto e negli ultimi anni abbiamo assistito ad un rapido evolversi delle procedure atte a ringiovanire lo sguardo.

Tra le metodiche non chirurgiche prima tra tutte si è fatta strada la tossina botulinica che ha ottenuto approvazioni ministeriali specifiche. Controllare la motilità dei muscoli perì oculari ci permette di contenere le tanto discusse “zampe di gallina” o di attenuare le rughe verticali al di sopra della radice nasale, sollevando anche la coda del sopracciglio.

L’arrivo mercato dei fili di sospensione ci ha permesso di sollevare la coda del sopracciglio e successivamente anche i fili biorivitalizzanti hanno dato un valido contributo, insieme a numerosissime altre metodiche non iniettive, che per ragioni di sintesi non possono essere qui interamente citate  (peelings chimici, laser etc etc).

In questo variegato panorama l’utilizzo degli ultrasuoni microfocalizzati ha però cambiato il nostro approccio professionale nel distretto perì oculare, offrendo una validissima alternativa anche a tutti quei pazienti che non si sentono ancora pronti all’ago o al bisturi per migliorare il proprio sguardo.

Forse non tutti sanno che solo una metodica di ultrasuoni microfocalizzati presente negli studi medici autorizzati, già nota per il lifting non chirurgico del viso, ha ricevuto una specifica approvazione dall’ ente di controllo della salute Americana (FDA) per  “lifting del sopracciglio “.

Un team di esperti ha condotto sperimentazioni cliniche rigorose che hanno convalidato l’efficacia di questo trattamento specifico per il sollevamento del sopracciglio. Sono stati descritti e codificati protocolli rigorosi che garantiscono un risultato duraturo nel tempo e mettono il più possibile il paziente al riparo da spiacevoli effetti collaterali.

In una sola seduta della durata di circa 15 -20 minuti, possiamo ottenere un sollevamento del sopracciglio che conferisce al nostro  sguardo un aspetto giovane e riposato.

Questa metodica autorizzata FDA rilascia ultrasuoni in profondità, al di sotto della pelle, lasciandola intatta in superficie. Alla fine dell’unica seduta necessaria il paziente potrà riprendere le proprie attività di vita quotidiana senza alcuna limitazione.

Il calore rilasciato in profondità dagli ultrasuoni microfocalizzati attiva un meccanismo di rigenerazione del collagene che nelle settimane successive determina il sollevamento del sopracciglio. L’incremento e la riorganizzazione del collagene indotta da questo trattamento non chirurgico approvato FDA sono stati istologicamente dimostrati in numerosi studi clinici.

A differenza di altri dispositivi medici, questo approvato FDA è l’unico, come dimostrano le evidenze cliniche, che garantisce una profondità di rilascio dell’impulso estremamente precisa e puntiforme, per nulla paragonabile alle classiche radiofrequenze attualmente disponibili .

Un trattamento così affidabile che vanta già numerose imitazioni dalle quali bisogna guardarsi con attenzione. Queste frequenze, in base all’approvazione FDA, sono ad uso esclusivo del medico e garantiscono risultati certificati per il sopracciglio se utilizzate da operatori esperti (opportunamente formati). Il trattamento è ben tollerato da tutti i pazienti che possono trovare beneficio dal trattamento al sopracciglio. Indicato sia per le donne che per gli uomini.

Nonostante la metodica sia relativamente semplice, va sottolineato che l’operatore certificato ed autorizzato è sempre un medico che segue un percorso di formazione molto rigoroso. Questo al fine di selezionare i pazienti più adatti alla metodica e garantire risultati predicibili e privi di rischi.




Chiedi una consulenza gratuita al dott. Carlo Borriello ⇓ CONTATTA ⇓

Vuoi avere maggiori informazioni?
CONTATTA IL MEDICO


Articoli correlati

Ultrasuoni microfocalizzati

Mar 13/10/2020 | Dott. Gino Luca Pagni

Ultrasuoni microfocalizzati

Lun 12/10/2020 | Dott. Alessia Baroni

Ultrasuoni microfocalizzati

Lun 12/10/2020 | Dott. Daniela Marciani

Ethigate: primo sistema di certificazione con blockchain per Medici e contenuti scientifici in Italia. 

  • Più sicurezza, grazie alla certificazione digitale dell'identità
  • Articoli e contenuti originali di qualità
  • Più attenzione alla tua privacy
Ethigate
Trova Medico

Accesso contenuti completi

x