Occhi gonfi al mattino?

Occhi gonfi al mattino?


Mar 02/12/2014 | Dott. Tania Basile

Condividi su Facebook Condividi su Twitter

Spesso si usa dire che gli occhi sono lo specchio dell’ anima e aggiungerei di molto altro.


Lo sguardo è quello che ci mette a diretto contatto con gli altri, è quello che ci da il primo impatto con una persona. Dallo sguardo si possono filtrare emozioni, sensazioni e se li si osserva attentamente ci possono anche dire tanto sulla personalità.


Non solo, gli occhi ci possono raccontare se si è stanchi, se si è dormito bene, se si è stressati o sofferenti ed è proprio lì che vanno a canalizzarsi i segni del tempo.


Per tutti questi motivi è necessario prendersene cura.


Quando allora ci si alza e si nota di avere gli occhi gonfi al mattino è bene iniziare a chiedersi il perché, così da poter agire sulle cause e riequilibrare il sistema e riacquistare uno sguardo più giovane, , rilassato, fresco e giovane.




Quali possono essere le cause degli occhi gonfi al mattino?


Andiamo all’ origine del problema e vediamo a cosa è dovuto il problema degli occhi gonfi al mattino.


La causa degli occhi gonfi al mattino risiede in un accumulo eccessivo di liquidi, chiamato edema, nel tessuto cutaneo. In questo distretto corporeo la cute intorno è il più sottile di quella del corpo e il gonfiore e lo scolorimento possono essere molto evidenti.


Ora perché il fluido si accumula a formare gli occhi gonfi al mattino?


Le cause  degli occhi gonfi possono essere molteplici ed associate tra di loro. Abbiamo diversi fattori che influiscono e sono:



  • l’ereditarietà  

  • particolari allergie che danno infiammazione  

  • condizione medica di fondo (ad esempio alcune tiroiditi)        

  • problemi dei seni nasali                    

  • disidratazione                                            

  • un affaticamento eccessivo

  • la mancanza di sonno    

  • il pianto                          

  • lo stress                                                                                                                                                    

  • l’ invecchiamento stesso


Perché ci si sveglia al mattino con gli occhi gonfi?
Mentre dormiamo l’occhio non ammicca e questo è parte del motivo per cui si sviluppano gli occhi gonfi e l'edema. L’ammiccare per le palpebre è una sorta di ginnastica: quando sono inattive, alcune persone sviluppano gonfiore nella loro estremità inferiori che va via non appena ricomincia ad attivarsi la muscolatura oculare rimettendo in circolazione i fluidi accumulati. 
Così al mattino, ci si potrebbe svegliare con le palpebre insolitamente gonfie.
Appena si aprono gli occhi e si inizia a sbatterli, una parte di questo edema può diminuire anche in breve tempo.


Come ridurre gli occhi gonfi al mattino temporaneamente?
- Bere molta acqua per assicurarsi che vengano smaltite le tossine accumulate
- Ridurre il sale nella dieta per diminuire la ritenzione idrica
- Mangiare cibi ricchi di vitamine che stimolano il microcircolo
- Dormire con due cuscini
- Applicare impacchi freddi e fette di cetriolo decongestionanti
- Utilizzare apposite creme



Spesso tutto questo non basta, soprattutto quando ad influire ci sono i fattori genetici e l’ invecchiamento: bisogna allora trovare una soluzione medico estetica.


Possono essere allora valutate diverse soluzioni con il medico per migliorare l’ estetica dell’occhio che includono:


Tossina botulinica e fillers                                                                                                                     
I due associati, quando le occhiaie e le borse sotto gli occhi non sono troppo accentuate, garantiscono un ripristino dei volumi e tirano le rughe


Carbossiterapia                                                                                                                            
La CO2 viene iniettata nel sottocute, provoca vasodilatazione e un forte richiamo di ossigeno stimolando il microcircolo e la riattivazione cellulare.


Laser frazionato                                                                                                                            
Per stimolare i tessuti, rinnovare la pelle e tendere le rughe.


Blefaroplastica                                                                                                                              
La chirurgia della palpebra che comporta la rimozione del tessuto adiposo in più e della pelle eccessiva dalle palpebre superiori e inferiori, così come la pelle di serraggio e i muscoli, per ridurre gonfiori e rughe.


Ora, tutte queste tecniche, se opportunamente utilizzate e combinate, vanno a correggere l’ inestetismo degli occhi gonfi on ottimi risultati



Leggi anche: Il trucco semipermanente per gli occhi

Vuoi avere maggiori informazioni?
CONTATTA IL MEDICO


Articoli correlati

Ethigate: primo sistema di certificazione con blockchain per Medici e contenuti scientifici in Italia. 

  • Più sicurezza, grazie alla certificazione digitale dell'identità
  • Articoli e contenuti originali di qualità
  • Più attenzione alla tua privacy
Ethigate
Trova Medico

Accesso contenuti completi

x