Accesso
Dottori
HOME >

Stempiatura


Mar 13/09/2022 | Redazione Tuame

Condividi su Facebook Condividi su Twitter

DEFINIZIONE

La stempiatura è una condizione medica caratterizzata dalla riduzione dei capelli localizzati in corrispondenza della porzione frontale e temporale della testa. Nonostante rappresenti un disturbo prevalentemente maschile, in alcuni casi può affliggere anche soggetti di sesso femminile. Alla base dell'insorgenza di tale disturbo possono esserci alterazioni genetiche, ormonali ed ambientali. La caduta dei capelli, nella cosiddetta “stempiatura fisiologica”, è invece associata alla riduzione dei meccanismi rigenerativi che sopraggiungono con il passare degli anni. Attualmente, la terapia farmacologica per la stempiatura prevede l'assunzione della finasteride e del minoxidil. In aggiunta, è possibile ricorrere a trattamenti estetici e a terapie chirurgiche.

COS’È

La stempiatura consiste in un drastico calo del numero dei capelli ubicati nella regione fronto-temporale del cuoio capelluto. La stempiatura è un disturbo che affligge maggiormente i soggetti di sesso maschile ma, in presenza di deficit ormonali, anche individui di sesso femminile possono sviluppare la medesima condizione.

In genere, in modo inesatto, si associa la stempiatura alle calvizie. Quest'ultime si verificano quando la caduta dei capelli interessa l'intera volta cranica. La stempiatura, invece, come descritto in precedenza, affligge solo la porzione anteriore della testa. In alcuni casi, però, la comparsa della stempiatura può essere il preludio dello sviluppo delle calvizie.

SINTOMI E CLASSIFICAZIONE

La stempiatura è un disturbo del tutto asintomatico. Sebbene i pazienti non lamentino alcun tipo di sintomatologia, tale condizione medica può incidere in modo significativo sul benessere psicologico. La caduta dei capelli, causando un notevole cambiamento nell’immagine dell’individuo, può determinare un danno alla vita di relazione, associandosi ad un calo dell'autostima.

La classificazione della stempiatura viene effettuata tenendo in considerazione l'entità della caduta dei capelli. Nello specifico, si distinguono:


  • Stempiatura di 1º grado: la linea dei capelli arretra di pochi millimetri in corrispondenza della fronte;

  • Stempiatura di 2º grado: le regioni latero-frontali appaiono diradate e la linea dei capelli arretra ulteriormente;

  • Stempiatura di 3º grado: Il cuoio capelluto appare, nelle zone in cui ha avuto origine la stempiatura, completamente glabro.


CAUSE

La stempiatura è un'affezione tricologica multifattoriale poiché dipende sia dai fattori genici e sia da fattori ambientali. Al pari dell’alopecia androgenetica, anche la stempiatura mostra un elevato grado di ereditarietà, correlata a specifici geni del genoma umano.

Lo stile di vita e l’ambiente all’interno del quale l’individuo vive giocano un ruolo fondamentale per la comparsa della stempiatura. Le cause principali di tale disturbo estetico sono:

  • Patologie dermatologiche: la stempiatura può essere secondaria alla pitiriasi o alla dermatite seborroica;

  • Stress: stimola la caduta dei capelli e ne rallenta la ricrescita;

  • Alimentazione squilibrata: può determinare l’insorgenza di carenze vitaminiche che, alla lunga, possono riverberarsi sulla salute dei capelli;

  • Farmaci e trattamenti: gli effetti collaterali di alcuni farmaci possono interferire negativamente sul ciclo di vita dei capelli.


DIAGNOSI

La diagnosi della stempiatura viene formulata nel corso di una visita specialistica. Per raggiungere tale obiettivo, quindi, è necessario rivolgersi ad esperti della materia, tra cui:

  • Dermatologi

  • Dermatologi specializzati nello studio del capello (tricologi)

  • Medici di medicina estetica


La raccolta anamnestica è la prima fase della visita specialistica. Successivamente, l’esperto si occupa di ispezionare le aree del cuoio capelluto bersagliate dalla stempiatura.

Una volta conclusosi l’esame obiettivo, lo specialista illustra al paziente il percorso terapeutico da intraprendere, fornendo tutte le indicazioni necessarie.

TERAPIE

Oggigiorno, per contrastare la caduta dei capelli, è possibile fare affidamento su un vasto numero di trattamenti. Ad esempio, la somministrazione della finasteride rappresenta una delle terapie farmacologiche più comuni. Tale farmaco, inibendo l’enzima testosterone 5-alfa-reduttasi, riduce gli effetti negativi sui capelli provocati dal diidrotestosterone (DHT).

In aggiunta, è possibile applicare sulle regioni cutanee affette dalla stempiatura, una soluzione galenica a base di minoxidil.

I trattamenti estetici e chirurgici, volti al trattamento delle stempiature, sono:

  • Biostimolazione del cuoio capelluto con Hair Filler

  • Infiltrazioni di PRP (Platelet Rich Plasma)

  • Autotrapianto di capelli con tecnica FUE (Estrazione di Unità Follicolari)


RISCHI E COMPLICAZIONI

Le terapie più comuni per il trattamento estetico delle stempiature mostrano un margine di sicurezza molto elevato e un diverso risultato nel lungo tempo, a seconda del percorso terapeutico scelto dallo specialista.

Le complicazioni che possono verificarsi più frequentemente sono:

  • Edema della regione trattata;

  • Arrossamento e sensazione pruriginosa;

  • Bruciore e fastidio;

  • Reazione allergica alla molecola anestetizzante;

  • Disfunzione erettile e calo della libido (associati all’assunzione della finasteride).


FONTI:

  • Carlo D’Aniello, Manuale di Medicina Estetica, Masterbooks, 2019

  • Rinaldi F. Trapianto di capelli. Gaggiano (Milano): Poletto; 2004.

  • Alberto Massirone, Trattato di Medicina Estetica, Piccin Nuova-Libraria, 2010.


Articoli correlati

Accesso contenuti completi

x