Accesso
Dottori
HOME >

Cantopessi


Lun 09/05/2022 | Redazione Tuame

Condividi su Facebook Condividi su Twitter

DEFINIZIONE

La cantopessi è una procedura di chirurgia estetica che mira alla correzione dell’angolazione dell’occhio, intervenendo direttamente a livello del suo canto esterno, ossia la porzione laterale dell’occhio dove la palpebra superiore e la palpebra inferiore si riuniscono; a differenza della cantoplastica in cui si rimodella attivamente la posizione delle palpebre agendo sul legamento cantale laterale, nella cantopessi si interviene esclusivamente a carico del margine di inserzione della palpebra inferiore, risollevandola e ancorandola a livello del periostio orbitale. Questa tecnica viene di sovente effettuata unitamente alla blefaroplastica inferiore per ottenere un risultato estetico di occhio a mandorla e senza borse palpebrali inferiori.

COS’È

La cantopessi è un intervento di chirurgia estetica che viene spesso condotto secondariamente a un primo intervento di blefaroplastica, in cui, pur eliminando le borse palpebrali, l’occhio assume un aspetto troppo rotondeggiante; per ovviare a ciò, molte donne e uomini che ricercano una forma dell’occhio più “orientale” e accattivante, ricorrono alla cantopessi, ossia all’innalzamento della palpebra inferiore a livello del suo margine di inserzione al periostio, elevando l’angolo cantale esterno, che si forma con la fusione con la palpebra superiore.

Questo intervento, se condotto da un chirurgo plastico esperto della procedura e in oculoplastica, dà ottimi risultati estetici ed è inoltre eseguito comodamente in regime ambulatoriale.

INDICAZIONI

Come anticipato, la cantopessi può essere la naturale prosecuzione chirurgica di un primario intervento di blefaroplastica oppure può essere intrapresa in via esclusiva, con il fine di risollevare l’angolo esterno dell’occhio.

Trovano dunque maggiori indicazioni all’intervento di cantopessi:


  • Le persone che presentano pelle in eccesso a livello delle palpebre inferiori e che vorrebbero innalzare l’angolo cantale, unitamente a una blefaroplastica inferiore;

  • Le persone che non gradiscono la conformazione estetica del proprio occhio rotondeggiante;

  • Le persone che vorrebbero degli occhi atteggiati all’orientale, o a mandorla;

  • Le persone che reputano che, in seguito all’intervento, possono assumere uno sguardo più brillante e accattivante, evitando di apparire stanchi.


PREOPERATORIO

La visita propedeutica all’intervento di cantopessi si esegue col chirurgo plastico e, in genere, si articola nelle seguenti fasi:

  • Presentazione del problema che ha spinto il paziente alla visita chirurgica preliminare;

  • Trasmissione delle informazioni relative alle varie anamnesi al medico, con particolare riguardo all’anamnesi patologica dove si devono riferire eventuali interventi pregressi agli occhi, e all’anamnesi farmacologica, avendo cura di riferire al medico tutti i farmaci che si stanno assumendo;

  • Esame obiettivo della morfologia e della funzionalità palpebrale, valutazione all’intervento di cantopessi;

  • Documentazione fotografica dello stato delle palpebre;

  • Spiegazione dettagliata delle modalità di azione dell’intervento, dei rischi connessi alla procedura e del decorso post-operatorio da parte del chirurgo plastico al paziente.


ESECUZIONE DELL’INTERVENTO

L’intervento di cantopessi somiglia in alcune caratteristiche all’intervento di cantoplastica: infatti entrambi vengono eseguiti in regime ambulatoriale con un tempo che raramente supera i 45 minuti; la cantopessi è tuttavia più semplice della cantoplastica e, a volte, impiega solo 20 minuti per l’esecuzione.

L’intervento si compone delle seguenti fasi:

  • Posizionamento del paziente supino sul lettino o, più raramente, reclinato su una sedia confortevole;

  • Applicazione di una anestesia locale a base di lidocaina;

  • Disinfezione della cute palpebrale a base di soluzione sterilizzante come clorexidina o iodopovidone;

  • Incisione dell’inserzione tarsale della palpebra inferiore;

  • Suturazione dell’inserzione a un livello più alto sul periostio orbitale, senza intaccare il legamento cantale laterale;

  • Pulizia e medicazione della ferita chirurgica.


POST OPERATORIO

Dopo l’intervento di cantopessi, si può ritornare alla vita normale di tutti i giorni già il giorno successivo all’intervento, magari indossando degli occhiali da sole per un paio di giorni, per evitare l’accesso diretto dei raggi solari a livello palpebrale.

Viene raccomandato l’utilizzo di impacchi di ghiaccio per attutire l’edema che può verificarsi e si possono assumere antidolorifici FANS qualora si dovessero avvertire dei lievi dolori o sensazioni di fastidio, in ogni caso di durata fugace.

RISCHI E COMPLICAZIONI

Molto raramente, a seguito dell’intervento di cantopessi possono riscontrarsi delle complicazioni come:

  • Edema e turgore della palpebra;

  • Mancata elevazione dell’angolo cantale laterale, con aspetto cadente dell’occhio;

  • Deficitaria elevazione dell’angolo cantale laterale;

  • Sanguinamenti modesti;

  • Formazione di cicatrici ipertrofiche;

  • Reazione allergica alla sostanza anestetizzante.


FONTI:

  • Simone Grappolini. Blefaroplastica e tecniche ancillari. Padova: Piccin; 2008.

  • Marco Peduzzi, Paolo Nucci. Milano: McGraw-Hill; 2012.

  • Valerio Cervelli, Benedetto Longo. Chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica. Pisa: Pacini; 2021.


Articoli correlati

Accesso contenuti completi

x