Epiluminescenza

Autore: Dott. Coricciati Luigi

Del: 04/12/2018

L'epiluminescenza è un esame che si utilizza per il controllo regolare dei nei e la prevenzione di un tumore della pelle, il melanoma. L’epiluminescenza è un test che permette di esaminare in modo approfondito le lesioni pigmentate della pelle rappresentate ad esempio dai nei e di riconoscere i tumori nelle fasi iniziali della loro comparsa in modo precoce ed in particolare il melanoma maligno.

Alcuni nei hanno caratteristiche diverse dalla norma e per tali ragioni l’epiluminescenza risulta utile per il loro riconoscimento.

L'epiluminescenza viene raccomandata dal medico per diversi motivi, ad esempio se si presenta un numero elevato di nei oppure particolari caratteristiche particolari della cute. Inoltre, è consigliabile se si è notato un cambiamento di forma, colore o dimensioni in modo repentino di un neo. L'esame di epiluminescenza consiste nell'osservazione delle anomalie o delle lesioni della pelle tramite strumenti ottici, questa tecnica ne permette la memorizzazione digitale delle immagini, in modo da poter seguire nel tempo le eventuali evoluzioni.


Epiluminescenza: di cosa si tratta

L'epiluminescenza è una tecnica diagnostica innovativa, utile per riconoscere preventivamente il melanoma e tutte le lesioni cutanee melanocitarie. L'epiluminescenza è una metodica non invasiva che utilizza il dermatoscopio digitale, uno strumento molto utile tramite il quale non si analizza soltanto la struttura morfologica dell'affezione, ma si individuano anche le strutture interne che la costituiscono.

L'epiluminescenza è molto utile nel favorisce il riconoscimento di eventuali forme maligne ed è utile per tutte le neoformazioni cutanee localizzate tra l'epidermide ed il derma. Il dermatoscopio digitale analizza la struttura morfologica dell'affezione, individua anche le strutture interne, favorisce il riconoscimento di eventuali forme maligne, analizzando la lesione cutanea supportato da una lente illuminata che irradia la parte con un raggio incidente.

L’epiluminescenza è una tecnica diagnostica indolore che individuando precocemente eventuali neoplasie cutanee maligne, permette di ridurre interventi chirurgici inutili tramite l'osservazione delle strutture interne che caratterizzano la lesione ed è un esame senza controindicazioni.

Attraverso l’epiluminescenza vengono osservate le lesioni pigmentate e si possono individuare le caratteristiche strutturali anomale del melanoma ed è possibile constatare una condizione benigna senza la necessità di ricorrere alla biopsia. L’epiluminescenza è anche molto utile nella diagnosi di lesioni cutanee non pigmentate.

Per quanto riguarda l’efficacia dell’epiluminescenza, diversi studi hanno dimostrato che la dermatoscopia è utile nell’identificazione del melanoma ma è necessario affidarsi a mani esperte.

L’epiluminescenza è uno dei molti dispositivi medici che fanno chiarezza sullo stato attuale della ricerca scientifica considerando che la medicina è un continuo fare passi avanti nella progettazione di strumenti che possano aumentare la precisione delle diagnosi e offrire una cura rapida ed efficace.

La dermoscopia è recente, ma ha già salvato molte vite grazie a una diagnosi sempre più accurata, precoce e precisa. Sono molti i vantaggi che ha saputo portare nella lotta contro il melanoma e non solo; infatti, essa sembra migliori l’accuratezza delle diagnosi del melanoma, comprende la maggior parte delle lesioni della pelle, abbassa la richiesta di biopsie, ed è una tecnica non invasiva ed economica.

Per poter fare diagnosi precoce e quindi prevenire molti problemi in cui si può incorrere è necessario effettuare controlli periodici considerando l’alta aggressività del melanoma (tumore maligno della pelle che può insorgere su un neo qualasiasi in qualsiasi momento della vita) responsabile della gran parte dei decessi dovuti a tumori cutanei.

La precauzione del melanoma riguarda ogni persona, ma alcuni soggetti devono essere seguiti con maggiore attenzione sottoponendosi agli stessi esami proposti in precedenza, ma con maggiore frequenza, grazie al dermatoscopio digitale sulla pelle del paziente, vi sarà collegato un computer con uno schermo che ci permetterà di creare una cartella clinica personalizzata ed una mappa delle lesioni neviche.

Le immagini potranno essere confrontate con altre immagini della stessa lesione raccolte in controlli successivi, così da poter monitorare ogni minimo cambiamento.

 

Epiluminescenza e mappatura dei nei

La mappatura dei nei è una valutazione dermatologica che insieme all’epiluminescenza consente di tenere sotto controllo costante delle lesioni pigmentate presenti su tutto il corpo del paziente.

La mappatura dei nei è un’indagine diagnostica che prevede l'ispezione dell'intera superficie cutanea alla ricerca di neoformazioni neviche, tenendo monitorate nel tempo le eventuali macchie che mostrano caratteristiche atipiche.

La mappatura dei nei è un esame che andrebbe fatto almeno una volta nella vita poichè sole, tintarella artificiale e creme solari non adatte stanno facendo aumentare in molti paesi occidentali i casi di tumori della pelle, ma se scoperti tempestivamente vi è la possibilità di ricorrere a terapie efficaci con la conseguente guarigione.

I nei, di per sè, sono macchie pigmentate formate dall’accumulo di melanociti (cellule che producono melanina che è responsabile del colore della pelle).

Con la mappatura dei nei il medico ha l’opportunità di visualizzare e di memorizzare su un computer le immagini dei nei e verificare nelle visite successive eventuali cambiamenti sia di forma che di colore. È sicuramente atipico il neo che ha una forma disomogenea, che è più grande di altri, che è asimmetrico, che ha colorazioni diverse e bordi frastagliati.

L’epiluminescenza non provoca alcun dolore e dura circa mezz’ora; il medico dermatologo osserva la pelle ed i nei direttamente nel dermatoscopio se con ulteriori controlli si presentano modificazioni sul neo, bisogna allarmarsi poichè si potrebbe rendere necessaria l’asportazione chirurgica con esame bioptico ed esame istologico.

In ogni caso, grazie ad un esame precoce la guarigione è completa e la mappatura dei nei nello specifico è un controllo per la protezione dal melanoma e andrebbe effettuato periodicamente in base alle caratteristiche della propria pelle ed ai propri fattori di rischio. 

 

FONTI

https://www.issalute.it/index.php/la-salute-dalla-a-alla-z-menu/d/dermatoscopia-esami-di-accertamento

 

Coricciati Luigi

Autore

Dott. Coricciati Luigi

Medico Chirurgo
Martano (LE)

Profilo Contatta

Chiedi una consulenza gratuita all'autore

Dott. Coricciati Luigi

Articoli correlati

Dermoscopia in medicina estetica

La dermoscopia (o epiluminescenza ) in medicina estetica è una tecnica diagnostica utilizzata per diagnosticare in modo precoce il melanoma e per...

Il melasma: macchie della pelle

Il melasma è un inestetismo dermatologico asintomatico che si presenta con macchie scure, ben definite in genere sulla pelle del viso, di solito...

Macchie solari viso

Le macchie solari viso e in generale le macchie della pelle dipendono spesso dalla genetica, ma soprattutto, se le macchie del viso sono scure,...

Macchie della pelle: come riconoscerle attraverso una giusta diagnosi

Le macchie della pelle possono essere di diverso tipo e spesso generano una grande confusione. Punto di partenza è la diagnosi, necessaria non solo...

medico

Dott. Franceschini Giulio

Macchie viso; quando sono scure

Macchie sul viso , possono comparire come macchie scure marroni sulla fronte, sulle guance, ma anche sulle mani o il décolleté. Quando potrebbero...

Cicatrici e Sole sono amici?

Le Cicatrici e il Sole d’estate sono amici? E 'sempre importante proteggere la pelle dai raggi UV del sole , soprattutto quando si tratta di...

(massimo 1000 caratteri)

Commenta l'articolo