Liposuzione con radiofrequenza: la nuova frontiera nel rimodellamento corporeo

Liposuzione con radiofrequenza: la nuova frontiera nel rimodellamento corporeo


Mar 30/06/2015 | Dott. Luca Cravero

Condividi su Facebook Condividi su Twitter

La liposuzione abbinata a radiofrequenza rappresenta una delle novità più interessanti nel campo del rimodellamento corporeo in quanto permette di ottenere, in modo minimamente invasivo, un duplice risultato: la riduzione del grasso in eccesso e il rassodamento della pelle.


La liposuzione abbinata a radiofrequenza rappresenta una evoluzione della classica liposcultura che, seppur consolidata come una procedura valida ed efficace, presenta dei limiti legati al fatto che non è la sola rimozione del grasso in eccesso a rimodellare i lineamenti del corpo.


L’intervento si svolge in anestesia locale con l’ausilio di un apparecchio che consente al tempo stesso di sciogliere il tessuto adiposo in eccesso e ottenere  una progressiva retrazione cutanea in modo tale che non residui pelle molle dovuta allo svuotamento di alcuni compartimenti adiposi.


La liposuzione abbinata a radiofrequenza permette di ridurre ecchimosi post-operatorie, dolore ed effetti collaterali per un intervento meno invasivo e più efficace rispetto alla liposcultura tradizionale. I tempi di recupero risultano molto ridotti grazie alla minore traumaticità dell’intervento.


Nessuna liposcultura o altro presidio medico-chirurgico è in grado di raggiungere gli stessi risultati ottenibili con la liposuzione abbinata a radiofrequenza.


La liposuzione abbinata a radiofrequenza ha una eccellente indicazione in aree solitamente difficili per la liposcultura tradizionale quali il collo, il profilo mandibolare, l’interno coscia e le braccia.E’ inoltre un’indicazione elettiva in pazienti con una ridotta capacità elastica della cute, perché non più giovani o perché fortemente e/o ripetutamente dimagriti.


I risultati di “skintightening” ottenibili con tale procedura sono di tale portata che talvolta è possibile operare efficacemente su un addome molto lasso evitando un intervento di addominoplastica con il tradizionale lungo taglio all’altezza delle mutandine e il lungo decorso post-operatorio.


I risultati si possono vedere immediatamente, ma tendono a migliorare nel corso del tempo diventando definitivi dopo 12 settimane circa, quando il nuovo profilo corporeo si sarà assestato dopo il trattamento.


Sebbene le ultime tecnologie presentate sul mercato siano dotate di software evoluti che controllano in “real time” tutti i parametri necessari(temperatura, impedenza, profondità e potenza) affinché la procedura si svolga nella massima sicurezza, occorre ricordare che la liposuzione abbinata a radiofrequenza va eseguita solo ed esclusivamente da medici preparati e competenti.


Solo dopo un’accurata visita medica lo specialista potrà valutare se il paziente è un buon candidato per la procedura. Andranno inoltre discussi in maniera approfondita rischi e benefici per aiutare il paziente a definire delle aspettative realistiche.




Chiedi una consulenza gratuita al dott. Luca Cravero   ⇓ CONTATTA ⇓

Vuoi avere maggiori informazioni?
CONTATTA IL MEDICO

Cravero Luca

Autore

Chirurgia plastica, Medicina estetica

Torino (TO)


Articoli correlati

Radiofrequenza Viso

Gio 03/12/2020 | Dott. Caterina Bonarrigo

Radiofrequenza Viso

Mar 01/12/2020 | Dott. Tania Basile

Radiofrequenza Viso

Mar 01/12/2020 | Dott. Tania Basile

Ethigate: primo sistema di certificazione con blockchain per Medici e contenuti scientifici in Italia. 

  • Più sicurezza, grazie alla certificazione digitale dell'identità
  • Articoli e contenuti originali di qualità
  • Più attenzione alla tua privacy
Ethigate
Trova Medico

Accesso contenuti completi

x