Il lifting non chirurgico del volto con l’azione combinata di filler e ultrasuoni

Il lifting non chirurgico del volto con l’azione combinata di filler e ultrasuoni


Sab 01/08/2015 | Dott. Ginevra Migliori

Condividi su Facebook Condividi su Twitter

Il lifting del volto è indicato per migliorare il cedimento dei tessuti molli e della pelle dovuto all’ invecchiamento o al dimagrimento.


Per ottenere il lifting del volto, abbiamo a disposizione due strade: quella chirurgica, che garantisce ottimi risultati anche nei pazienti che presentano un cedimento severo oppure abbondante eccesso di pelle. L’intervento chirurgico di contro, presenta dei rischi elevati di potenziali complicanze, necessita di anestesia generale, di ricovero ospedaliero ed impone al paziente un periodo di riposo e di cure di almeno 2 settimane. Infine nel volto del paziente si renderanno evidenti le cicatrici chirurgiche, ed il risultato estetico non sarà mai totalmente naturale.  La seconda strada è quella non chirurgica, o come è solito dirsi “senza bisturi”, si basa sull’associazione di filler e ultrasuoni micro focalizzati, tecniche non invasive, che permettono il “3D Vectoring Lifting”.Con questa associazione di tecniche, ci sarà una forte stimolazione dei processi di rinnovamento cellulare si potrà ottenere un effetto lifting naturale, sia per trazione della pelle, che delle fasce muscolari, ed il ripristino dei volumi.


 


Gliultrasuoni focalizzati hanno la capacità di penetrare a una predefinita profondità dalla pelle, raggiungere il tessuto sottocutaneo e la fascia dei muscoli, e rilasciare un’elevata energia sotto forma di calore, in grado di provocarne il rimodellamento attraverso delle coagulazioni puntiformi. Questi punti di coagulazione, hanno una definita dimensione e una distanza gli uni dagli altri, e sono alternati da aree di tessuto intatto (tecnica frazionale). Proprio dalle aree di tessuto intatto, inizia una forte rigenerazione del tessuto con la formazione di abbondante collagene endogeno.


Pertanto con gli ultrasuoni,si ottiene un iniziale effetto lifting dovuto alla contrazione del tessuto fasciale e sottocutaneo, e successivamente un ulteriore effetto lifting per la produzione di nuovo collagene. Il vantaggio degli ultrasuoni focalizzati è quello di poter attraversare la pelle, senza causare su di essa alcun effetto termico e quindi di potenziale complicanza.


La metodica, in pochi anni è divenuta molto popolare negli USA, anche tra le Stars, in quanto è in grado di garantire ottimi risultati senza la necessità di anestesia. Inoltre è un trattamento sicuro, e permette, a chi vi si sottopone, di riprendere immediatamente tutte le normali attività della vita quotidiana.


 


I filler più avanzati sono prodotti biocompatibili al 100%per cui non è necessario effettuare alcun test allergico prima del trattamento.I filler di qualità sono prodotti molto sicuriche possono vantare studi clinici e approvazioni da enti di controllo sanitari. L’azione dei filler più innovativi va oltre il semplice effetto volumizzante e riempitivo: questi prodotti sono in grado di stimolare la produzione di nuove fibre collagene garantendo un effetto più duraturo nel tempo.


L’associazione degli ultrasuoni e di filler tecnologicamente avanzati è utilizzata per il “3D Vectoring Lifting”.Il profilo del volto giovane visto di fronte, forma una “V” ed è caratterizzato da tessuti tonici, dai volumi regolari e con bordi lineari e regolari.Con il processo d’ invecchiamento, i tessuti molli del volto vanno incontro ad una progressiva discesa verso il basso, con perdita di tono, elasticità e riduzione dei volumi. Queste modificazioni determinano un’inversione della “V “del profilo del volto, che si trasforma in una “V” rovesciata.


Con gli ultrasuoniè possibile attuare il lifting dei tessuti attraverso la contrazione delle fasce e la produzione di nuovo collagene, e quindi invertire nuovamente la V. Con i filler più innovativi è possibile potenziare l’effetto di ringiovanimento del volto, non solo ripristinando i volumi persi, ma potenziando la produzione di nuovo collagene nel tessuto sottocutaneo, quindi più superficialmente rispetto agli ultrasuoni.


I migliori risultati nel 3D Vectoring Lifting,si ottengono in persone giovani, con età compresa dai 35 ai 55 anni, che presentano un cedimento dei tessuti del volto e del collo lieve o moderato ed una diminuzione dei volumi del volto lieve. Questa indicazione è giustificata dal fatto che i tessuti delle persone giovani, sono in grado di produrre maggiori quantità di collagene naturale, tali da produrre l’effetto lifting. Inoltre, quanto la persona presente un cedimento ed uno svuotamento dei volumi marcato, sarà necessario ricorre alla chirurgia del lifting e del lipofilling, in quanto il 3D Vectoring Liftingcon filler e ultrasuoni non potrà garantire risultati apprezzabili.




Chiedi una consulenza gratuita al dott.ssa  Migliori Ginevra ⇓ CONTATTA ⇓

Vuoi avere maggiori informazioni?
CONTATTA IL MEDICO

Migliori Ginevra

Autore

Chirurgia plastica,Medicina estetica

Massa (MS)


Articoli correlati

Lifting non chirurgico

Mer 16/09/2020 | Dott. Francesco Ricciuti

Lifting non chirurgico

Mar 25/08/2020 | Dott. Fabio Corazzi

Lifting non chirurgico

Ven 31/07/2020 | Dott. Ludovico Palla

Ethigate: primo sistema di certificazione con blockchain per Medici e contenuti scientifici in Italia. 

  • Più sicurezza, grazie alla certificazione digitale dell'identità
  • Articoli e contenuti originali di qualità
  • Più attenzione alla tua privacy
Ethigate
Trova Medico

Accesso contenuti completi

x