Laser per capillari, un trattamento mirato

Laser per capillari, un trattamento mirato


Dom 31/05/2015 | Dott. Tania Basile

Condividi su Facebook Condividi su Twitter

Per chi soffre di fragilità capillare accompagnata da capillari rotti, il laser rappresenta un trattamento mirato. L’Energia della luce del laser è concentrata solo sulla zona da trattare, viene poi trasferita dal laser alla vena, provocandone la chiusura, e il riassorbimento dai vasi sanguigni. Poiché la vena non trasporta più sangue, viene riassorbita ed eliminata in modo fisiologico dall’organismo; così si eliminano i capillari rotti.


Perché si rompono i capillari?


I capillari sono i più piccoli vasi sanguigni dell’organismo che collegano le arterie alle vene. Quando questi capillari si restringono o si allargano rapidamente, le loro pareti, che sono molto sottili, possono strapparsi e il sangue può fuoriuscire, facendo comparire così delle linee sottili di colore rosso o viola sulla pelle.
Mentre queste linee spesso non sono dolorose, né provocano danni al sistema circolatorio, possono risultare antiestetiche.


Proprio per questa ragione si ricorre ad un trattamento laser per i capillari per rimuoverli.


I capillari rotti quando si presentano come una ragnatela sono noti anche come teleangectasie.
Le Teleangectasie sono piccoli vasi superficiali (il calibro di questi vasi varia tra 0,1 e 3 millimetri) eccessivamente dilatati, che si possono formare su qualsiasi parte del corpo, in modo particolare sul viso e sulle gambe.


Sintomi
I capillari sono innocui e generalmente non causano dolore o fastidio al contrario delle vene varicose (grandi vene ingrossate). I capillari sono un inestetismo.


Perché si ha fragilità capillare?


I Capillari rotti potrebbero comparire quando la pelle è più sottile o sensibile, come quella del viso, in particolare delle guance e del naso.


I Fattori che possono influire sulla formazione dei capillari sono:



  • Caldo

  • Vento forte

  • Scottature

  • Pressione

  • Traumi al viso

  • Rosacea

  • Pelle secca


 


Quali sono le cause?


Sia i capillari rotti che le vene varicose, sono generalmente il risultato di una insufficienza venosa, una condizione in cui il sangue venoso in circolazione ristagna a causa di una eccessiva pressione e la funzione di drenaggio è compromessa. A sua volta, l’insufficienza venosa è causata anche da un danno alle valvole venose che normalmente impediscono il reflusso di sangue. Le valvole in genere possono essere danneggiate per due ragioni:



  • Pressione eccessiva

  • Indebolimento delle pareti dei vasi


Pertanto, le variazioni di pressione, aumentano e alterano il drenaggio del sangue contribuendo così alla formazione sia dei capillari rotti che delle vene varicose.
Per questo motivo nel corso della consultazione il medico valuta attentamente la condizione fisica del paziente, con particolare attenzione ad alcuni fattori che possono determinare l'insorgenza e la formazione di capillari e di vene varicose, tra cui:



  • Età

  • Sistema endocrino e dosaggi ormonali

  • Obesità

  • Peso yo-yo, l’aumento e la perdita repentina di peso ripetuta nel tempo

  • Sforzo fisico

  • Esposizione al sole



Nel Viso le vene sono leggermente diverse, sono piccole e non sono sottoposte ad una pressione eccessiva, non subire danni alle valvole della vena. Una combinazione di danni diretti alle pareti dei vasi e l'eccessiva e prolungata dilatazione (ad esempio a causa di un'infiammazione cronica o irritazione) è visibile con la rottura dei capillari.
Le cause più comuni per la rottura dei capillari del viso sono:



  • Esposizione al sole

  • Infiammazioni come la rosacea


Trattamenti


Purtroppo, una volta che i capillari si sono formati, i trattamenti conservativi, come i farmaci, integratori orali e prodotti topici, sono moderatamente efficaci.


Laser per i capillari


Recentemente, diversi tipi di laser vascolari danno dei buoni risultati. I laser vascolari sono il trattamento di elezione per i capillari del viso e delle gambe. 
Il laser emette un breve impulso di luce che viene selettivamente assorbito dai globuli rossi all'interno delle vene indesiderate. Ciò comporta la distruzione delle vene indesiderate con effetti minimi sul tessuto circostante.
Il laser fornisce all’esterno il raffreddamento delle zone circostanti per non danneggiarle, mentre la sua azione rimane quella di colpire in modo mirato i vasi sanguigni da eliminare sotto la pelle.
Una buona risposta è visibile dopo 1 o 2 trattamenti.
Le Vene più grandi sono a volte meno sensibili e possono richiedere un trattamento aggiuntivo con micro-sclero terapia.


Sedute necessarie
Il numero di trattamenti necessari per eliminare completamente i capillari rotti varia in base al numero e l'aspetto dei capillari. Una vasta rete di capillari può richiedere diversi trattamenti, mentre i capillari più piccoli possono scomparire dopo un trattamento.
Il trattamento di solito dura 30 minuti o anche meno.


Ci sono effetti collaterali?


Tra gli effetti secondari del trattamento laser capillari ci sono:



  • Rossore. La pelle sarà arrossata dove è stato eseguito- Trattamento laser. Questo è temporaneo e di solito si risolve entro 12/24 ore. In rari casi, il rossore può persistere da 2 a 4 giorni

  • Gonfiore. Questo è di solito mite e scompare entro 2/4 giorni

  • Formazione di croste. Si potrebbero formare delle croste che cadranno entro 5/7 giorni

  • Iperpigmentazione. Si potrebbe avere la formazione temporanea di macchie scure. Il colorito della pelle normale si riacquista dopo circa 6 mesi dal trattamento. 

  • Cambiamenti strutturali e cicatrici. Che possano rimanere cicatrici è possibile per qualsiasi trattamento laser

  • Lesioni agli occhi. Per prevenire lesioni agli occhi si dovranno indossare degli occhiali protettivi durante il trattamento.

  • Risoluzione incompleta. In alcuni casi, non si raggiunge il risultato desiderato.


Il laser capillari è doloroso?
Il laser provoca una sensazione di bruciore lieve. La maggior parte dei pazienti tollerano il laser per i capillari senza dover ricorrere all’anestesia. Un gel freddo viene applicato sulla pelle appena prima del trattamento che riduce qualsiasi disagio. Se si deve trattare una zona del corpo abbastanza vasta si potrebbe ricorrere all’uso di una crema anestetica che può essere applicata sulla pelle poco prima del trattamento.


Dopo il trattamento si possono riformare i capillari?
Di solito le vene trattate non ricompaiono. Tuttavia, se si ha la predisposizione a questo problema si potranno formare delle nuove vene che richiederanno altri trattamenti.


Prevenzione


Come per molte altre problematiche mediche, Se si ha familiarità con la formazione di vene varicose e capillari rotti e si vedono i primi segni, si consiglia di ridurre al minimo il rischio che la situazione degeneri.


L’età, l'ereditarietà e gli ormoni, sono fattori per i quali si può fare poco o nulla. Se è possibile, si deve cercare di ridurre la pressione sulle gambe, evitando di stare troppo tempo in piedi o sollevare carichi pesanti.


Per evitare che i capillari si rompano sul viso:



  • Proteggere il viso da esposizione al sole

  • Evitare irritazioni cutanee

  • Trattare l'infiammazione della pelle del viso (se presente) immediatamente

  • Alcune sostanze fitoterapiche, sono molto efficaci per ridurre l'insufficienza venosa, rafforzando le pareti dei vasi. Poiché l’insufficienza venosa è correlata ai capillari rotti e alle vene varicose (almeno nelle gambe), è possibile che i principi attivi che agiscono rinforzando la parete dei vasi possano impedire o anche ridurre la comparsa di varici e capillari rotti.


Tra i prodotti fitoterapici più comuni ci sono:


  • Rutina

  • estratti di semi d'uva

  • Centella


Prima di ricorrere al laser capillari cambiare lo stile di vita aiuta.
Modificare il proprio stile di vita è molto importante e questo include evitare un'eccessiva esposizione al sole, consumo eccessivo di alcol, calore (bagni caldi e docce), cibi e bevande caldi. 



Continua a leggere...
La scleroterapia

Vuoi avere maggiori informazioni?
CONTATTA IL MEDICO


Articoli correlati

Sclerosanti

Gio 03/12/2020 | Dott. Caterina Bonarrigo

Sclerosanti

Mar 01/12/2020 | Dott. Tania Basile

Sclerosanti

Mar 01/12/2020 | Dott. Tania Basile

Ethigate: primo sistema di certificazione con blockchain per Medici e contenuti scientifici in Italia. 

  • Più sicurezza, grazie alla certificazione digitale dell'identità
  • Articoli e contenuti originali di qualità
  • Più attenzione alla tua privacy
Ethigate
Trova Medico

Accesso contenuti completi

x