Gluteoplastica SMS (Sub Muscolar Safe)

Gluteoplastica SMS (Sub Muscolar Safe)


Lun 13/07/2020 | Dott. Mario Gioia

Condividi su Facebook Condividi su Twitter

Sono parecchi anni che la chirurgia del rimodellamento dei glutei mostra una crescita degli interventi richiesti dai pazienti impressionante. Se ne parla forse meno rispetto agli altri interventi di chirurgia plastica, quali possono essere ad esempio una mastoplastica additiva o una rinoplastica, interventi da sempre tra i più richiesti. Negli ultimi anni, anche la gluteoplastica inizia ad essere un intervento richiesto abbastanza frequentemente.

Ma perché ricorrere ad una gluteoplastica? I motivi sono svariati. Partiamo dal presupposto che i glutei sono uno dei distretti corporei espressione di sensualità e seduzione sia per la donna e sia per l’uomo. Un “lato B” è considerato perfetto quanto è alto, sodo e pieno.

Spesso nelle donne molto magre anche i glutei lo sono, per cui come spesso si va ricercare un aumento del volume del seno per sentirsi più sensuali e in armonia con il proprio corpo, lo si fa anche per il gluteo. In questi casi quello che si cerca non è ovviamente un grande aumento di volume, che “stonerebbe” su un fisico minuto, ma più un riempimento e un rimodellamento. Il risultato che si cerca è il più possibile naturale, nel rispetto degli attuali trend di chirurgia e medicina estetica.

Altro motivo per il quale può essere richiesta una gluteoplastica è un cedimento del muscolo: il gluteo perde sia volume e sia tonicità. Per poterlo “tirare su”, deve essere rassodato e riempito. Questo è un problema che si verifica di frequente con l’età, perché legato anche al cedimento del tessuto cutaneo in generale, ma può essere legato anche ad un’estrema sedentarietà che fa perdere nel tempo tonicità al muscolo.

La gluteoplastica è quindi un intervento che può essere richiesto ad ogni età, più frequentemente dalle donne e meno dagli uomini, per i quali l’aspetto estetico del gluteo non è al primo posto nelle priorità. Il protocollo chirurgico viene ovviamente personalizzato per ogni paziente, ai fini di ottenere risultati naturali e in armonia con il resto del corpo e della persona.

Nonostante la crescente richiesta, le tecniche chirurgiche, specie per l'aumento dei glutei erano indaginose, troppo spesso gravate da un indice di complicanze elevato e dal risultato incerto, e in ogni caso con tempi di ripresa lunghi e dolorosi.

In particolare, la tecnica di gluteoplastica trans muscolare presenta delle enormi difficoltà tecniche nel confezionare una corretta tasca trans muscolare, mentre in ogni caso il dolore legato alle manipolazioni del muscolo è enorme e difficile da gestire.
Alcuni anni fa un medico francese nel tentativo di correggere una gluteoplastica trans muscolare in una paziente estremamente magra posizionò la protesi nel piano sottomuscolare. Il risultato fu immediatamente eccellente sia per quanto riguarda l’aspetto estetico che per quanto riguardava il dolore e la ripresa funzionale.

L’accurato studio anatomico della regione glutea e lo studio del decorso del nervo sciatico, hanno portato alla messa a punto di una tecnica chirurgica semplice ma sofisticata allo stesso tempo, capace di dare una nuova svolta alla chirurgia protesica dei glutei. La tecnica così ideata per le sue caratteristiche fu chiamata SMS acronimo di Sub Muscolar Safe.

Tecnica SMS: come funziona


Personalmente ho avuto la fortuna di poter partecipare ai corsi sia di anatomia che di chirurgia tenuti dal Dr. Petit, ideatore della tecnica SMS, avendo la possibilità di accedere al suo bagaglio di esperienza e apportando, come sempre succede, delle piccole modifiche tecniche che, condivise con l’ideatore della tecnica, hanno ulteriormente migliorato la tecnica chirurgica e il trattamento del post operatorio.

La tecnica prevede la realizzazione dell'intervento in anestesia locale con analgesia endovenosa in regime ambulatoriale.
La durata dell’intervento è scesa dalle 3 ore della tecnica trans muscolare, ai 40 minuti della sub muscolare; la degenza è limitata a un paio d’ore e la paziente deve immediatamente stare distesa sulla schiena, sedersi e muoversi così fa fare assestare immediatamente le protesi.

Il controllo del dolore è affidato a dei normali antidolorifici e la ripresa lavorativa è praticamente immediata.
Questa scelta anestesiologica consente, inoltre, di fare alzare la paziente durante l'intervento e valutare il corretto posizionamento della protesi e il suo volume.
Il numero di complicanze è praticamente nullo mentre il risultato estetico è eccellente nella maggioranza dei casi.

In definitiva questa tecnica rappresenta una vera rivoluzione rispetto alla tecnica tradizionale, eliminando gran parte dei problemi tecnici della transmuscolare, creando una nuova possibilità all’effettivo miglioramento del lato B.

Vuoi avere maggiori informazioni?
CONTATTA IL MEDICO


Articoli correlati

Gluteoplastica

Mar 01/12/2020 | Dott. Tania Basile

Gluteoplastica

Lun 23/11/2020 | Dott. Giulio Giammarioli

Gluteoplastica

Lun 16/11/2020 | Dott. Giuseppina Ambrosio

Ethigate: primo sistema di certificazione con blockchain per Medici e contenuti scientifici in Italia. 

  • Più sicurezza, grazie alla certificazione digitale dell'identità
  • Articoli e contenuti originali di qualità
  • Più attenzione alla tua privacy
Ethigate
Trova Medico

Accesso contenuti completi

x