Ultrasuoni microfocalizzati: il futuro della chirurgia rigenerativa

04 Novembre 2017 | Spano Andrea

Il Dott. Spano, servendosi di alcune statistiche di interventi, ci parla degli ultrasuoni microfocalizzati, dell'importanza di rivolgersi sempre e solo a professionisti estremamente esperti e della selezione del paziente.

Gli ultrasuoni Microfocalizzati sono la nuova tecnologia, approvata FDA, che in assenza di invasività, garantiscono risultati di ringiovanimento naturale e armonioso.

Gli ultrasuoni microfocalizzati riscaldano in maniera controllata e sempre sotto guida ecografica le fasce muscolari. Questo provoca una stimolazione dei fibroblasti nella produzione di collagene (neocollagenesi) in modo naturale.

Bisogna dosare l’applicazione degli ultrasuoni ed è indispensabile selezionare i pazienti in base alla conformazione anatomica dei tessuti.
Rappresentano il futuro della medicina rigenerativa.

Gli ultrasuoni Microfocalizzati sono ideali per uomini e donne che necessitano un immediato ritorno alla propria vita senza dover sopportare il peso di tempi di recupero post trattamento.

Negli ultimi anni sono stati eseguiti più di 900 mila di trattamenti di ultrasuoni microfocalizzati senza effetti collaterali se non un rossore che dura poche ore.
Raccomanda di rivolgersi esclusivamente a chirurghi altamente qualificati perché sono apparecchiature molto potenti e devono essere utilizzati solo da esperti.

Ethigate: primo sistema di certificazione con blockchain per Medici e contenuti scientifici in Italia. 

  • Più sicurezza, grazie alla certificazione digitale dell'identità
  • Articoli e contenuti originali di qualità
  • Più attenzione alla tua privacy
Ethigate
Trova Medico

Accesso contenuti completi

x