Il lifting non chirurgico con ultrasuoni per ringiovanire viso, collo e décolleté

Il lifting non chirurgico con ultrasuoni per ringiovanire viso, collo e décolleté


Sab 01/08/2015 | Dott. Ester D'Amore

Condividi su Facebook Condividi su Twitter

L’arrivo del lifting non chirurgico con ultrasuoni rientra sicuramente tra le tappe più importanti della medicina estetica moderna perché rappresenta la prima soluzione non invasiva in grado di trattare in profondità e con risultati estremamente naturali il rilassamento cutaneo di viso, collo e décolleté.


Il lifting non chirurgico con ultrasuoni: sogno o realtà?


Quasi tutti i pazienti che entrano nel mio studio desiderano vedere sul loro volto un effetto lifting. Vogliono prima di ogni altra cosa ritrovare la freschezza, la tonicità e la definizione che avevano un tempo. Il lifting non chirurgico con ultrasuoni microfocalizzati trasforma in realtà il sogno di tutti quei pazienti che hanno sempre desiderato ritrovare la tonicità della propria pelle, ma non erano adatti o indicati per la chirurgia oppure avevano timore dei trattamenti iniettivi.


Come funziona il lifting non chirurgico con ultrasuoni?


Il lifting non chirurgico con ultrasuoni si basa sulla capacità degli ultrasuoni di raggiungere precise profondità generando calore solo nel punto focale e lasciando del tutto illesa la superficie della pelle. Quello che gli ultrasuoni microfocalizzati determinano è uno shock  termico puntiforme del tessuto muscolare raggiungendo la temperatura ideale per provocare una contrazione e una denaturazione delle fibre collagene esistenti avviando una rigenerazione del collagene a livello della cute, del sottocute e dello strato muscolare superficiale.


Come si esegue il lifting non chirurgico con ultrasuoni?


Il lifting non chirurgico con ultrasuoni si esegue tramite una particolare sonda ecografica che si fa scorrere sulla pelle con l’ausilio di un gel. Un’immagine ecografica dei tessuti consente di visualizzare le aree e le profondità di trattamento ideali dove direzionare gli ultrasuoni microfocalizzati. Il lifiting non chirurgico con ultrasuoni si esegue in una sola seduta della durata di circa un’ora, ma variabile a seconda delle zone da trattare e del tipo di protocollo selezionato.


Quali sono i risultati del lifting non chirurgico con ultrasuoni?


Il calore prodotto dagli ultrasuoni stimola l’organismo a produrre nuovo collagene, la proteina strutturale che rende i tessuti tonici e compatti e che tende a indebolirsi e diminuire con il trascorrere del tempo. Essendo la neocollagenesi un naturale processo dell’organismo, i risultati del lifting non chirurgico con ultrasuoni richiedono dei tempi biologici. Il miglioramento è naturale e progressivo, si manifesta in circa due o tre mesi e raggiunge il suo apice nell’arco dei sei/dodici mesi successivi. La pelle risulterà più tonica e compatta, viso e collo appariranno naturalmente liftati e il décolleté più levigato.


Esistono studi scientifici sul lifting non chirurgico con ultrasuoni?


Il lifting non chirurgico con ultrasuoni nasce da una lunga ricerca scientifica sull’azione degli ultrasuoni microfocalizzati, originariamente sperimentati e tuttora impiegati in campo oncologico. Con un’ampia documentazione clinica, il lifting non chirurgico con ultrasuoni microfocalizzati ha mostrato solide basi scientifiche e un elevato profilo di sicurezza anche in ambito medico-estetico, dove viene impiegato per il trattamento profondo della lassità cutanea.


Chi è il paziente ideale per il lifting non chirurgico con ultrasuoni?


La tipologia di pazienteche può sottoporsi al lifting non chirurgico con ultrasuoni è piuttosto varia.Si tratta di uomini e donne, con qualsiasi fototipo e di età compresa tra i 30 e gli 80 anni. All’interno di questo ampio range di età esistono chiaramente delle differenze nei risultati ottenibili che sono di norma migliori in presenza di una lassità lieve o moderata. Come per tutte le procedure mediche, una accurata visita preliminare permetterà di verificare le condizioni del paziente e valutare aspettative, esigenze, eventuali benefici e controindicazioni al lifting non chirurgico con ultrasuoni. Il trattamento rappresenta una buona alternativa al lifting tradizionale per quei pazienti non ancora pronti per la chirurgia o che vogliono mantenerne i risultati.


Il lifting non chirurgico con ultrasuoni è adatto anche per gli uomini?


Il lifting non chirurgico con ultrasuoni è molto apprezzato anche dal pubblico maschile, che difficilmente si sottopone a trattamenti di medicina estetica per timore di vedere alterati i propri tratti anatomici. Con il lifting non chirurgico con ultrasuoni è possibile ottenere un risultato progressivo e naturale, che tonifica il viso senza modificarne i lineamenti.


L’esperienza di lifting non chirurgico con ultrasuoni di Alessandro


Un caso che ho affrontato di recente è quello di Alessandro, imprenditore di 68 anni, che si è presentato nel mio studio lamentando un rilassamento della pelle di viso e collo e una perdita di definizione del profilo mandibolare. Conducendo una vita molto attiva ed essendo una persona attenta al proprio aspetto, Alessandro desiderava apparire più fresco e riportare indietro il tempo di qualche anno. La sua prima richiesta è stata però quella di non modificare i suoi tratti e non fargli assumere un aspetto artefatto. Dopo aver esaminato la sua situazione gli ho proposto il lifting non chirurgico con ultrasuoni che ha accettato con entusiasmo. A distanza di due mesi Alessandro è già soddisfatto dei primi risultati che continueranno comunque a migliorare nelle prossime settimane.


Esistono altre applicazioni del lifting non chirurgico con ultrasuoni?


In oltre vent’anni di esperienza nel campo della medicina estetica ho assistito a molti grandi cambiamenti: nei prodotti, nelle tecniche e anche nei canoni di bellezza. Il lifting non chirurgico con ultrasuoni è un trattamento studiato esattamente per le nuove esigenze: non è invasivo, basta una sola seduta, è scientificamente validato e garantisce risultati estremamente naturali. Gli ultrasuoni microfocalizzati possono trattare anche l’iperidrosi ascellare e sono in corso degli studi sperimentali sul trattamento della lassità del corpo. Laddove necessario, il lifting non chirurgico con ultrasuoni microfocalizzatipuò essere abbinato a trattamenti iniettabili come filler o tossina botulinica.




Chiedi una consulenza gratuita al dott.ssa Ester D' Amore ⇓ CONTATTA ⇓

Vuoi avere maggiori informazioni?
CONTATTA IL MEDICO


Articoli correlati

Lifting non chirurgico

Gio 03/12/2020 | Dott. Caterina Bonarrigo

Lifting non chirurgico

Mar 01/12/2020 | Dott. Tania Basile

Lifting non chirurgico

Mar 01/12/2020 | Dott. Tania Basile

Ethigate: primo sistema di certificazione con blockchain per Medici e contenuti scientifici in Italia. 

  • Più sicurezza, grazie alla certificazione digitale dell'identità
  • Articoli e contenuti originali di qualità
  • Più attenzione alla tua privacy
Ethigate
Trova Medico

Accesso contenuti completi

x