Accesso
Dottori
Falloplastica o allungamento del pene

Falloplastica o allungamento del pene


Mer 09/12/2015 | Dott. Tania Basile

Condividi su Facebook Condividi su Twitter

Revisione: 01/06/2021

La falloplastica, è l’intervento chirurgico di aumento del pene.
In genere parlare di genitali maschili o del pene è molto imbarazzante. La falloplastica cerca di correggere le dimensioni del pene, di aumentare sia la lunghezza che la circonferenza (larghezza) del pene.
Un pene più piccolo della media, funziona  bene, l’unico problema è culturale, le dimensioni potrebbero influire sull'autostima.

Come funziona la falloplastica?


La chirurgia ai genitali maschili nota come falloplastica include:

  • allungamento, dove l'aumento è nella lunghezza del pene (sezione del legamento sospensore)

  • aumento della circonferenza o larghezza del pene, con l'uso di tecniche di trasferimento di grasso


Spesso per creare un aspetto più naturale sia l’allungamento che l’aumento della circonferenza vengono eseguite:

  • contemporaneamente

  • singolarmente


E 'anche importante avere aspettative realistiche per evitare delusioni.

Che cosa accade durante La falloplastica?


Nella prima visita con un chirurgo si dovranno discutere:

  • le aspettative

  • i risultati

  • le ragioni per volere la chirurgia del pene

  • idoneità per questo tipo di chirurgia


in questa fase si devono ottenere più informazioni possibile per una scelta consapevole  e per assicurarsi di ricevere risposte soddisfacenti a tutte le domande.
La storia medica individuale è indispensabile, per assicurarsi che non ci siano motivi che impediscano l' intervento.
Le fotografie saranno prese dal medico per il confronto “prima e dopo”

Che cosa accade durante l’intervento di falloplastica?


Anestesia
La chirurgia del pene è di solito eseguita in anestesia locale con sedazione, ma si potrebbe anche dover ricorrere all’uso dell’anestesia generale.
Un anestetico generale comporta ulteriori rischi potenziali. Prima dell’intervento il chirurgo prima di prendere qualsiasi decisione circa l'anestetico dovrà informare il paziente.


Quanto dura la falloplastica?


Se si decide di procedere con la chirurgia del pene, la procedura può avvenire in una clinica di chirurgia ambulatoriale, dove si può andare a casa il giorno stesso. L'intervento di solito dura circa 1-2 ore, a seconda se si dispone le procedure di allungamento o di aumento in quanto tali o entrambi.

La falloplastica: Che cosa accade durante l’allungamento


In una procedura di allungamento viene fatta una piccola incisione sopra alla base del pene, e viene tagliato il legamento che sospende, correndo dall'osso pubico alla parte superiore del pene. Ciò provoca una discesa del pene che così risulterà allungato, anche se il guadagno effettivo dipenderà da persona a persona. Il legamento è poi ricollegato più in basso e un lembo di pelle, tratto dalla zona dell'osso pubico, viene utilizzato per coprire la nuova estensione.
Questa operazione dell’allungamento riguarda solo il pene non in erezione, la lunghezza del pene in erezione anche dopo l’intervento rimane invariata.

La falloplastica: che cosa accade durante l’aumento della circonferenza



Per ingrandire o aumentare la circonferenza del pene, una piccola liposuzione è necessaria per il prelievo di grasso dall'addome o le cosce che possono essere trasferiti al pene. Poiché il grasso viene iniettato nel pene, si evitano cicatrici e si riduce il tempo di recupero necessario.
L'allargamento sarà visibile con e senza erezione.

La falloplastica:  Risultati temporanei


Con la procedura di aumento della circonferenza  vi è il rischio che l’organismo riassorba parte del grasso iniettato nel pene, infatti ben il 30% del grasso iniettato può essere riassorbito nei primi mesi. Per questa ragione si tende ad impiantare una quantità superiore di grasso. Se necessario, la procedura può essere ripetuta dopo 6 mesi. I risultati finali possono essere di lunga durata.

La falloplastica: quanto tempo ci vorrà per recuperare?


In genere è consigliabile riposare e recuperare per 1  settimana prima di tornare al lavoro.
L’Esercizio fisico dovrebbe essere evitato per 3 - 4 settimane e l'attività sessuale può normalmente essere ripresa in 1 mese, anche se i risultati finali dell’allungamento si hanno dopo 3 - 6 mesi.
Dopo che la guarigione sia avvenuta correttamente,  il funzionamento del pene sarà completamente normale anche per quanto riguarda la minzione.

Quali sono i rischi e le possibili complicazioni della falloplastica?


Come tutte le procedure chirurgiche, c'è sempre una possibilità di complicazioni o effetti collaterali e, anche se rari, questi possono includere:

  • Sanguinamento

  • Infezione

  • una reazione all'anestesia

  • ematoma

  • danni ai nervi

  • asimmetria

  • formazione di grumi 

  • dolore e il disagio per alcuni giorni

  • gonfiore

  • intorpidimento

  • cicatrice permanente nella zona alla base del pene (spesso mascherato dai peli pubici)


Cosa si deve fare dopo La falloplastica?


E 'molto importante seguire i consigli del medico dopo l'intervento chirurgico del pene.
I consigli post-operatori possono includere:

  • Uso di antidolorifici

  • Usare tecniche specifiche di massaggio per evitare qualsiasi asimmetria del pene e prevenire la formazione di grumi

  • Utilizzare estensori del pene dopo l'intervento chirurgico, secondo le istruzioni del chirurgo

  • Evitare l'esercizio per 3 - 4 settimane dopo l'intervento chirurgico.


Chi può eseguire La falloplastica?


Solo una formazione completa e chirurghi qualificati dovrebbero eseguire un intervento chirurgico del pene.

La falloplastica: pareri sulla chirurgia del pene


La decisione di sottoporsi alla falloplastica non è uno da prendere alla leggera anche a causa delle implicazioni psicologiche di tale intervento chirurgico.

Vuoi avere maggiori informazioni?
CONTATTA IL MEDICO


Articoli correlati

Trova Medico

Accesso contenuti completi

x