Accesso
Dottori
Combattere i segni dell'invecchiamento con i fili di biostimolazione

Combattere i segni dell'invecchiamento con i fili di biostimolazione


Mer 18/11/2015 | Dott. Annalisa Pizzetti

Condividi su Facebook Condividi su Twitter

Negli ultimi anni si è consolidato in medicina estetica l'utilizzo dei fili di biostimolazione in polidiossanone, un materiale biocompatibile e riassorbibile che può stimolare la produzione di nuove fibre collagene e contrastare la lassità cutanea dovuta all'invecchiamento e all'indebolimento strutturale dei tessuti.


 


Le tipologie di fili


Esistono tre tipologie di fili: quelli di biostimolazione, quelli di trazione e quelli di ancoraggio. Quest'ultimo tipo va applicato in strutture chirurgiche poichè richiede delle incisioni per poter ancorare il filo alle strutture del nostro corpo. I fili di trazione possiedono invece delle piccole spine che si aprono durante l'inserimento tramite ago e si agganciano al tessuto; in questo modo si va a riposizionare il tessuto ptosico. Sul volto non se ne utilizzano in genere più di due per lato.


Infine i fili di biostimolazione, a cui abbiamo già accennato, stimolano la creazione di collagene di tipo 4 cioè collagene cicatriziale e creano un effetto distensivo su pelle ipotonica. I fili generano praticamente la produzione di nuovi tessuti con le cellule di riparazione che si attivano a seguito dell'impianto del filo.


 


La procedura di impianto


Il fili e' veicolato sottocute con un ago da agopuntura sottilissimo. Una volta posizionato, si sfila l'ago e il filo rimane sottocute.


I fili vanno posizionati sottoforma di rete, con o senza anestesia a seconda della sensibilità del paziente. Possono essere impiegati sia sul viso che sul corpo, su zone come l'interno braccia, l'interno coscia, le ginocchia e il décolleté.


Su braccia e corpo vanno applicati in media 20 fili per lato per creare dei reticoli a seconda della lassità. In base al tipo di inestetismo può essere modificata la direzione e la posizione del filo in modo da riposizionare correttamente i tessuti.


L'applicazione dei fili richiede da 30 minuti a 1 ora a seconda dell'ampiezza delle zone da trattare.


Sul corpo possono essere utilizzati sia i fili di biostimolazione che quelli di trazione. Entrambi si possono applicare anche in estate, seguendo sempre i consigli e le prescrizioni dello specialista.


 


 


I possibili risultati


È importante informare il paziente che i risultati non sono visibili subito, ma dopo circa 40 giorni perchè bisogna lasciare al corpo il tempo di attivare e completare il processo di produzione di nuove fibre collagene.


L'effetto è quello di un riposizionamento dei tessuti e una diminuita lassità cutanea. Il risultato dura in media 12-15 mesi, ma poichè ogni corpo risponde diversamente agli stimoli alcuni pazienti potrebbero avere una durata inferiore o superiore.


Il trattamento può essere ripetuto prima che l'effetto svanisca del tutto così da mantenerlo nel tempo. Se si fanno ritocchi dopo un anno o un anno e mezzo non occorre poi ripetere l'intera procedura da capo. Se in caso contrario si decide di non sottoporsi più al trattamento, non ci sono problemi: terminato l'effetto dei fili i processi dell'organismo riprendono regolarmente dal punto in cui si trovano.


 


L'abbinamento con altri trattamenti


Non vi sono controindicazioni ad utilizzare i fili in abbinamento a trattamenti iniettabili o ad energia ma è importante valutare ipotetici protocolli combinati con lo specialista per analizzare con attenzione ipotetici rischi e controindicazioni legati alla specifica situazione.


Come per ogni trattamento medico occorre iniziare da un'anamnesi e una visita approfondita per stabilire il grado di invecchiamento del paziente e la presenza delle condizioni di salute basilari per affrontare il trattamento in maniera idonea.


Ricordo sempre ai miei pazienti che anche i trattamenti di medicina estetica meno invasivi sono pur sempre interventi medici e vanno affrontati seguendo tutte le procedure del caso e valutando preventivamente con lo specialista i risultati realistici che ci si può aspettare, i vantaggi, i rischi e le possibili complicanze.

Vuoi avere maggiori informazioni?
CONTATTA IL MEDICO


Articoli correlati

Ethigate: primo sistema di certificazione con blockchain per Medici e contenuti scientifici in Italia. 

  • Più sicurezza, grazie alla certificazione digitale dell'identità
  • Articoli e contenuti originali di qualità
  • Più attenzione alla tua privacy

Accesso contenuti completi

x