Innovazione estetica del volto

Innovazione estetica del volto


Dom 28/06/2015 | Dott. Nicola Zerbinati

Condividi su Facebook Condividi su Twitter

L’ invecchiamento cutaneo si manifesta a livello del volto con una perdita dei volumi una diminuzione dell’elasticità e una modificazione morfologica degli epiteli di superfice (colore e consistenza).


Dunque un trattamento globale per la cura dell’invecchiamento del volto dovrebbe prevedere una multi correzione in grado di interagire sui colori, l’elasticità, l’estensibilità dei tessuti interessati.


Tali procedure perchè siano ben tollerate dalla maggior parte dei pazienti dovrebbero avere una minima invasività e un lungo periodo di correzione estetica.


Oggi l'innovazione tecnologica attraverso una strategia “Multi Layer Therapy” propone interventi mirati con diversi farmaci e device per una efficace, sicura e duratura correzione estetica del volto.


Il lifting effect e la volumizzazione delle unità anatomo estetiche del volto vengono oggi brillantemente conseguite dagli specialisti del settore attraverso tossina botulinca e filler che hanno raggiunto alti livelli di efficacia e sicurezza attraverso una lunga ricerca e un perfezionamento continuo.


Molte metodiche sono presenti sul mercato per la riattivazione metabolica dei tessuti dermici del volto (peeling, radiofrequenze, laser), attraverso sorgenti elettromagnetiche ablative e non ablative. Tali metodiche nonostante abbiano mostrato indubbia efficacia clinica presentavano alcuni inconvenienti legati alla interazione dei trattamenti proposti con i tessuti epidermici di superficie.


Esiste oggi una nuova tecnologia, high–intensity focused ultrasound  (HIFU) per promuovere la rigenerazione controllata delle componenti fibrillari ed amorfe del tessuto dermico.  Tecnologia già applicata con successo in campo medico per il trattamento delle lesioni solide maligne e benigne la tecnologia ad ultrasuoni focalizzati si è dimostrata estremamente sicura ed efficace anche nell’induzione di micro lesioni dermiche (sino a 5mm di profondità ) che favorendo una riparazione fibroblastica, induce clinicamente un ringiovanimento cutaneo.

Il grande vantaggio della terapia ultrasonica focalizzata che ha avuto il riconoscimento da parte della FDA, è la possibilità di focalizzare il danno istologico in profondità nel tessuto dermico evitando pericolose interazioni con la componente epidermica e promuovendo un effetto lifting non chirurgico.


Questa nuova realtà terapeutica  rappresenta una ulteriore opportunità che si affianca e completa la già importante gamma di strumenti di cui gli specialisti dispongono: grazie agli ultrasuoni focalizzati,  alla tossina botulinica e ai filler, la  Multi Layer Therapy (MLT) diventa una realtà riconosciuta e promossa da diversi specialisti nel mondo che riconoscono il valore della continua ed innovativa ricerca nella cura dello skin aging.




Chiedi una consulenza gratuita al dott. Nicola Zerbinati ⇓ CONTATTA ⇓

Vuoi avere maggiori informazioni?
CONTATTA IL MEDICO

Zerbinati Nicola

Autore

Dermatologia,Medicina estetica

Bergamo (BG)


Articoli correlati

Invecchiamento Cutaneo

Mer 28/10/2020 | Dott. Pier Luca Bencini

Invecchiamento Cutaneo

Mer 28/10/2020 | Dott. Pierluigi Gigliofiorito

Invecchiamento Cutaneo

Mar 13/10/2020 | Dott. Gino Luca Pagni

Ethigate: primo sistema di certificazione con blockchain per Medici e contenuti scientifici in Italia. 

  • Più sicurezza, grazie alla certificazione digitale dell'identità
  • Articoli e contenuti originali di qualità
  • Più attenzione alla tua privacy
Ethigate
Trova Medico

Accesso contenuti completi

x