Accesso
Dottori
Iperidrosi Sintomi  e Cure

Iperidrosi Sintomi e Cure


Sab 05/07/2014 | Dott. Tania Basile

Condividi su Facebook Condividi su Twitter

L’Iperidrosi, comunemente conosciuta come sudorazione eccessiva, è un disturbo comune che produce molteplici problemi a chi ne soffre.


Si stima che circa il 2-3% degli abitanti della terra soffra di eccessiva sudorazione nelle aree delle ascelle, delle mani, dei piedi,  per non parlare dell’iperidrosi secondaria, che colpisce zone che nulla hanno in comune con quelle classiche, come:


• Testa;
• Viso;
• Tronco;
• Cosce.


Solitamente queste aree sono legate a disfunzioni di altra natura, ma rendono, comunque, la vita assai difficile a chi ne è affetto.


L’iperidrosi classica tende a iniziare nella tarda adolescenza, incominciando con il palmo della mano e i piedi. Non trattato, questo problema può durare tutta la vita.


La sudorazione è un fattore quotidiano che crea imbarazzo, macchia i vestiti, rovina i momenti di coppia e complica le interazioni sociali. Nei casi più gravi possono avere anche pesanti conseguenze logistiche, il che rende difficile tenere una penna, il volante dell'automobile o stringere la mano.


Qual è la causa dell’iperidrosi?


Le cause possono essere:


• Neurologiche;
• Metaboliche;
• Sistemiche.


La maggior parte dei casi si verificano in persone che sono sane, quando fa molto caldo, per forti emozioni, o per lo stress, ma molti soggetti sudano quasi a tutte le ore di veglia, a prescindere dal loro stato d'animo o dal tempo.


Qual è il trattamento migliore per l'iperidrosi?


Attraverso una valutazione sistematica delle cause e dei fattori scatenanti si segue un approccio graduale di trattamento ottimizzato caso per caso.


Generalmente si procede come segue:


• Antitraspiranti contenenti cloruro di alluminio;
• Antitraspiranti con prescrizione medica, che contengono esaidrato cloruro di alluminio;
• Iontoforesi, un dispositivo che passa l'elettricità attraverso la pelle con acqua di rubinetto;
• Farmaci anticolinergici che possono ridurre la sudorazione;
• Chirurgia, una procedura chiamata simpaticectomia cervicale, considerata come ultima risorsa;
tossina botulinica, recentemente approvato negli Stati Uniti dalla FDA per il trattamento dell’eccessiva sudorazione ascellare.


La simpatectomia endoscopica toracica è una procedura eseguita in anestesia generale. Una microcamera è inserita nel torace sotto le ascelle, e vengono distrutte le vie nervose associate alle ghiandole sudoripare iperattive. Questa procedura è permanente, non ci sono metodi d’inversione.


Lo svantaggio principale di questo intervento è che, mentre la simpatectomia endoscopica toracica può essere efficace nel ridurre o eliminare il sudore nell'area classica (ascelle, piedi e mani), quasi tutti i pazienti hanno un certo grado di sudorazione compensatoria in parti diverse del corpo.


La sudorazione compensatoria è eccessiva e si verifica sulla schiena, torace, addome, gambe, faccia e glutei a seguito dell’ intervento chirurgico. Il risultato finale può essere peggiore rispetto al problema dell’iperidrosi originale.

Vuoi avere maggiori informazioni?
CONTATTA IL MEDICO


Articoli correlati

Trova Medico

Accesso contenuti completi

x