Accesso
Dottori
Collagene marino e medicina estetica

Collagene marino e medicina estetica


Mar 12/10/2021 | Dott. Tania Basile

Condividi su Facebook Condividi su Twitter

Il collagene marino è una proteina ricavata da organismi marini come pesci, alghe, spugne e meduse. Il collagene è la tipologia di proteina maggiormente presente nell’organismo ed è un componente fondamentale di pelle, ossa, tendini, cartilagini, membrane e vasi sanguigni. Nella pelle il collagene permette di mantenere elasticità e tono della cute e la progressiva diminuzione del collagene nei tessuti è la principale conseguenza dell’invecchiamento. L’integrazione del collagene è alla base di diversi trattamenti di medicina estetica mirati alla biorivitalizzazione dei tessuti ed al rallentamento dell’aging.

Introduzione

La validità del collagene non può essere messa in discussione sotto il profilo medico. Il suo utilizzo ha evidenziato i tanti vantaggi che la ricerca medica può trarne in diversi campi e senza rischi per la salute degli individui. È chiaro che, a causa di epidemie come l’encefalopatia spongiforme bovina e l’afta epizootica, l’utilizzo di collagene estratto da mammiferi aumenti notevolmente le preoccupazioni di molti. C’è poi da tenere in considerazione che le tecniche per purificarlo non sono né semplici né economiche.

Un aspetto poco considerato, inoltre, è quello religioso/culturale. In molte culture l’uso di collagene bovino o suino è proibito: un esempio può essere la prescrizione all’uso di collagene suino nelle società islamiche o ebraiche, così come il collagene bovino nelle società induiste.

Il collagene marino non ha i limiti del collagene dei mammiferi, può essere estratto con minori costi ed ha una durabilità chimica e fisica decisamente migliori. L’abbondanza di collagene marino, infine, permette all’industria alimentare, cosmetica, e alla ricerca medica di risolvere il problema della sostenibilità della produzione di collagene con i metodi tradizionali.

Cos’è il collagene marino


Il collagene marino è una proteina estratta da pesci, alghe ed altri organismi marini per uso medico, alimentare, cosmetico e di ricerca. La produzione di collagene marino sta lentamente sostituendo la produzione di collagene mammifero a causa dei rischi sanitari, i costi di produzione ed i limiti imposti da alcune culture, religioni e credenze. La nuova frontiera della produzione di collagene punta ad individuare metodologie sostenibili capaci di estrarre tali sostanze dagli innumerevoli scarti ittici esistenti nel mondo.

Il collagene estratto dalle fonti marine è prevalentemente di tipo I. Collagene di tipo II e IV sono estratti da meduse e spugne marine, oltre che dalla cartilagine dei pesci. Commercialmente è presente sotto forma di integratore alimentare o come siero cosmetico. Come negli animali terrestri, il collagene marino rappresenta l’impalcatura proteica che sostiene organi e tessuti ed insieme ad acido ialuronico ed elastina uno dei principali componenti che garantisce salute, elasticità e tono alla cute.

Benefici del collagene marino


I benefici del collagene marino possono essere riassunti in:

  • Miglioramento della salute della pelle


Gli studi sul collagene marino hanno evidenziato la capacità di preservare la salute della pelle riducendo gli effetti dell’invecchiamento, aumentando l’idratazione, la produzione di fibroblasti e nuove cellule del derma.

  • Miglioramento la qualità del sonno


La glicina contenuta in grande quantità nel collagene marino aiuta molti processi fisiologici soprattutto a livello muscolare. Queste peculiarità sarebbero, secondo gli studi, interessate nel mantenimento della temperatura corporea durante il sonno.

  • Efficienza e salute dell’apparato gastrointestinale


Il collagene marino, con la sua alta concentrazione di glicina e glutammina, migliore la salute dei tessuti del tratto digerente. La glutammina è fondamentale nella vita degli enterociti mentre la glicina si è dimostrata fondamentale nelle infiammazioni.

  • Supporto per attività ed esercizio fisico


Il collagene marino, rispetto a quello tradizionale, contiene grandi quantità di glicina, fondamentale per la produzione di creatina e nel supporto dei processi che regolano il metabolismo muscolare durante lo sport e nel complesso delle attività fisiche.

  • Salute delle ossa


I benefici alla salute delle ossa sono determinati dalla capacità del collagene marino di aiutare l’organismo ad assorbire calcio, fosforo ed altri importanti minerali per la salute delle ossa.

  • Rafforzamento di unghie e capelli


Alcuni studi hanno dimostrato come l’assunzione di collagene marino aumenti la crescita e la salute di unghie e capelli.

  • Maggiore assorbimento rispetto al collagene bovino o suino


L’assorbimento del collagene marino è maggiore rispetto al collagene bovino o suino, questo perché contiene principalmente collagene di tipo I oltre che la peculiarità di poter essere scomposto facilmente durante l’assorbimento da parte dell’organismo.

  • Miglioramento dei vasi e della salute cardiaca


Anche per quanto riguarda i benefici all’apparato cardiocircolatorio, gli studi hanno dimostrato che il collagene marino migliora la salute delle pareti dei vasi, del cuore e incrementa le quantità di colesterolo “buono”.

  • Minore impatto su ambiente, economia e società


La facilità di estrazione di collagene marino dagli scarti dell’industria ittica permette di ridurre i costi di produzione e l’impatto sull’ambiente. Oltretutto, il collagene marino risolve problemi di natura etica e religiosa.

  • Biorivitalizzazione dei tessuti


Il collagene marino è fondamentale per la biorivitalizzazione di tutti i tessuti. I suoi benefici sulla pelle sono ampiamente noti, meno quelli su ossa e cartilagini, muscoli, nonché su denti e strutture annesse.

  • Industria farmaceutica


Gli studi su nuovi farmaci, capaci di avere un rilascio programmato e mirato, hanno individuato nel collagene importanti proprietà che potrebbero rendere i composti più efficienti, sicuri e stabili.

 

In collaborazione con Pasquale Ambrosio

 

Fonti:

  • Ye-Seon Lim et al, Marine Collagen as A Promising Biomaterial for Biomedical Applications, Marine Drugs, Vol.17 Is.8, 2019.

  • Daniela Coppola et al, Marine Collagen from Alternative and Sustainable Sources: Extraction, Processing and Applications, Marine Drugs, Vol.18 Is.4, 2020.

Vuoi avere maggiori informazioni?
CONTATTA IL MEDICO


Articoli correlati

Ethigate: primo sistema di certificazione con blockchain per Medici e contenuti scientifici in Italia. 

  • Più sicurezza, grazie alla certificazione digitale dell'identità
  • Articoli e contenuti originali di qualità
  • Più attenzione alla tua privacy

Accesso contenuti completi

x