Accesso
Dottori
HOME >

Cross-linked, tecnica di iniezione


Lun 09/05/2022 | Redazione Tuame

Condividi su Facebook Condividi su Twitter

DEFINIZIONE

La tecnica di iniezione cross-linked, definita internazionalmente cross-linked injection, è una procedura di medicina estetica che prevede l’iniezione multipla e seriata di determinate aree del corpo, tramite inoculazione di filler a base di acido ialuronico cross-linkato, anche noto come reticolato. L’acido ialuronico cross-linkato viene ottenuto in laboratorio in via artificiale tramite l’induzione del legame di varie molecole di acido ialuronico lineare: a differenza dell’acido ialuronico lineare, l’acido ialuronico reticolato, iniettato con la tecnica cross-linked, ha una maggiore penetrazione nel derma e una maggiore permanenza. Questa tecnica viene utilizzata per trattamenti di rivitalizzazione o per trattamenti riempitivi di zone cutanee depresse.

COS’È

La tecnica di iniezione cross-linked è una tecnica di medicina estetica che ha come scopo l’inoculazione di una speciale miscela di acido ialuronico: l’acido ialuronico cross-linkato. L’acido ialuronico è un costituente fisiologico dello strato profondo della cute, ossia il derma e assolve a svariate funzioni come l’idratazione della cute, la creazione di volume, la partecipazione ai processi di lubrificazione e protezione, la difesa di barriera contro agenti esterni etc.

Quando diverse molecole di acido ialuronico vengono sintetizzate in laboratorio e tra loro legate tramite specifici residui amminoacidici si ottiene il cosiddetto acido ialuronico cross-linkato; quest’ultimo, oltre a svolgere tutte le funzioni dell’acido ialuronico endogeno, è più resistente alla degradazione degli enzimi e quindi più duraturo a livello dermico. La tecnica di iniezione cross-linked prevede proprio l’inoculazione diretta nel derma di questo tipo di acido ialuronico per il trattamento di aree avvallate della cute o per la rivitalizzazione, sempre su indicazione del medico di medicina estetica.

INDICAZIONI

La tecnica di iniezione cross-linked di acido ialuronico reticolato ha il fine di mimare le azioni biologiche svolte dall’acido ialuronico endogeno e dunque trova applicazione in tutti quei casi in cui è necessario creare una sorta di impalcatura strutturale per conferire un tono e una forma a un tessuto in via di flaccidità, o di decadenza. L’acido ialuronico induce anche la proliferazione, la migrazione e il differenziamento delle cellule dermiche, utili nella rivitalizzazione.

In particolar modo, la tecnica di iniezione cross-linked viene applicata nelle cosiddette “zone difficili” del corpo, come:


  • La superficie interna delle cosce;

  • La superficie estensoria delle braccia;

  • La regione toracica sovra-mammaria;

  • Ginocchia e gomiti;



PRE-TRATTAMENTO

La tecnica di iniezione cross-linked con acido ialuronico reticolato viene effettuata dal medico di medicina estetica specializzato nella procedura, dopo accurata visita, al fine anche di stabilire il tipo di gel ialuronico che deve essere iniettato.

Nella visita preliminare, dopo la raccolta anamnestica, il medico procede all’esame obiettivo del paziente, visionando e palpando le aree del corpo dove sono più evidenti le raccolte di grasso e di pelle flaccida, oppure dove sono palesi aree più avvallate e depresse rispetto ai tessuti circostanti. Qualora il paziente venga giudicato idoneo alla procedura, il medico esplica in dettaglio come l’iniezione verrà svolta, la particolare tecnica adottata e il tipo di miscela di acido ialuronico impiegata.

Dopo la visita preliminare, il medico di medicina estetica fornisce anche stime e aspettative sui risultati ottenibili, indicando i tempi di recupero post-iniezione.

ESECUZIONE DELL’INTERVENTO

La tecnica di iniezione cross-linked di acido ialuronico reticolato si svolge in modalità esclusivamente ambulatoriale, attraverso delle siringhe pre-riempite di miscela precedentemente scelta, con un dosaggio compreso tra 1 ml e 2 ml.

La miscela di acido ialuronico viene quindi iniettata nei punti bersaglio dell’area cutanea da trattare a livello del derma profondo, adottando un distanziamento, tra un punto e un altro, almeno pari a mezzo centimetro.

Le tecniche di iniezione cross-linked più usate sono:

  • Micro-ponfi. Il materiale viene depositato nello strato più superficiale del derma sotto forma di micro-gocce, che formeranno dei minutissimi pomfi.

  • Quando si vogliono innescare i processi di riparazione tissutale, inducendo una sorta di tunnel attraverso il derma.

  • A ventaglio. Questa tecnica è tra le più complesse e prevede l’iniezione della miscela con aghi lunghi tra 13 e 25 millimetri, a partire da un punto e procedendo in maniera radiale.


POST-TRATTAMENTO

Nella fase successiva all’iniezione cross-linked di acido ialuronico reticolato, è molto probabile che si formino dei piccoli edemi dovuti all’innesco rapido della reazione infiammatoria e, per tale ragione, è consigliabile applicare con costanza impacchi di ghiaccio per attenuare il gonfiore. I risultati sono in genere visibili a partire da poche settimane dopo l’iniezione, specie per i trattamenti puramente volumizzanti. La durata dell’effetto estetico è maggiore rispetto all’infiltrazione di acido ialuronico lineare ma è difficile che si estenda oltre i sei mesi.

RISCHI E COMPLICAZIONI

Le rare complicazioni che possono riscontrarsi in seguito all’iniezione cross-linked sono:

  • Edemi;

  • Cicatrici:

  • Eritemi;

  • Sanguinamenti di lieve entità;



FONTI:

  • Masato Mochizuki et al. Evaluation of the In Vivo Kinetics and Biostimulatory Effects of Subcutaneously Injected Hyaluronic Acid Filler. Plastic Reconstruction Surgery 2018 Jul;142(1):112-121



  • Matteo Basso et al, A cura di. Medicina e chirurgia estetica del corpo. London: Elsevier Health Sciences Italy; 2011.


Articoli correlati

Accesso contenuti completi

x