Accesso
Dottori
HOME >

Cross-linkato o reticolato


Lun 09/05/2022 | Redazione Tuame

Condividi su Facebook Condividi su Twitter

DEFINIZIONE

L’acido ialuronico cross-linkato, definito anche reticolato, è una miscela di molecole di acido ialuronico tra loro legate, o per l’appunto, cross-linkate, che viene utilizzata nell’ambito della medicina estetica e in ortopedia per il trattamento di inestetismi cutanei e osteoartrosi, rispettivamente. L’acido ialuronico svolge svariate e preziose funzioni per l’omeostasi del derma, lo strato profondo della cute, e ne incentiva l’idratazione e il ringiovanimento. Sintetizzare acido ialuronico in laboratorio e promuoverne il cross-linking, al fine di ottenere un preparato iniettabile può dimostrarsi una scelta strategica per permettere il mantenimento in sede dermica dell’acido ialuronico più a lungo e con più efficacia.

COS’È

L’acido ialuronico è una molecola prodotta fisiologicamente dall’organismo, assolve a diverse funzioni nel contesto del derma cutaneo e tende a ridursi con l’avanzare dell’età. L’acido ialuronico lineare rappresenta una singola molecola di acido ialuronico, tuttavia è possibile, in via artificiale laboratoristica, unire varie molecole di acido ialuronico neo-sintetizzate tramite degli specifici residui amminoacidici, come le lisine o le idrossilisine. Il fine di ottenere questa miscela di acido ialuronico legato o cross-linkato è quello di iniettare il gel direttamente a livello dermico, dove dimostra maggiore stabilità e resistenza alla degradazione rispetto al semplice acido ialuronico.

L’iniezione di acido ialuronico cross-linkato, o reticolato, trova larga applicazione nel trattamento di vari inestetismi associati all’incedere dell’età, come nelle rughe profonde di natura statica o nelle zampe di gallina.

NOMI ALTERNATIVI

Per differenziarlo dall’acido ialuronico semplice, o lineare, l’acido ialuronico ottenuto tramite cross-linking delle sue molecole è anche noto come acido ialuronico cross-linkato, complesso o reticolato; quest’ultima accezione deriva dal fatto che le molecole di acido ialuronico tra loro combinate tendono, nel derma della cute, ad organizzarsi in una sorta di gigantesca maglia tridimensionale, a forma di reticolato.

A COSA SERVE E PROPRIETÀ

In associazione alle tecniche di iniezione di acido ialuronico lineare che, in medicina estetica, trovano applicazione per lo più in trattamenti rivitalizzanti di lievi inestetismi della cute come le rughe superficiali, l’iniezione di acido ialuronico cross-linkato viene utilizzata per:


  • Determinare la creazione di uno strato fluido che protegge i tessuti, grazie all’alta viscosità ottenuta in seguito al cross-linking;

  • Indurre processi di riparazione tissutale;

  • Creare un’intelaiatura e un supporto strutturali per mantenere la forma e il tono della cute;

  • Agire da filtro di batteri e sostanze esterne che possono accedere alla cute, scongiurando possibili stati infiammatori e infezioni;

  • Garantire uno stato ottimale di idratazione della cute.


INDICAZIONI IN MEDICINA ESTETICA E DERMATOLOGIA

Nell’ambito della medicina estetica e della dermatologia, l’acido ialuronico cross-linkato, o reticolato, trova impiego nell’iniezione di questa miscela gelificata per il trattamento di vari inestetismi della cute, come per le rughe profonde statiche oppure per procedure di biorivitalizzazione in aree del corpo flaccide o poco volumizzate, con il fine di conferire maggiore volume al derma, e quindi maggiore spessore alla cute nella sua interezza.

Ci si sottopone al trattamento con iniezione di acido ialuronico reticolato solo dopo aver intrattenuto un colloquio preliminare con il medico di medicina estetica, il quale valuta l’estensione, la localizzazione e la natura degli inestetismi cutanei che il paziente riferisce di voler attenuare. Il medico sceglie il tipo di gel di acido ialuronico reticolato più adatto alle esigenze del paziente, prediligendo gel con alto grado di reticolazione per favorire un più alto tempo di permanenza nel derma, oppure gel con basso grado di reticolazione per preferire la maggiore facilità di iniezione in sede intradermica.

L’iniezione viene effettuata con apposite siringhe pre-riempite di gel di acido ialuronico cross-linkato, individuando i punti della cute da pungere, ricorrendo a varie tecniche: a micro-ponfi, a ventaglio, o con tunnellizzazione. La tecnica a micro-ponfi, una delle più utilizzate, prevede l’iniezione multipla di gel in punti della cute distanziati con regolarità da almeno 0,5 centimetri di distanza, inducendo la formazione di caratteristiche eruzioni, note come pomfi.

RISCHI, COMPLICAZIONI ED EFFETTI COLLATERALI

Le iniezioni di acido ialuronico cross-linkato, o reticolato, possono essere effettuate in aree diverse del corpo e con fini diversi: attenuazione delle rughe, rivitalizzazione di zone flaccide, filling di zone poco volumizzate e troppo sottili…

Per questa ragione, il manifestarsi di piccole complicanze in seguito al trattamento viene a dipendere dal tipo di gel iniettato e dalla zona del corpo nella quale viene iniettato.

Gli effetti collaterali che si presentano con maggior frequenza sono:

  • Edemi;

  • Piccoli sanguinamenti;

  • Formazione di croste superficiali;

  • Passeggere alterazioni della sensibilità cutanea;

  • Rare reazioni allergiche ai principi costituenti del gel.


FONTI:

  • Masato Mochizuki et al. Evaluation of the In Vivo Kinetics and Biostimulatory Effects of Subcutaneously Injected Hyaluronic Acid Filler. Plastic Reconstruction Surgery 2018 Jul;142(1):112-121

  • Matteo Basso et al, A cura di. Medicina e chirurgia estetica del corpo. London: Elsevier Health Sciences Italy; 2011.


Articoli correlati

Accesso contenuti completi

x