Accesso
Dottori
HOME >

Coleman tecnica di liporistrutturazione


Lun 09/05/2022 | Redazione Tuame

Condividi su Facebook Condividi su Twitter

DEFINIZIONE

La liporistrutturazione di Coleman, o tecnica di Coleman, meglio conosciuta come lipofilling, è una procedura di medicina estetica in virtù della quale si va ad impiantare in un paziente una determinata quantità di tessuto grasso di origine autologa, ossia prelevato da aree corporee di elezione del paziente stesso. Questa tecnica consente di riscontrare notevoli risultati estetici nel trattamento di svariate imperfezioni cutanee come avvallamenti, rughe, solchi e depressioni nonché nel trattamento di lesioni vascolari e aree ipotrofiche. La liporistrutturazione di Coleman è una procedura di medicina estetica che è eseguita solo dal medico specializzato, previo approfondito colloquio preliminare all’intervento.

COS’È

La tecnica di Coleman della liporistrutturazione, anche nota come lipofilling, è un intervento di medicina estetica che mira al miglioramento estetico di aree cutanee del corpo particolarmente cadenti o contrassegnate da imperfezioni visibili ad occhio nudo come solchi o rughe di espressione; allo stesso tempo, tale tecnica, che prevede l’innesto di un campione di tessuto adiposo ricavato dal paziente stesso, si è dimostrato di notevole interesse nel trattamento non invasivo delle lesioni vascolari, senza determinare, tra gli effetti avversi, vistose cicatrici ipertrofiche e anti-estetiche.

La tecnica di Coleman si basa sul prelievo di cellule adipose mediante apposite cannule ed è stata ideata nel 1995: da quell’anno in poi si sono registrati notevoli successi nei trattamenti riempitivi della cute, senza la manifestazione di spiacevoli eventi avversi dovuti all’utilizzo di filler sintetici o di origine animale.

INDICAZIONI

Come già anticipato, la tecnica di Coleman della liporistrutturazione è utilizzata sia nell’ambito puramente estetico a livello della cute agendo sulle imperfezioni, sia come trattamento volumizzante per correggere cicatrici e sedi anatomiche svuotate da un pregresso intervento chirurgico.

In particolar modo, le indicazioni alla liporistrutturazione di Coleman sono principalmente rivolte a pazienti che desiderano:


  • Contrastare gli effetti della senescenza come pelle cadente e flaccida;

  • Attenuare vistosi segni anti-estetici come rughe d’espressione o zampe di gallina;

  • Conferire un aspetto più tondo e pieno al viso;

  • Associare una tecnica riempitiva volumizzante ai consueti interventi di lifting palpebrale, malare o delle labbra;

  • Conferire pienezza a un avvallamento cutaneo che si è venuto a determinare in seguito a un intervento chirurgico demolitivo o parzialmente demolitivo;

  • Correggere e migliorare l’aspetto di cicatrici chirurgiche ipertrofiche e inestetiche.


PREOPERATORIO

La visita di preparazione e di valutazione a un intervento di liporistrutturazione secondo la tecnica di Coleman costituisce una tappa obbligata per definire con chiarezza la fattibilità della procedura di medicina estetica e i risultati attesi.

Dopo aver raccolto i dati anamnestici del candidato all’intervento, avendo cura di soffermarsi sulla presenza di malattie in atto e di eventuali allergie, il medico di medicina estetica specializzato nella procedura esamina obiettivamente il paziente, ispezionando con accuratezza le aree cutanee da cui prelevare il grasso autologo e le aree dove invece innestarlo, nel caso si valuti idonea la possibilità del trattamento riempitivo.

Prima di congedarsi dal paziente, il medico prescrive in genere esami ematochimici di routine per valutare la corretta funzionalità degli apparati, eventualmente un’ECG e si raccomanda di astenersi da abitudini voluttuarie come tabagismo ed etilismo.

ESECUZIONE DELL’INTERVENTO

Di norma, la procedura di liporistrutturazione condotta secondo la tecnica di Coleman si articola nelle seguenti fasi:

  • Disinfezione delle aree cutanee su cui intervenire;

  • Somministrazione di sostanza anestetica a uso regionale ed eventualmente di leggera sedazione;

  • Prelievo delle cellule adipose mediante micro-cannula connessa a siringa da porzioni cutanee particolarmente ricche in tessuto adiposo come l’addome, i fianchi o la parte interna delle cosce;

  • Iniezione graduale e controllata delle cellule adipose nel sito di elezione tramite siringa dal diametro molto sottile;

  • Pulizia e medicazione.


POST OPERATORIO

La procedura di liporistrutturazione con la tecnica di Coleman generalmente si effettua in modalità di day surgery o, al massimo, in casi selezionati, con l’osservazione di una sola notte in reparto, con le dimissioni al mattino seguente.

L’intervento non produce delle sequele degne di nota: potrebbero accusarsi dolori e fastidi di intensità media per i due-tre giorni successivi al trattamento e gonfiori modesti; per questo scopo si raccomanda di assumere FANS per il controllo del dolore e impacchi di ghiaccio per attutire l’edema.

In linea di massima, i risultati effettivi della procedura sono visualizzabili dopo qualche mese dalla data dell’intervento, ossia dopo che la cicatrice comincia ad appiattirsi e tutti i liquidi infiammatori hanno avuto modo di riassorbirsi.

RISCHI E COMPLICAZIONI

Le più frequenti complicazioni dovute alla procedura sono:

  • Edema;

  • Eritema;

  • Dolore e fastidio;

  • Infezione;

  • Piccoli sanguinamenti;

  • Reazione avversa alla sostanza anestetizzante.


FONTI:

  • Carlo D’Aniello, Manuale di Medicina Estetica, Masterbooks, 2019.

  • Alberto Massirone, Trattato di Medicina Estetica, Piccin Nuova-Libraria, 2010


Articoli correlati

Accesso contenuti completi

x