Ginecomastia maschile

Ginecomastia maschile


Mer 01/07/2015 | Dott. Tania Basile

Condividi su Facebook Condividi su Twitter

La Ginecomastia maschile è l'ingrossamento del tessuto mammario maschile.
E' comune negli uomini e ragazzi a diversi stadi dello sviluppo e in altri casi in associazione con alcune patologie mediche.
La Ginecomastia maschile vera si riferisce al tessuto ghiandolare ingrossato per cause ormonali piuttosto che di grasso nei tessuti.
La presenza di tessuto adiposo al seno è conosciuta come pseudoginecomastia o ginecomastia falsa.


Le cause della ginecomastia maschile
In generale, il significato è uno squilibrio ormonale.
Tutti gli esseri umani normali hanno sia gli ormoni maschili che quelli femminili.
La Ginecomastia maschile si presenta quando gli ormoni maschili (androgeni) sono relativamente bassi rispetto al livello di ormoni femminili (estrogeni) nell’organismo.
Questo problema può verificarsi in modo transitorio durante la normale crescita dei bambini, con conseguente ginecomastia nei neonati o durante la pubertà.
In questi casi, la ginecomastia di solito si risolve da sola quando i livelli ormonali tornano alla normalità.


Patologie associate alla ginecomastia maschile
In altri casi, come in alcune malattie o quando si seguono certe cure mediche si possono creare le condizioni che provocano l’insorgenza della ingrossamento del seno maschile. Alcune patologie che possono essere associate sono:



  • Cirrosi epatica

  • Malnutrizione

  • Insufficienza renale cronica

  • Disturbi ai testicoli (infezioni, traumi patologie congenite)

  • Invecchiamento

  • Cancro ai testicoli

  • Trattamenti anti-androgeni per il cancro alla prostata

  • Ipertiroidismo


Farmaci associati alla ginecomastia maschile
Una vasta gamma di farmaci sono stati associati con l’insorgenza della ginecomastia maschile. Tra questi ci sono:



  • Spironolattone un diuretico

  • Calcio-antagonisti

  • Ace inibitori farmaci usati per trattare l'ipertensione

  • Antibiotici

  • Farmaci anti-ulcera

  • Steroidi come il prednisone o desametasone

  • Ansiolitici e farmaci antidepressivi

  • Terapia antiretrovirale 


Altre sostanze associate alla ginecomastia maschile
Alcune sostanze, ad esempio:



  • Alcol

  • Marijuana

  • Eroina

  • Steroidi anabolizzanti

  • Metanfetamine


I Sintomi della ginecomastia maschile, come riconoscerla
L'ingrossamento del seno da ginecomastia è di solito simmetrica, ma la consistenza del tessuto si presenta come gommosa.
Entrambe le mammella in genere sono interessate, anche se può svilupparsi su una soltanto.
La Ginecomastia non è accompagnata da dolore, ma può provocare maggiore sensibilità della parte.


Quando rivolgersi ad un medico? Rimedi Se un maschio adulto presenta la ginecomastia, è opportuno che si rivolga ad un medico.
Il medico sarà in grado di prescrivere tutti gli esami richiesti per determinare la causa della ginecomastia e per escludere eventuali gravi malattie, come ad esempio il cancro al seno maschile.


Quali esami di laboratorio e non sono richiesti per la diagnosi. La Ginecomastia maschile è di solito diagnosticata da un esame fisico. Oltre a un esame fisico, una accurata anamnesi è importante anche per aiutare a valutare la causa della ginecomastia. Solo in seguito ai risultati degli esami preliminari si ricorrerà ad esami diagnostici più approfonditi.


Ginecomastia maschile il Trattamento
Il Trattamento della ginecomastia maschile non è sempre necessario in quanto come ad esempio nella ginecomastia transitoria, che si presenta durante la pubertà, in genere si risolve da sola.
Se sono i farmaci ad indurre la ginecomastia, la sospensione del farmaco può essere efficace nel ridurre la ginecomastia.
Il trattamento di eventuali malattie è anche importante.
Nel caso si debba usare un trattamento questo può essere sia farmacologico che chirurgico.


Trattamento farmacologico della ginecomastia maschile
I farmaci sono più efficaci quando utilizzati nelle prime fasi dell’insorgenza della ginecomastia maschile.
Tuttavia non ci sono ad oggi studi attendibili che possano fornire i dati che dimostrano l’efficacia dei trattamenti farmacologici per la ginecomastia maschile.


Chirurgia della ginecomastia maschile
Quando il trattamento medico non è efficace, si ricorre alla rimozione chirurgica del tessuto del seno per il trattamento della ginecomastia maschile.
Sia la liposuzione che altre tecniche possono essere usate.
Nel caso in cui vi sia tessuto adiposo in eccesso che ghiandola mammaria ingrossata si potrà prevedere un intervento combinato di chirurgia per eliminare il tessuto ghiandolare e di liposuzione per ridurre il grasso in eccesso.
La Chirurgia è generalmente sicura, ma come per qualsiasi tipo di intervento chirurgico esistono dei rischi e delle complicazioni che possono includere infezioni, emorragie e reazioni all'anestesia.
I costi dell'intervento possono variare di caso in caso.


Prevenzione della ginecomastia maschile
La Ginecomastia maschile che ha origine da patologie o da sostanze, può essere evitata solo nella misura in cui la malattia responsabile possa essere prevenuta.Nel caso ci sia un eccesso di peso la riduzione del grasso potrebbe migliorare l’aspetto della mammella con conseguente riduzione del volume.


La Ginecomastia maschile a causa di squilibri ormonali durante la crescita o l'invecchiamento in genere non si può prevenire. 




 

Vuoi avere maggiori informazioni?
CONTATTA IL MEDICO


Articoli correlati

Ginecomastia

Lun 23/11/2020 | Dott. Giulio Giammarioli

Ginecomastia

Lun 16/11/2020 | Dott. Giuseppina Ambrosio

Ginecomastia

Mar 03/11/2020 | Dott. Caterina Bonarrigo

Ethigate: primo sistema di certificazione con blockchain per Medici e contenuti scientifici in Italia. 

  • Più sicurezza, grazie alla certificazione digitale dell'identità
  • Articoli e contenuti originali di qualità
  • Più attenzione alla tua privacy
Ethigate
Trova Medico

Accesso contenuti completi

x