Trattamenti anti age cosa sapere

Trattamenti anti age cosa sapere


Lun 28/07/2014 | Dott. Tania Basile

Condividi su Facebook Condividi su Twitter

E’ assolutamente legittimo avere dei dubbi o delle necessità di chiarimento prima di sottoporsi ad un intervento anti-age; come già detto, infatti, la sicurezza e la qualità del risultato finale devono essere sempre garantite al cliente nel modo più assoluto.


Ecco alcune delle domande che, più frequentemente, vengono rivolte agli specialistici prima di intraprendere un percorso di miglioramento estetico di questo tipo; le risposte sono state fornite da professionisti qualificati e con grande esperienza nel settore.


Domande relative al pre-trattamento


Quando è opportuno pensare ai trattamenti iniettabili per ottenere un valido effetto anti-age?


Non esiste una fascia di età in cui è consigliabile intraprendere dei percorsi estetici di questo tipo. In generale, questi trattamenti si rendono necessari quando si riscontra che i prodotti cosmetici non riescono più ad offrire dei risultati di qualità sulla propria pelle.


Chi può eseguire questi trattamenti anti-age?


Simili trattamenti possono essere eseguiti solo ed esclusivamente da professionisti laureati e regolarmente abilitati all’esercizio della professione.


Il titolo di laurea e le specializzazioni devono essere affisse sui muri dello studio, ed in ogni caso il cliente ha li pieno diritto di richiederle.


Allo stesso modo, il paziente può richiedere al professionista di vedere delle fotografie pre-intervento e post-intervento relative a pazienti che si sono sottoposti, in passato, al trattamento presso il suo studio.


Le alternative, per quanto riguarda i trattamenti iniettabili, sono numerose. Come individuare quella più adatta al proprio caso?


Da questo punto di vista, un colloquio approfondito con il professionista è provvidenziale.


Dopo aver spiegato al medico quali sono i punti del viso considerati maggiormente antiestetici, il professionista saprà valutare attentamente vari parametri e saprà dunque suggerire, al suo paziente, un percorso estetico ad hoc.


Come ci si può assicurare che i prodotti utilizzati dal professionista siano sicuri?


E’ assolutamente legittimo che il paziente richieda al professionista le migliori garanzie anche da questo punto di vista, dunque i prodotti utilizzati in studio devono essere stati testati in modo molto rigoroso.


Da questo punto di vista, una grande garanzia di qualità è sicuramente l’approvazione rilasciata dal Food and Drug Administration (FDA), importante ente governativo statunitense.


Quanto costa un trattamento?


Il prezzo di un trattamento anti-age di tipo minimamente invasivo può variare in modo notevole, sulla base di molteplici aspetti.


In ogni caso, il cliente ha pieno diritto di conoscere in modo molto preciso il costo del trattamento complessivo, dunque comprensivo di tutte le sedute previste.


Dal canto suo, il professionista può anche progettare un percorso di miglioramento estetico sulla base del budget indicato dal suo cliente.


Domande relative al trattamento


Qual è il trattamento più adatto nel caso in cui non ci si sia mai sottoposti, in passato, ad interventi analoghi?


Anche in questo caso, le risposte possono variare sulla base delle caratteristiche della cute e delle esigenze del cliente.


Ad ogni modo, i primi trattamenti che vengono eseguiti dai professionisti sono in genere delle iniezioni finalizzate al rilassamento dei muscoli facciali, oppure dei filler dermici a base di acido ialuronico.


Come già sottolineato in precedenza, a trattamenti di questo tipo bisogna sempre approcciarsi all’insegna della gradualità, raggiungendo il risultato prefissato nei giusti tempi fisiologici e senza aspettarsi di notare sul volto degli effetti molto evidenti dopo una sola seduta.


Per cosa si rivelano utili i filler dermici a base di acido ialuronico?


Questi particolari filler sono ottimi per chi desidera ottenere un effetto levigante sulla cute, ed allo stesso tempo sono molto affidabili per rimodellare i volumi delle labbra.


Cosa distingue le iniezioni di rilassamento dei muscoli dai filler dermici?


Le iniezioni di rilassamento dei muscoli facciali hanno come obiettivo quello di rendere l’aspetto del volto più disteso, più riposato, mentre invece i filler dermici ricreano sulla pelle un effetto lifting ideale per contrastare le rughe e le pieghe cutanee.


Le iniezioni di rilassamento dei muscoli facciali sono da considerarsi dei trattamenti sicuri?


Se si utilizzano dei prodotti di qualità e soprattutto se ci si affida ad un professionista valido, questi trattamenti possono essere eseguiti all’insegna della miglior sicurezza.


Ad ogni modo, il medico al quale ci si rivolgerà saprà fornire tutti gli approfondimenti del caso per quanto riguarda questo particolare tipo di cura estetica.


E’ possibile fare eseguire delle iniezioni finalizzate al rilassamento dei muscoli del volto anche per quanto riguarda le labbra?


No, trattamenti di questo tipo non si rivelano ideali per le labbra. Per questa particolare parte del viso sono vivamente consigliati, piuttosto, i filler dermici a base di acido ialuronico.


I trattamenti iniettabili anti-age sono dolorosi?


Il fastidio che si può sentire durante l’intervento è variabile, ma in ogni caso è di entità trascurabile.


Alcune tipologie di intervento contengono già degli elementi anestetizzanti, per altri invece il professionista applica sulla cute da trattare un’apposita crema anestetizzante che consente di  concludere il trattamento all’insegna del miglior comfort.


Le labbra si assottigliano ed il rossetto tende a sbavare, per via di piccole rughe verticali sul labbro. Che intervento è utile eseguire?


Queste manifestazioni cutanee sono da considerarsi assolutamente tipiche, e per fronteggiarle in modo ottimale è sicuramente un’ottima scelta quella di far eseguire da un professionista dei filler dermici a base di acido ialuronico.


Questi particolari trattamenti, infatti, non solo accentuano i volumi delle labbra, ma hanno un preziosissimo effetto levigante.


Gli effetti benefici di questi trattamenti potranno essere riscontrati in modo inequivocabile quando ci si ritroverà a mettere del rossetto sulle labbra: le sbavature, infatti, saranno assolutamente scongiurate.


Trattamenti anti-age per le labbra comportano l’antiestetico effetto “labbra a canotto”?


L’innaturale effetto “labbra a canotto” viene accuratamente evitato dai professionisti di qualità.


Proprio per evitare che si possano manifestare degli effetti estetici poco piacevoli e poco naturali, i migliori professionisti operano sempre con un approccio graduale, dunque si prefiggono di raggiungere i risultati prefissati con il cliente in maniera graduale.


Il fatto che le proprie labbra siano spesso interessate da herpes è un fattore di rischio nel sottoporsi ad un trattamento anti-age?


La comparsa abituale di herpes non rappresenta, in genere, un rischio rilevante, tuttavia è sicuramente importante informare il medico prima di procedere al trattamento.


In determinati casi, infatti, il professionista può scegliere di prevedere per il proprio paziente l’utilizzo di appositi medicinali antivirali, utili a livello precauzionale.


E’ possibile sottoporsi ad un intervento iniettabile in gravidanza?


I trattamenti iniettabili vanno evitati sia in gravidanza che in fase di allattamento. Il medico a cui ci si rivolge, in ogni caso, può fornire tutti gli approfondimenti del caso circa questo quesito.


Se tra un anno ci si sposa, oppure è previsto un evento altrettanto importante, quando conviene iniziare un trattamento anti-age?


Se si vuol essere impeccabili tra un anno, per il proprio matrimonio appunto o per qualsiasi altro evento di rilievo, l’ideale è intraprendere subito questo percorso estetico.


Mentre alcuni tipi di trattamento possono concludersi nell’arco di 7-8 settimane, altri invece richiedono diverse sedute che andranno distribuite in modo adeguato nell’arco di alcuni mesi.


Domande relative al post-trattamento


Dopo quanto divengono visibili gli effetti di trattamenti anti-age quali filler dermici e iniezioni di rilassamento dei muscoli del viso?


Per quanto riguarda la singola seduta a cui ci si sottopone, sono necessari alcuni giorni affinchè gli effetti siano visibili. Considerando che entro 2-3 giorni i gonfiori localizzati legati al post-intervento si annullano del tutto, possiamo affermare che i risultati della singola seduta sono chiaramente visibili dopo al massimo 7 giorni di attesa.


E’ utile sottolineare, tuttavia, che gli effetti definitivi di un trattamento estetico sono visibili a distanza di settimane, se non di mesi: per raggiungere il risultato prefissato, infatti, è indispensabile che sottoporsi a diverse sedute le quali possano modificare l’aspetto in modo graduale e naturale.


Per quanto tempo durano i risultati conseguiti tramite il trattamento eseguito?


La durata dei risultati ottenuti per mezzo del trattamento a cui ci si sottopone è molto variabile, e dipende da numerosi fattori quali il tipo di pelle, l’estensione dell’area trattata, lo stile di vita condotto e molti altri ancora.


Da questo punto di vista, il professionista a cui si rivolgere può essere molto più preciso, valutando con attenzione tutte le caratteristiche del singolo caso e fornendo al proprio paziente dettagli molto più precisi a riguardo.


Cosa si sente sulla pelle subito dopo il trattamento?


Può accadere che, dopo dei trattamenti anti-age di varia tipologia, le zone trattate risultino gonfie o arrossate, e che si avverta una certa tensione a livello locale, oppure un leggero fastidio.


Si tratta tuttavia di una condizione assolutamente transitoria, la quale non dura più di 2-3 giorni.


Il professionista saprà certamente indicare al suo paziente tutti gli accorgimenti che dovranno essere rispettati nei giorni immediatamente successivi all’intervento.


I filler dermici comportano effetti collaterali?


I filler dermici effettuati da professionisti esperti, utilizzando prodotti di qualità, non presentano particolari effetti collaterali.


Subito dopo l’intervento possono manifestarsi dei gonfiori e dei leggerissimi fastidi localizzati, ma si tratta di aspetti che rientrano tranquillamente nella normalità dopo 2-3 giorni dal trattamento. Anche eventuali lividi non durano più di un paio di giorni, ed è improbabile che possano protrarsi per un periodo di tempo superiore.


Se si effettuano dei filler dermici, piuttosto che dei filler permanenti, il rischio che compaiano delle reazioni allergiche è davvero estremamente raro.


Il professionista al quale ci si rivolge, ad ogni modo, può fornire al proprio cliente tutti gli approfondimenti del caso.


Cosa si può fare per accelerare i tempi di recupero post-intervento?


Dopo un intervento i tempi di recupero fisiologici sono di circa 2-3 giorni, un tempo decisamente ridotto, ma che tuttavia è bene preventivare se ci si vuol sottoporre ad un trattamento di qualità.


Per rendere il recupero post-intervento impeccabile, ed anche leggermente più celere, vi sono tuttavia dei semplici accorgimenti che possono rivelarsi molto utili, come ad esempio evitare di bere alcolici, di fare sport, di compiere sforzi, di truccarsi e di toccare la zona trattata.


Degli impacchi freddi da applicare a livello localizzato possono rivelarsi molto utili per attenuare eventuali fastidi.


Sulle accortezze da rispettare nei giorni immediatamente successivi al trattamento, tuttavia, il professionista a cui ci si è rivolti può essere certamente molto più esauriente e preciso.

Vuoi avere maggiori informazioni?
CONTATTA IL MEDICO


Articoli correlati

La scelta giusta

Mer 28/10/2020 | Dott. Pier Luca Bencini

La scelta giusta

Mer 28/10/2020 | Dott. Pierluigi Gigliofiorito

La scelta giusta

Mar 13/10/2020 | Dott. Gino Luca Pagni

Ethigate: primo sistema di certificazione con blockchain per Medici e contenuti scientifici in Italia. 

  • Più sicurezza, grazie alla certificazione digitale dell'identità
  • Articoli e contenuti originali di qualità
  • Più attenzione alla tua privacy
Ethigate
Trova Medico

Accesso contenuti completi

x