Accesso
Dottori
Filler glutei, il trattamento

Filler glutei, il trattamento


Mar 30/08/2022 | Dott. Tania Basile

Condividi su Facebook Condividi su Twitter

Il trattamento a valenza estetica che impiega i filler può venire adoperato per qualsiasi parte del corpo in cui si vuole intensificarne la pienezza e il volume. Soprattutto nelle donne, l’utilizzo dei filler per i glutei costituisce una delle cause maggiori di visita presso il chirurgo estetico o il medico di medicina estetica. L’effetto finale è quello di ottenere una nuova forma dei glutei, più soda e bilanciata.

Introduzione

I glutei rappresentano nella donna una delle componenti del corpo più associate alla sensualità e per questo le procedure di rassodamento delle natiche sono molto in voga, anche tra donne giovani, non necessariamente più in là con l’età.

Nella maggior parte dei casi, le donne che si rivolgono al medico di medicina estetica al fine di rassodare i propri glutei accusano problemi legati al passare dell’età e al consueto processo di senescenza cellulare, in virtù del quale la pelle tende progressivamente ad afflosciarsi e a ritenersi, apparendo come una raccolta focale di grasso.

Sulla scorta di tali considerazioni, il trattamento con filler per i glutei viene eseguito molto frequentemente, anche per via dell’ottimo profilo di sicurezza legato alla procedura e sui risultati nel lungo termine.

Per chi è indicato il filler glutei

L’intervento di filling, ossia di riempimento, delle regioni glutee può avvenire anche utilizzando grasso autologo trapiantato dal paziente stesso, e successivamente iniettato nella zona da rimpolpare.

Questo tipo di intervento, noto come lipofilling, e il filling tradizionale ai glutei vengono pertanto indicati nei seguenti casi:


  • Pazienti che desiderano ottenere una conformazione più piena e rotonda dei glutei;

  • Pazienti che presentano grandi aree avvallate e depresse a livello della superficie glutea;

  • Pazienti che desiderano rimpolpare globalmente la forma dei glutei senza sottoporsi a lunghe sedute di gluteoplastica;

  • Pazienti che presentano dei glutei troppo esili e che desiderano migliorarne la conformazione, rendendola più piena.


L’intervento di filling ai glutei

La procedura che impiega i filler per i glutei si svolge completamente in regime ambulatoriale e prevede il preliminare utilizzo di una crema anestetica, la quale va ad attenuare le informazioni sensitive e dolorifiche evocate in quell’area.

La tecnica viene performata in meno di un’ora di tempo e prevede l’iniezione di diversi tipi di filler, tutti biocompatibili, in base alle caratteristiche anatomiche del paziente e all’obiettivo estetico da raggiungere.

I filler comunemente impiegati sono:

  • Filler con acido ialuronico. Il filler glutei a base di acido ialuronico è il tipo di filler più adottato per questa procedura e conferisce ai glutei una forma piena già dopo le prime sedute. A differenza del filler utilizzato per il viso, il filler glutei è elaborato in una formulazione più densa e concentrata e viene riassorbito molto più lentamente.

  • Filler con acido polilattico. Il filler a base di acido polilattico è più utilizzato oltreoceano e offre dei risultati più lenti rispetto all’acido ialuronico ma comunque efficaci. L’acido polilattico, infatti, offre un sostegno meccanico al derma cutaneo, fungendo da reticolato che conferisce resistenza ai traumi e alle sollecitazioni di diversa natura.


Filler ai glutei: dopo l’intervento

Dopo l’intervento chirurgico, è molto tipico accusare lievi segni di arrossamento locale e di passeggera alterazione della sensibilità, che in genere tendono ad autorisolversi. In questi casi è possibile applicare con costanza degli impacchi di ghiaccio sulle zone eritematose o edematose, al fine di attutire i segni dell’infiammazione.

Nella maggior parte dei casi, trattandosi di un intervento molto sicuro e impiegato spesso nella prassi della medicina estetica, non si hanno grandi complicazioni dopo la procedura e il paziente può riprendere le consuete attività quotidiane.

I vantaggi del filler glutei

Utilizzare dei filler per i glutei può conferire e apportare diversi vantaggi alla persona che si sottopone alla procedura, scegliendo il filling anziché prediligere interventi meno conservativi e più radicali come la gluteoplastica.

Alcuni dei vantaggi arrecati con i filler glutei sono:

  • Biocompatibilità accertata con l’acido ialuronico, essendo un costituente endogeno dell’organismo;

  • Permanenza dei risultati estetici, i quali rimangono soddisfacenti anche nel lungo termine;

  • Possibilità di sottoporsi a sedute successive, al fine di venire meglio incontro ai desideri e agli obiettivi del paziente;

  • Scarse possibilità di sviluppare complicanze o eventi avversi per la procedura.


 

In collaborazione con Pasquale Ambrosio

Fonti:

  • Carlo D’Aniello, Manuale di Medicina Estetica, Masterbooks, 2019.

  • Alberto Massirone, Trattato di Medicina Estetica, Piccin Nuova-Libraria, 2010.

Vuoi avere maggiori informazioni?
CONTATTA IL MEDICO


Articoli correlati

Accesso contenuti completi

x