Mastoplastica Additiva: aumentare il seno


In questa pagina sono presenti i medici specialisti che effettuano interventi di Mastoplastica Additiva.

La Mastoplastica Additiva è un intervento di chirurgia estetica che riguarda l’aumento del seno.
L’aumento di volume della mammella è determinato dall’inserimento di una protesi siliconica.
L’impianto volumizzante può essere inserito secondo diverse tecniche e approcci, ultimamente si parla anche di mastoplastica endoscopica ascellare.

Informazioni sulla mastoplastica additiva

La mastoplastica additiva è un intervento di chirurgia estetica finalizzato all’aumento volumetrico del seno o alla sua ricostruzione in seguito a mastectomia.

Nell’intervento di mastoplastica additiva lo specialista si serve dell’utilizzo di protesi che possono essere di diversi tipi:

-        Coniche

-        Tonde

-        Anatomiche

-        Ergonomiche.

Le protesi per la mastoplastica additiva possono, inoltre, essere distinte per la tipologia di materiali che le compone:

-        Silicone

-        Soluzione salina fisiologica

-        Gel coesivo di silicone

-        Poliuretano.

Le protesi in silicone, rispetto alle protesi in soluzione salina, per quanto più apprezzate dalle pazienti, presentano più rischi in caso di rottura.

L’intervento di mastoplastica additiva rientra negli interventi più richiesti e praticati nel mondo.

Nel sottoporsi all’intervento di mastoplastica additiva è importante conoscere non solo il tipo di protesi che verranno adoperate ma anche la tecnica di impianto delle stesse e la via di accesso.

 

Sede di impianto delle protesi e via d’accesso per la mastoplastica additiva

La sede di impianto delle protesi viene scelta in base alle caratteristiche fisiche della paziente che sceglie di sottoporsi all’intervento. Esistono due sedi principali:

-        Sotto muscolare (dual plane)

-        Retro-ghiandolare.

La via di accesso per l’inserimento delle protesi, in mastoplastica additiva, così come la sede di impianto, è una scelta che spetta al chirurgo, perché ha la capacità di valutare e scegliere l’opzione migliore per garantire un ottimo risultato alle pazienti.

Le vie d’accesso possono essere:

-        Periareolare

-        Sottomammario

-        Ascellare.

La via ascellare consente di ottenere un seno completamente privo di esiti cicatriziali, in quanto le stesso saranno occultate in una zona poco visibile e dalla cicatrizzazione ottimale. Questa tecnica viene eseguita tramite endoscopia, vista l’estrema necessità di avere una visione totale della tasca che verrà allestita nel seno per ospitare la protesi. Con l’endoscopia viene utilizzata, dunque, una telecamera a fibre ottiche che permette una visione completa.

La via sottomammaria è la tecnica più semplice di mastoplastica additiva che dovrebbe essere indicata solo per interventi di sostituzione protesi in caso di richiesta delle pazienti.

 

Come prepararsi all’intervento di mastoplastica additiva

Innanzitutto, prima di sottoporsi all’intervento di mastoplastica additiva vi sono alcune considerazioni importanti da fare:

-        L’età in cui si decide di sottoporsi all’intervento, in quanto è necessario aspettare che lo sviluppo del corpo sia completo, è quindi consigliato aspettare almeno i 20 anni di età.

-        La motivazione che spinge a questo desiderio, in quanto se è motivata solo da scopi estetici è importante considerare bene i pro e contro dell’intervento.

-        Il risultato può non sempre essere quello desiderato.

Nell’immediato pre-operatorio è consigliato interrompere l’assunzione di farmaci che potrebbero contrastare con l’intervento e scegliere con cura la misura desiderata, in modo che sia conforme al corpo e non sproporzionata.

 

L’intervento di mastoplastica additiva

L’intervento di mastoplastica additiva ha una durata che può variare da 1 a 2 ore e viene eseguito sotto anestesia generale.

Il chirurgo procederà all’incisione, a seconda della via scelta, porrà la protesi nella tasca creata e chiuderà l’incisione con punti di sutura.

Successivamente si procederà all’impianto di tubi drenaggio, che verranno eliminati dopo pochi giorni, e verrà applicata una fasciatura sostenitiva.

 

Cosa aspettarsi dopo l’intervento di mastoplastica additiva

Dopo l’intervento di mastoplastica additiva, è comune in tutte le pazienti soffrire di alcuni disturbi che possono essere:

-        Gonfiore

-        Dolore.

Altri disturbi possono includere:

-        Cicatrici

-        Emorragie

-        Infezioni

-        Rottura delle protesi.

 

Di seguito gli specialisti che effettuano la mastoplastica additiva.

Ethigate: primo sistema di certificazione con blockchain per Medici e contenuti scientifici in Italia. 

  • Più sicurezza, grazie alla certificazione digitale dell'identità
  • Articoli e contenuti originali di qualità
  • Più attenzione alla tua privacy
Ethigate
Trova Medico

Accesso contenuti completi

x