Onde d’ urto controindicazioni

Onde d’ urto controindicazioni


Ven 01/05/2015 | Dott. Tania Basile

Condividi su Facebook Condividi su Twitter

Ci sono diverse controindicazioni assolute e relative alla terapia con le onde d'urto.


Come per qualsiasi trattamento anche non invasivo come questo esistono delle controindicazioni che non devono essere dimenticate o sottovalutate.  È quindi importante che sia un medico esperto a valutare l’idoneità della singola persona al trattamento.


 


Onde d’ urto controindicazioni: assolute e relative


Le onde d’ urto hanno delle controindicazioni assolute.

Ma cosa significa controindicazione assoluta?
Il termine controindicazione assoluta significa che determinati eventi o una sostanza potrebbero causare una situazione di pericolo di vita. Una procedura o medicina che rientra in questa categoria devono essere evitati.


Esistono anche delle controindicazioni relative.

Quali sono le controindicazioni relative?
Controindicazione relativa significa che deve essere usata cautela quando vengono utilizzati insieme due farmaci o procedure. (È ammesso se i benefici superano i rischi).
Solo un medico esperto potrà decidere sul da farsi e come agire di conseguenza.


Tra le aree che fanno parte delle controindicazioni assolute e relative delle Onde d’ urto si trovano:


I polmoni, perché i trattamenti non possono essere fatti sui polmoni, o in aree in cui l'onda d'urto sarebbe diretta a questi.


Tra le aree circostanti ai polmoni che NON devono essere trattate con le onde d’urto ci sono:



  • il cuore

  • il torace e i muscoli associati

  • lo sterno

  • i muscoli pettorali

  • scapola

  • l'apice dei polmoni sotto il trapezio.


Gli occhi, perché il tessuto fragile e delicato di questi potrebbe essere influenzato negativamente dalle onde d'urto.


Il cervello, perché le onde d’ urto possono danneggiare e distruggere la materia cerebrale. Infatti, le onde d ’urto non devono essere applicate al midollo spinale e ai grandi nervi nel punto focale (neurocranio, colonna vertebrale, costole).


I genitali, infatti il trattamento normalmente dovrebbe essere controindicato intorno ai genitali, tuttavia le onde d’urto a bassa intensità trovano applicazione nel trattamento della disfunzione erettile.


I vasi sanguigni principali, perché i principali vasi sanguigni del collo e della coscia dovrebbero essere evitati per prevenire danni e una potenziale emorragia. Le onde d’ urto non si devono usare su persone che presentano problemi cardiaci e problemi circolatori (trombosi ...).


Le ferite aperte e ferite chirurgiche con o senza colla, punti di sutura, strips ecc, perché le onde d’ urto provocano danni a tessuti e alla circolazione locale. Ciò potrebbe portare alla degradazione della ferita, con ulteriormente sanguinamento e ritardata guarigione.


L’epifisi perché le onde d’urto potrebbero potenzialmente danneggiare l’epifisi.


 


Chi non si può sottoporre al trattamento con le onde d’urto



  • Pazienti con PaceMaker o altri dispositivi impiantati perché ci potrebbero essere dei danni ai dispositivi impiantati con effetti indesiderati e guasti alle apparecchiature.

  • Pazienti con impianti per il rilascio ormonale perché gli ormoni potrebbero essere rapidamente rilasciati.

  • Casi di infezione acuta dei tessuti molli/ossa.

  • Pazienti in stato di gravidanza.

  • Chi presenta Polineuropatia associata al diabete mellito.

  • Coloro che presentano disturbi della coagulazione / anti-coagulanti

  • Chi porta protesi articolari dispositivi di osteosintesi

  • In caso di Infezione in corso

  • Cancro, malattie tumorali, la presenza di un carcinoma, tumore.

  • Chi si sottopone ad iniezione di corticosteroidi. Trattamento con Cortisone nelle 6 settimane prima del trattamento.


 


Onde d’ urto: ci sono controindicazioni anche in estetica?


Solo il medico potrà valutare l’idoneità al trattamento. Le onde d' urto sono onde acustiche usate per il trattamento di varie parti del corpo e con diverse finalità.


Trova applicazioni anche in estetica oltre che in ambito medico.


Questa terapia è approvata dalla FDA degli Stati Uniti e la CE, per il trattamento della cellulite e delle adiposità localizzate.


Il trattamento con onde d'urto in estetica si propone di:



  • ridurre la fibrosi e allentare il tessuto connettivo ispessito

  • migliorare la microcircolazione

  • promuovere l’attività metabolica del tessuto connettivo (produzione di collagene).


Nel complesso, si ripristinerà il funzionamento "normale" del tessuto adiposo alterato.


Quali sarebbero le conseguenze?



  • una riduzione del volume

  • una riduzione della pelle a "buccia d'arancia"

  • migliore qualità della pelle (rassodamento e compattezza).


 


Qual è la frequenza del trattamento?


A seconda del grado della cellulite da trattare, ci vorranno tra 8 e 10 sedute distanziate tra loro da 3 a 4 giorni per completare un ciclo. In media, una sessione di trattamento dura dai 20 ai 60 minuti a seconda del numero di zone da trattare.


Si consiglia:



  • una dieta povera di grassi

  • 30 minuti di esercizio fisico al giorno

  • bere 2 o 3 litri di liquidi al giorno per rimuovere più rapidamente le tossine rilasciate.



Ci sono degli effetti collaterali, che sono:



  • Gonfiore

  • Arrossamento

  • Ematoma

  • Dolore

  • Lesioni cutanee


Questi effetti collaterali di solito vanno via dopo 5/10 giorni.


Il trattamento è doloroso? Il trattamento è praticamente indolore.


 


Onde d’ urto quando NON ci sono controindicazioni


Quando il medico esperto ha stabilito l’idoneità al trattamento, quindi non ci sono controindicazioni, chi è il candidato ideale?


Le "onde d'urto" possono essere utilizzate in qualunque fascia d’età ed è adatto sia agli uomini che alle donne.


La pelle ritrova la sua elasticità e la compattezza naturale. Il trattamento influenza positivamente i contorni e volume della zona trattata.



Quali aree si possono trattare quando le onde d’ urto non hanno controindicazioni?


Le aree trattabili e approvate sono:



  • natiche

  • parte superiore delle braccia

  • cosce

  • pancia


Cosa fare prima del trattamento:


Questa tecnica richiede prima del trattamento una valutazione globale del paziente (morfologia con misure e foto, identificazione del tipo di cellulite, le aspettative del paziente, consigli e indicazioni, frequenza del trattamento, controindicazioni ed effetti collaterali).


Quali sono le precauzioni da prendere?


Si valuteranno attentamente le controindicazioni delle onde d’urto in modo personalizzato per prevenire al massimo i rischi. Prima del trattamento si deve essere informati, dal medico esperto, degli effetti collaterali e dei rischi possibili (dolore, gonfiore, edema ecc).

Vuoi avere maggiori informazioni?
CONTATTA IL MEDICO


Articoli correlati

Ethigate: primo sistema di certificazione con blockchain per Medici e contenuti scientifici in Italia. 

  • Più sicurezza, grazie alla certificazione digitale dell'identità
  • Articoli e contenuti originali di qualità
  • Più attenzione alla tua privacy
Ethigate
Trova Medico

Accesso contenuti completi

x