Il trucco permanente

Il trucco permanente


Mer 01/07/2015 | Dott. Tania Basile

Condividi su Facebook Condividi su Twitter

Il Trucco Permanente o Trucco semipermanente (micropigmentazione), usa piccole quantità di pigmento nello strato più superficiale della pelle a fini estetici o correttivi.


Trucco permanente: Che cos'è?
Il trucco Permanente estetico o correttivo è simile ad un tatuaggio cosmetico.
Ci sono vari campi di applicazione di questa tecnica, la micropigmentazione, che sono:



  • micropigmentazione Estetica

  • micropigmentazione para medicale ricostruttiva

  • micripigmentazione correttiva

  • Tricopigmentazione


Trucco permanente è come il tatuaggio?
No, ma è simile e si distingue per:



  • tecnica di applicazione

  • apparecchiatura usata specifica  

  • durata del colore(temporanea)

  • composizione del pigmento sulla base di regole europee

  • specifica formazione e autorizzazioni per l’uso della tecnica


Trucco permanente: quali apparecchiature si usano?
si esegue grazie all’uso di uno specifico apparecchio, un dermografo, che con piccolissimi fori sottocute, può iniettare il pigmento bioriassorbibile.


Trucco Permanente o Semi-permanente?
Trucco Permanente e Trucco Semi-permanente sono la stessa cosa. Gli scopi per la quale si usano che siano correttivi o cosmetici, usano colori che con il tempo si attenuano.


Trucco permanente: Chi ne beneficia?
I candidati ideali sono:



  • maggiorenni

  • persone sane (non ha problemi di guarigione delle ferite)

  • Coloro che desiderano valorizzare il proprio aspetto

  • Individui con aspettative realistiche

  • persone che non possono usare i cosmetici tradizionali a causa di allergie e sensibilità della pelle

  • individui che presentano difficoltà motorie (difficoltà ad applicare il make-up normale)

  • chi ha subito interventi chirurgici

  • chi presenta cicatrici e vitiligine


Che tipo di Trucco permanente si può fare?
Il trucco può essere correttivo o cosmetico, può essere molto marcato o appena accennato.
Il trucco permanente si può usare per:



  • Sopracciglia

  • occhi (superiore, inferiore e ciglia)

  • labbra per conferire colore, ridefinire il contorno e volume

  • Camouflage delle cicatrici

  • Ricreare i capelli (Tricopigmentazione)

  • Ripigmentazione dell’Areola

  • Ipopigmnetazioni (vitiligine)


Trucco permanente: quanto dura? 
La durata del colore varia da persona a persona, ma in genere è di circa 1 anno.
Le variabili che influiscono sulla durata del colore che sono:



  • Fattori ambientali

  • esposizione al sole

  • tipo di pelle

  • velocità del rinnovamento cellulare

  • colore usato

  • prodotti topici applicati sulla pelle

  • attività sportiva

  • farmaci 


proprio per mantenere il colore della stessa intensità si dovrà ricorrere a dei trattamenti di mantenimento annuali.


Trucco permanente: i Pigmenti
I pigmenti, cioè i colori, sono Bioriassorbibili, specifici e sterili (I pigmenti bioriassorbibili sono regolamentati dalla legge europea per l’uso che se ne deve fare) sono funzionali per:



  • garantire una durata temporanea del colore

  • ridurre la variazione di colore nel tempo

  • migliore tollerabilità  

  • riduzione delle allergie

  • riduzione dei rischi


Trucco permanente: a chi rivolgersi
Un medico dermatologo, un chirurgo plastico, professionisti che abbiano ricevuto una formazione adeguata oltre che disporre delle autorizzazioni di legge per l’uso della tecnica.


Trucco permanente: Quanto dura ogni trattamento?
La procedura durerà circa 2-2 ore e mezzo.
I ritocchi o la rigenerazione del colore avranno una durata inferiore.


Trucco permanente labbra: cosa fare Prima e dopo la procedura
1 settimana prima della procedura:



  • smettere di prendere il sole incluso le cabine con lettini per l’abbronzatura artificiale

  • evitare ( pulizia profonda, peeling,depilazione)


24 ore prima della procedura:
non assumere:



  • caffè, tè forte, altre bevande che possono contenere caffeina

  • farmaci con effetto stimolante

  • alcool

  • acido acetilsalicilico

  • cibi pesanti e piccanti


1 settimana dopo la procedura
Affinché il processo di guarigione avvenga in modo normale, si dovrebbe evitare:



  • esposizione al sole o cabine

  • di fare la presenze sauna

  • il contatto prolungato con l'acqua (mare e piscine)

  • azioni meccaniche sulla parte trattata, come sfregamenti e lavaggi

  • uso di farmaci e prodotti topici non prescritti dal medico


Durante il processo di guarigione è necessario:
applicare i prodotti prescritti dallo specialista che ha eseguito la procedura
usare tecniche di pulizie della pelle specifiche consigliate dallo specialista


Trucco permanente: è doloroso?
il medico consiglierà cosa fare per ridurre fastidio e dolore.


Trucco permanente: è sicuro?
È sicuro se sono soddisfatte:



  • Sterilizzazione

  • Disinfezione

  • Tutti aghi devono essere nuovi e sterili monouso (Gli aghi devono essere aperti davanti al paziente e una volta usati devono essere messi in appositi contenitori per il loro smaltimento)

  • Si devono usare Dispositivi di protezione individuale

  • I Pigmenti sterili devono essere aperti davanti al paziente e smaltiti in appositi contenitori


Il trucco permanente se si rispettano tutte le norme vigenti in materia ed è eseguito da un professionista adeguatamente formato dovrebbe essere sicuro.


Trucco permanente: effetti collaterali
i più comuni sono:



  • sanguinamento

  • Lividi

  • Individuali e diversi da persona a persona


Correzioni e ritocchi se il risultato non soddisfa, possono essere fatti a guarigione avvenuta.


Trucco permanente: le controindicazioni 
Anche se la micropigmentatione è una procedura estetica la pelle subisce in ogni caso un trauma.
Se ne devono comprendere e riconoscere tutti i possibili rischi e le controindicazioni.
Le controindicazioni sono:



  • reazioni allergiche note

  • in presenza di modifiche strutturali della pelle (cicatrici cheloidi, verruche, melanomi, psoriasi, cloasma, nevo, cancro della pelle)

  • Mestruazioni

  • Congiuntivite

  • Sistema immunitario compromesso

  • Gravidanza

  • Se si sono fatti trattamenti con filler

  • Se ci sono stati interventi chirurgici (inclusi impianti al silicone)

  • infezioni locali

  • cicatrici

  • altri danni cutanei nella zona (dermatite, contusioni, ustioni, ecc )

  • eruzioni cutanee

  • herpes sulle labbra. Chi ha l’herpes, a scopo preventivo deve assumere un farmaco antivirale specifico, su prescrizione medica (dose, posologia e durata del trattamento).


È necessaria l'autorizzazione di un medico per la procedura in caso di:



  • Il diabete

  • malattie cardiovascolari

  • epilessia

  • il cancro

  • le malattie della coagulazione del sangue

  • altre malattie


lo specialista prima di eseguire la procedura è tenuto a informare il cliente sui possibili rischi.
Tra i rischi più comuni ci sono:



  • Reazioni allergiche

  • reazioni cutanee (infiammazioni, edemi, arrossamenti, prurito)

  • Herpes virus, durante l'esecuzione della procedura sulle labbra

  • formazione di Cheloidi


Se lo specialista viola le regole di sicurezza igienica, i rischi che si possono presentare sono:



  • infezioni locali

  • infezioni generali ( epatiti (B, C) e HIV)


Il trucco permanente è considerato il ​​"make up del futuro", ma non solo, perché l’uso correttivo e ricostruttivo aiutano anche in ambito medico come vere e proprie terapie.


 

Vuoi avere maggiori informazioni?
CONTATTA IL MEDICO


Articoli correlati

Trucco semipermanente

Mer 28/11/2018 | Dott. Basile M. Gaetana

Trucco semipermanente

Gio 01/10/2015 | Dott. Basile M. Gaetana

Trucco semipermanente

Sab 01/08/2015 | Dott. Basile M. Gaetana

Ethigate: primo sistema di certificazione con blockchain per Medici e contenuti scientifici in Italia. 

  • Più sicurezza, grazie alla certificazione digitale dell'identità
  • Articoli e contenuti originali di qualità
  • Più attenzione alla tua privacy
Ethigate
Trova Medico

Accesso contenuti completi

x