L’aumento dei polpacci

L’aumento dei polpacci


Mer 01/07/2015 | Dott. Tania Basile

Condividi su Facebook Condividi su Twitter

L’aumento dei polpacci consente di migliorare l’aspetto dei polpacci e della parte inferiore della gamba. Con l’aumento dei polpacci si potrà:



  • migliorare l’estetica nella parte inferiore della gamba

  • definire il muscolo del polpaccio che non può aumentare massa e tono muscolare nonostante l’allenamento

  • scolpire la parte inferiore della gamba

  • correggere lo squilibrio muscolare a seguito di difetti fisici e congeniti delle gambe (polio, spina bifida, piede torto)


Aumento dei polpacci: scegliere il chirurgo plastico
L’aumento dei polpacci è un intervento di nicchia che richiede un chirurgo plastico esperto.
Il chirurgo plastico, esperto,  sarà in grado di valutare:



  • le proporzioni

  • come scolpire  la parte

  • la corretta posizione dell'impianto

  • anticipare eventuali interventi revisionali dopo l'intervento chirurgico


L’aumento dei polpacci. A cosa serve
L’aumento dei polpacci può essere usato per:



  • estetica, quando si desidera aumentare la dimensione, migliorare la forma e la definizione del polpaccio

  • correzione di malformazioni, per correggere deformità in seguito a malattie, difetti genetici dalla nascita o lesioni nervose che provocano il deterioramento muscolare. Tali deformità comprendono: poliomielite, piede torto, la spina bifida.


L’aumento dei polpacci: interessa sia gli uomini che le donne
Gli uomini e le donne chiedono l’aumento del polpaccio in ambito estetico per motivi diversi.



  • gli uomini di solito desiderano il muscolo del polpaccio definito ed in evidenza

  • le donne di solito desiderano l’aumento del polpaccio per migliorare le proporzioni anatomiche del corpo, la parte inferiore della gamba più proporzionate con le cosce


Un caso particolare è quello dei Bodybuilders, che cercano con questo intervento sia di aumentare la massa muscolare che la definizione che non riescono ad avere con l’allenamento.  


L’aumento dei polpacci: la chirurgia e le tecniche meno invasive
In genere le tecniche più usate sono:



  • Gli impianti con protesi al silicone

  • Lipofilling

  • Filler con acido ialuronico  


L’aumento dei polpacci: le protesi al silicone
Ci sono molte ragioni per pensare alle protesi del polpaccio che siano estetiche o correttive.
Le protesi al silicone vengono usate nelle procedure chirurgiche per:



  • migliorare

  • rimodellare

  • definire


l'aspetto dei muscoli del polpaccio e le sue proporzioni
In molti casi le protesi del polpaccio migliorano:



  • la simmetria

  • il contorno


della forma del polpaccio in particolare quando si è in presenza di un tessuto muscolare danneggiato a causa di:



  • malattie

  • difetti genetici dalla nascita

  • lesioni nervose


Gli impianti sono protesi al silicone morbido appositamente progettate.


L’aumento dei polpacci: i candidati per la chirurgia protesica
In generale, chiunque in buona condizione fisica e buona salute può essere un candidato per la chirurgia del polpaccio. Sarà il chirurgo plastico a determinare l’idoneità all’intervento o a consigliare le alternative.


L’aumento dei polpacci: la procedura implantare
Gli impianti migliorano la forma e le dimensioni dei muscoli del polpaccio, grazie all’uso di protesi morbide, al silicone poste in apposite tasche create dal chirurgo sovrastanti i muscoli. Questi impianti sono collocati attraverso piccole incisioni nelle pieghe dietro il ginocchio. Il risultato è che la muscolatura esistente sembra più grande e più definita. Durante la visita pre-operatoria il chirurgo valuterà le dimensioni degli impianti da usare.
L’intervento richiede l’anestesia locale o locale con sedazione e la sua durata è di circa 2 ore.


L’aumento dei polpacci: la guarigione dopo la chirurgia implantare
Il recupero dalla chirurgia dura in genere 1 settimana.
È molto importante in questa fase seguire scrupolosamente tutte le istruzioni che il chirurgo darà.
Dopo 2 o 3 settimane, inizia generalmente la fase successiva della guarigione, che prevede tempi di recupero a lungo termine, anche se variano da individuo ad individuo.
Senza complicazioni, di solito in 1 o 2 mesi dall’intervento, ci si può considerare guariti.


L’aumento dei polpacci: la chirurgia correttiva con impianti
La chirurgia correttiva con impianti si potrebbe usare per correggere i difetti causati da deformità in seguito a:



  • malattie

  • difetti genetici dalla nascita

  • lesioni nervose


che provocano il deterioramento muscolare
Anche se gli impianti del polpaccio non sono la soluzione per queste malattie, questa procedura potrebbe dare un aiuto anche se dipende dalla gravità del problema. Quindi dovrà essere il chirurgo plastico a stabilire se sia conveniente o meno sottoporsi all’intervento.


Aumento dei polpacci: quali sono I rischi e le complicazioni?
Come per qualsiasi intervento chirurgico ci sono alcuni rischi.
I rischi più comuni includono:



  • emorragie

  • ematomi

  • retrazione della capsula

  • rottura delle protesi

  • infezioni

  • danni ai nervi o danni muscolari

  • estrusione delle protesi

  • slittamento delle protesi

  • asimmetria

  • Alterazione della sensibilità della cute

  • Cicatrici ipertrofiche


I rischi legati alla chirurgia devono essere discussi prima di sottoporsi all’intervento.


Aumento dei polpacci: Quando si può tornare al lavoro?
Dipende molto dalla procedura, ma in genere si può tornare al lavoro dopo 1 settimana.
Se sorgono complicazioni, si dovrà aspettare.


Aumento dei polpacci: quanto tempo ci vorrà prima di vedere i risultati finali?
Dipende da individuo ad individuo. Il risultato finale ottimale di solito può essere apprezzato alcuni mesi dopo l'intervento chirurgico.


Aumento dei polpacci: lascerà delle cicatrici?
Sì, ma probabilmente non saranno visibili. Il chirurgo farà in modo che le incisioni siano nascoste da pieghe naturale della pelle. Le cicatrici svaniranno nel tempo e diventeranno appena percettibili.

L’aumento dei polpacci: il Lipofilling
Il lipofilling può essere usato al posto delle protesi per l’aumento dei polpacci?
Si la tecnica può essere usata, ma ci sono dei criteri da rispettare. Tra questi:



  • valutazione del volume che si vuole aumentare

  • magrezza della persona

  • trattamenti ripetuti per raggiungere i risultai desiderati


Il lipofilling consiste nel prelievo di grasso da una zona donatrice, che dopo essere stato trattato e purificato, viene innestato dove serve. La quantità di grasso da prelevare in genere è superiore a quella richiesta perché non tutte le cellule innestate sopravvivono.
Il grasso innestato è risente anche del processo d’invecchiamento fisiologico.
Esistono delle complicazioni che sono:



  • infezione

  • ematoma

  • eventuali asimmetrie

  • irregolarità del profilo cutaneo.


I tempi di recupero 
Il recupero è personale e varia da individuo ad individuo.



  • Il dolore può perdurare 2-3 settimane

  • Occorre 1 settimana per la guarigione della zona donatrice

  • Il ritorno all'attività sportiva può avvenire tra la ¾ settimane


L’aumento dei polpacci: filler con acido ialuronico
Il filler dei polpacci con acido ialuronico consente di usare la quantità di volume da impiantare sulla base delle necessità della persona. Questo trattamento consente quindi di valutare volta per volta di quanto si vuole aumentare il volume dei polpacci.
I risultati sono temporanei, quindi ogni 12, 18 mesi si deve ripetere il trattamento.
L’acido ialuronico può essere usato per chi ad esempio non può o non vuole sottoporsi al lipofiller o alla chirurgia.


L’aumento del polpaccio potrebbe aiutare sia chi sente di avere un problema estetico sia chi deve ricorrere alla chirurgia correttiva.


 

Vuoi avere maggiori informazioni?
CONTATTA IL MEDICO


Articoli correlati

Ethigate: primo sistema di certificazione con blockchain per Medici e contenuti scientifici in Italia. 

  • Più sicurezza, grazie alla certificazione digitale dell'identità
  • Articoli e contenuti originali di qualità
  • Più attenzione alla tua privacy
Ethigate
Trova Medico

Accesso contenuti completi

x