Labbra e acido ialuronico dinamico: volume e armonia

Labbra e acido ialuronico dinamico: volume e armonia


Lun 22/03/2021 | Dott. Giuseppina Ambrosio

Condividi su Facebook Condividi su Twitter

Le labbra sono da sempre considerate il simbolo per eccellenza della sensualità femminile, ma lo sono anche per il sesso maschile. Delle labbra carnose e ben definite danno senza dubbio quel pizzico di fascino in più, sia sul volto femminile che su quello maschile. Non a caso, il “ritocco” per aumentare il volume delle labbra è una delle richieste più frequenti che arrivano al medico estetico, e spesso costituisce il primo approccio alla medicina estetica per le ragazze più giovani. L’uomo invece fa ancora un po’ fatica ad avvicinarsi al mondo della medicina e della chirurgia estetica, e gli interventi alle labbra non fanno eccezione.

Le labbra sono sempre in primo piano, sia che ci si incontri di persona che nelle foto. Sono in primo piano in un appuntamento galante, ma anche in un colloquio di lavoro. Le labbra morbide rendono un bacio più affettuoso, con labbra ben disegnate riescono meglio le smorfie in una foto. Non che labbra sottili siano sgradevoli, anzi a volte sono perfettamente in armonia con il volto da non volerle assolutamente ritoccare. Ma in presenza di asimmetrie, o comunque se in ogni caso le proprie labbra non appaiono in armonia con il resto del volto, è utile chiedere una consulenza al medico estetico.

La medicina estetica attualmente ha a disposizione trattamenti sempre più naturali e meno invasivi per l’aumento del volume delle labbra. In passato si utilizzavano di frequente filler a base silicone, che gonfiavano le labbra con il classico effetto “canotto”. Oggi si cerca di puntare invece a un risultato più naturale e soprattutto in armonia con il volto nel suo complesso. Un risultato più “dinamico”, attraverso prodotti dotati di un’elasticità e fluidità propria, capaci di integrarsi perfettamente nei tessuti assecondandone naturalmente i movimenti.

Sono queste le caratteristiche dell’acido ialuronico dinamico, un filler tra i più all’avanguardia in medicina estetica. Il protocollo di trattamento sfrutta quindi la tecnica iniettabile, ma il prodotto presenta caratteristiche che permettono un’efficace volumizzazione del tessuto che nello stesso tempo si rende modellabile per meglio adattare il risultato all’armonia del volto nel suo complesso. Per quanto riguarda nello specifico le labbra, certamente mai si otterrà il vecchio effetto “a canotto”, ma piuttosto si andranno ad armonizzare contorni e volume, con una tecnica definita anche “lift & contour”.

 

 

Labbra e acido ialuronico dinamico: quali inestetismi si possono correggere


Gli inestetismi più frequenti delle labbra che possono essere corretti con trattamenti filler sono:

  • Labbra molto sottili: anche se a volte sono comunque armoniche con il resto del volto, spesso si desidera di aumentarne il volume per sentirsi più femminili e sensuali, vedersi più belle in foto, o magari darsi un tocco in più di personalità.

  • Asimmetrie tra le due emilabbra: a volte una delle due emilabbra è più sottile rispetto all’altra, creando disarmonia. Attraverso il filler si va a restituire il volume laddove necessario.

  • Labbra scarsamente definite: attraverso il filler è possibile anche ridefinire i contorni delle labbra, quando essi sono scarsamente definiti per motivi congeniti o a causa dell’invecchiamento cutaneo. Una delle richieste più frequenti è ad esempio la definizione dell’arco di Cupido, ossia il solco che c’è al centro del labbro superiore, quello che definire la “bocca a cuore”.


Gli inestetismi delle labbra possono essere di natura congenita, per cui i trattamenti filler come l’acido ialuronico dinamico vengono eseguiti per migliorarne l’aspetto e sentire le proprie labbra più in armonia con il resto del volto.

I difetti possono essere però anche legati al naturale processo di invecchiamento cutaneo, che porta ad un progressivo “svuotamento” a causa proprio della fisiologica diminuzione di sostanze quali collagene, elastina ed acido ialuronico nel derma. Collagene ed elastina sono due proteine che servono a mantenere il tessuto cutaneo compatto ed elastico, mentre l’acido ialuronico un disaccaride che ne mantiene idratazione e volume. Con la diminuzione della concentrazione di queste sostanze nel derma, il tessuto cutaneo gradualmente di svuota e perde elasticità, cedendo verso il basso.

Questo porta nel volto, ad esempio, alla perdita di volume e definizione nella zona degli zigomi, tipica dell’invecchiamento. Stessa cosa accade sulle labbra, che diventano più sottili e meno definite. Per questo l’acido ialuronico dinamico è uno dei trattamenti migliori per regalare nuovamente volume ed armonia. Molto efficace è la tecnica “lift & contour, perché dà un risultato sullo stile “matita e rossetto”, quindi definizione e volume.

 

 

Acido ialuronico dinamico: caratteristiche del prodotto


Oggi la ricerca medico scientifica ha portato a una nuova generazione di filler dermici. Mi riferisco ai cosiddetti filler dinamici per curare e prevenire l’invecchiamento cutaneo, che una volta iniettati si adattano alla morfologia della zona trattata, andando a colmare i vuoti e muovendosi in armonia con il tessuto. Insieme a questo effetto ringiovanente, il processo tecnologico che li caratterizza è in grado di garantire a questi filler un' elasticità tale da integrarsi perfettamente al derma senza condizionare i movimenti e salvaguardando l’espressività. Quindi, i filler dinamici hanno un’azione estetica immediata abbinata a un effetto preventivo di ritardo dell’invecchiamento, e la loro azione antiossidante rallenta l’invecchiamento cellulare intrinseco ed estrinseco. 

Lo stress dovuto al movimento perenne del viso deve essere molto ben sopportato dai filler, che devono mantenere al meglio le proprietà viscoelastiche naturali delle lunghe catene di amminoacidi per seguire l’espressività del volto umano, costruendo una sorta di secondo tessuto in grado di seguire gli spostamenti e l’espressività del volto senza alterarli o condizionarli. Nel viso sono presenti 36 muscoli, che vengono coinvolti selettivamente nelle diverse espressioni. Un sorriso impegna 12 muscoli, per dare un’idea dell’impatto delle emozioni sul viso. Ogni volta che il volto trasmette una sensazione, i muscoli necessari si contraggono e si rilassano, provocando un movimento di tutti i tessuti intorno. La pelle, con la continua sollecitazione muscolare, subisce uno stress quotidiano che la porta a invecchiare con maggiore rapidità rispetto alle altre parti del corpo. I filler di ultima generazione seguono i movimenti e vi si adattano: l’espressività naturale viene quindi completamente tutelata.

 

 

Labbra e acido ialuronico dinamico: come funziona il trattamento


Quando pensiamo di affrontare un trattamento con utilizzo di acido ialuronico il nostro maggior timore è quello di ottenere un risultato poco naturale o eccessivo rispetto alle nostre aspettative.

Anche nell’ultimo anno il filler alle labbra è stato indubbiamente il trattamento più richiesto, nonostante l’emergenza sanitaria, il lockdown e lo smart working. Questo probabilmente  grazie alla forzata permanenza in casa, alla video-call e al continuo guardarsi i propri inestetismi riflessi  non solo allo specchio ma anche attraverso le webcam.

I filler dinamici possono correggere le labbra in modo naturale armonizzandole e rimodellandole senza stravolgerle. Grazie ad una consistenza morbida, elastica e plastica, questa gamma di filler è in grado di resistere e adattarsi agli stress esterni plasmandosi e rispettando la morfologia delle nostre labbra valorizzando l’espressività. Il risultato che ne segue è un ringiovanimento del tutto naturale.

La procedura iniettiva è ambulatoriale, richiede pochi minuti e con anestesia topica. Si effettuano delle microiniezioni nelle aree depresse attraverso l’uso di un sottilissimo ago in modo da determinare una leggera eversione ed una delineazione migliore del contorno labbra.

Una nuova tecnica prevede di inserire il filler con una microcannula molto sottile a punta smussa e di iniettare la sostanza in modo da dare un leggero ribaltamento, con più idratazione e più spessore senza deformare il labbro e senza renderlo eccessivamente gonfio e artefatto.

Terminate le iniezioni, può essere necessario applicare del ghiaccio sulla zona trattata per qualche minuto, e successivamente una crema lenitiva per ammorbidire il tessuto ed evitare la formazione di ematomi.

 

 

Acido ialuronico dinamico: altre applicazioni, risultati e controindicazioni


La nuova formulazione dei filler dinamici ha permesso di ottenere un prodotto assolutamente unico e differente dai comuni filler già esistenti.

Si presenta più fluido e al tempo stesso dotato di elasticità propria, caratteristiche queste che consentono di affrontare in maniera dinamica le nuove correzioni volumetriche e l’attenuazione delle rughe di espressione: segni che concorrono ad accentuare degli inestetismi del volto.

Si tratta di un filler intelligente in grado non solo di riempire in maniera ottimale le rughe del viso o di colmare le depressioni formatisi in seguito all’invecchiamento e al cedimento tissutale, ma di integrarsi perfettamente con i tessuti del volto, assecondandone naturalmente i movimenti.

Il risultato è un effetto completamente naturale e meno rigido, più dinamico e meno artificiale, soprattutto nelle zone più sottoposte a movimento come le guance, le rughe nasogeniene, le labbra e la zona periorale, la zona della radice nasale e il contorno degli occhi.

Si presenta in quattro concentrazioni differenti per meglio adattarsi ad ogni specifica zona del viso. Rappresenta la nuova frontiera del ringiovanimento del volto.

Prima di procedere con l’iniezione di un qualsiasi tipo di filler, il medico estetico dovrà valutare attentamente le condizioni di salute del paziente. Difatti anche se sono trattamenti di norma ben tollerati, presentano alcune controindicazioni.

I filler non devono essere iniettati nei seguenti casi:

  • in gravidanza e durante l’allattamento;

  • in caso di allergia accertata o presunta allo stesso filler;

  • in caso di patologie della pelle o del tessuto connettivo di natura autoimmune;

  • in caso di disturbi della coagulazione;

  • in caso di infezioni da Herpes virus in corso.


 

 

Vuoi avere maggiori informazioni?
CONTATTA IL MEDICO


Articoli correlati

Trova Medico

Accesso contenuti completi

x