PRP viso e capelli, cos'è esattamente?


In questa pagina è possibile visualizzare tutti i medici che effettuano il trattamento con PRP, acronimo di Platelet Rich Plasma, ovvero plasma ricco di piastrine.

Il trattamento fa parte della branca dei trattamenti di medicina rigenerativa e consiste nella possibilità di iniettare al paziente il suo stesso plasma, precedentemente estratto e trattato, arricchito di piastrine. Il PRP viene impiegato per il ringiovanimento cutaneo di viso, collo, mani e anche di gambe e addome. Un ulteriore uso del PRP è fatto nel campo delle calvizie. Oltre al campo estetico è in uso l’impiego di PRP anche nell’ambito della chirurgia plastica e dell’odontoiatria.
Il PRP è l’acronimo di “plasma ricco di piastrine”, utilizzato in medicina rigenerativa per produrre un effetto rigenerante sulla pelle.

Le piastrine, contenute nel PRP, contengono fattori di crescita nutrienti che rigenerano la cute.

La loro funzione è quella di:


  • Stimolare la guarigione

  • Accelerare la velocità e il grado di guarigione dei tessuti

  • Rigenerativa dei tessuti

  • Nuova crescita cellulare.


Il trattamento PRP viene utilizzato per due aree:

 

Il PRP per i capelli

Il PRP, essendo una procedura che sfrutta il prelievo autologo, è del tutto naturale. Per i capelli, non deve essere considerato come una cura miracolosa perché i risultati sono individuali e soprattutto imprevedibili. Il PRP non deve essere proposto per la cura della caduta dei capelli.

 

L’azione del PRP per i capelli

Nei trattamenti per i capelli, il PRP si inserisce nell’ambito di controllo della caduta dei capelli, non la sua prevenzione, questo perché il plasma è ricco di cellule staminali che contengono fattori di crescita specifici che aiutano alla rigenerazione dei tessuti. Dunque, potrebbero migliorare la funzionalità del follicolo pilifero.

Il trattamento PRP può essere eseguito prima, durante o dopo l’intervento di trapianto dei capelli, per stimolare i follicoli inattivi oppure per stimolare la funzionalità dei follicoli impiantati.

 

PRP per il viso

Il PRP per il viso è un valido strumento per contrastare l’invecchiamento cutaneo.

Il trattamento, inoltre, è minimamente invasivo, ha una durata di 20 minuti e i suoi effetti permangono per almeno 18 mesi.

Il PRP viene iniettano nelle seguenti aree:

  • fronte

  • décolleté

  • viso

  • bocca

  • mani

  • collo

  • contorno occhi.


L’efficacia del PRP non è stata ancora comprovata da studi clinici controllati, ci si basa, per le conclusioni, sull’esperienza e sui risultati ottenuti.

Viene descritto come un trattamento sicuro, in quanto si basa sull’utilizzo di materiale autologo, quindi sono ridotti i rischi di controindicazioni come possibili allergie.

 

Prepararsi al trattamento con PRP, viso e capelli

Prima del trattamento il medico valuterà le condizioni del paziente e verranno richiesti esami clinici.

Inoltre, il medico, valuterà nel caso del viso il grado di invecchiamento della pelle prima di procedere.

Prima del trattamento, si preleva al paziente un campione di sangue (massimo 25 ml), che verrà inserito nella centrifuga per separarne i componenti ed estrarre il plasma ricco di piastrine, che verrà poi arricchito.

 

Il trattamento PRP svolgimento

Il composto viene iniettato nella cute, previa anestesia locale per dare sollievo dal dolore.

Il trattamento PRP può essere svolto più volte, generalmente una volta all’anno, ma sarà il medico a valutare il ciclo di trattamenti per il singolo caso.

 

Effetti collaterali PRP viso

-        gonfiore e arrossamento per un giorno

-        piccoli lividi sul sito di iniezione

-        leggera infiammazione che scompare con impacchi freddi poco dopo il trattamento.

Se si desidera che i risultati siano quelli aspettati si dovranno seguire alcune raccomandazioni che il medico esperto fornirà, tra le più comuni, evitare:

-        fumo

-        droghe

-        alcool.

 

Dopo il trattamento PRP viso

Già dopo poche settimane, le piastrine stimoleranno i fattori di crescita, con  conseguente miglioramento di:

  • tono

  • consistenza.


 

Controindicazioni PRP
È consigliato evitare il trattamento se si presentano:

-        disturbi della coagulazione

-        sepsi

-        grave malattia sistemica.

 
Di seguito i medici che effettuano il PRP.

Ethigate: primo sistema di certificazione con blockchain per Medici e contenuti scientifici in Italia. 

  • Più sicurezza, grazie alla certificazione digitale dell'identità
  • Articoli e contenuti originali di qualità
  • Più attenzione alla tua privacy
Ethigate
Trova Medico

Accesso contenuti completi

x