Domande e risposte: scleroterapia

Che cosa si intende per scleroterapia?


È un intervento di medicina estetica impiegato per il trattamento delle vene varicose. È una procedura che mira, attraverso iniezioni dirette, a facilitare il riassorbimento di uno specifico tratto venoso o di un gruppo di capillari.


C’è un periodo specifico per effettuare la scleroterapia?


Solitamente questa procedura viene eseguita nel periodo invernale sia per evitare che i raggi solari possano formare delle pigmentazioni sulla cute difficili da eliminare, sia per la mancanza di dilatazione venosa causata dal calore tipico dei mesi estivi.


Come reagisce la pelle alla scleroterapia?


La scleroterapia solitamente non va ad interessare la pelle in quanto l’iniezione riguarda soltanto la parete dei vasi sanguigni. Può succedere che la soluzione iniettata possa riguardare i tessuti vicini e quindi causare arrossamento della zona sottoposta al trattamento, ma questo effetto svanirà dopo qualche settimana.


Come bisogna agire dopo l’intervento di scleroterapia?


Dopo questa procedura si applica un bendaggio elastico adesivo su tutta l’area di interesse. In sostituzione al bendaggio è molto frequente l’impiego di calze elastiche. Sia i bendaggi che le calze potranno essere rimossi dopo 1 settimana.


A quante sedute di scleroterapia bisogna sottoporsi per eliminare i capillari?


Il numero delle sedute dipende dalla grandezza della zona da trattare e dal quadro clinico generale. La media delle sedute, effettuata solitamente ogni 15 giorni, può variare da un minimo di 4 fino ad un massimo di 12.


L’eliminazione dei capillari e delle vene superficiali causa complicazioni alla circolazione venosa?


No, l’eliminazione delle vene superficiali non comporta danni alla circolazione venosa in quanto questo trattamento agisce sul circolo venoso superficiale e non su quello profondo, diretto responsabile del transito del sangue che raggiunge il cuore.


Su quali vasi si può praticare la scleroterapia?


Questa tecnica viene largamente impiegata per l’eliminazione di capillari (teleangectasie), vene varicose, angiomi cutanei e piccole varici.


Quali sono i risultati di riuscita di questo intervento?


Secondo indagini scientifiche, la scleroterapia risulta essere efficace sull’eliminazione dell’ 80% dei capillari e per il 75% sulle variaci di piccole dimensioni.


La scleroterapia è una procedura dolorosa?


Il dolore è soggettivo e varia da paziente a paziente. Solitamente non sono stati riscontrati fastidi particolarmente forti durante la procedura, ma come per tutti i trattamenti il dolore varia da persona a persona.


Dopo la scleroterapia è possibile che i vasi siano di nuovo visibili?


È possibile che dopo la scleroterapia si verifichi la formazione di nuovi capillari e varici. Questo fenomeno è chiamato “matting” ed è piuttosto raro, solitamente tende a verificarsi nel 2% dei soggetti che si sottopongono a questo trattamento.

Ethigate: primo sistema di certificazione con blockchain per Medici e contenuti scientifici in Italia. 

  • Più sicurezza, grazie alla certificazione digitale dell'identità
  • Articoli e contenuti originali di qualità
  • Più attenzione alla tua privacy
Ethigate
Trova Medico

Accesso contenuti completi

x