Carbossiterapia corpo

La carbossiterapia è una procedura non chirurgica usata per infondere anidride carbonica sotto la pelle (sottocutanea o intradermica) attraverso un ago molto sottile da mesoterapia.
I trattamenti sono veloci, se eseguiti da un medico esperto.

In medicina estetica la terapia con anidride carbonica è stata applicata al trattamento delle smagliature, cicatrici, cellulite e occhiaie. Alcuni studi hanno dimostrato che la carbossiterapia migliorerebbe l'elasticità della pelle e la circolazione, favorendo la riparazione del collagene, migliorando l’aspetto della pelle, le rughe, e per la sua azione sui depositi di grasso localizzati.

Nei trattamenti di carbossiterapia si usa il biossido di carbonio.

Come funziona la carbossiterapia
Iniettando piccole quantità di anidride carbonica sottocutanea, si aumenterebbe la circolazione del sangue. L’anidride carbonica è prodotta in modo naturale dall’organismo. Tutte le cellule usano l'ossigeno per svolgere le loro funzioni vitali, l’anidride carbonica viene eliminata come prodotto di scarto delle attività cellulari. Le occhiaie scure, la cellulite e le smagliature hanno una componente legata alla cattiva circolazione e quindi la carbossiterapia andrebbe ad agire proprio ripristinando una migliore circolazione del sangue.
La CO2 (anidride carbonica) stimolerebbe la circolazione del flusso ematico con diverse conseguenze:

  • Miglioramento dell'aspetto della pelle
  • Miglioramento dell'elasticità
  • Mobilitazione del grasso localizzato
  • Riduzione della cellulite
  • Stimolazione della produzione di collagene

Oltre ad aumentare il flusso del sangue ricco d'ossigeno nella zona trattata, la carbossiterapia aumenterebbe anche la formazione di collagene, dando un aspetto più giovanile alla pelle.
La Carbossiterapia funziona in due modi diversi:

  • Rompe le cellule di grasso con un trauma da pressione
  • La CO2 dilata i vasi nella zona in cui viene infusa

La reazione all'anidride carbonica consente una migliore ossigenazione della pelle, a diversi livelli di profondità, conferendole una maggiore capacità di lipolisi. Il risultato finale è un minor numero di cellule di grasso e una pelle più tonica.

Applicazioni in medicina estetica della carbossiterapia
La Carbossiterapia viene usata per il trattamento di:

  • Occhiaie
  • Riduzione della cellulite
  • Rimodellamento non chirurgico del viso e il corpo
  • Smagliature

Quali aree del corpo possono essere trattate con carbossiterapia
La Carbossiterapia può essere usata per trattare:

  • Braccia
  • Collo
  • Gambe
  • Glutei
  • Palpebre
  • Pancia
  • Viso

Carbossiterapia e medicina estetica
La Carbossiterapia è una buona alternativa alla liposuzione, all’anestesia o ad un intervento chirurgico.
La Carbossiterapia è indicata per il trattamento di:

  • Cellulite a tutti gli stadi
  • Occhiaie scure
  • Rughe
  • Smagliature

La carbossiterapia: i trattamenti
I trattamenti di carbossiterapaia più comuni sono:

  • Alopecia
  • Arteriopatie associati al diabete
  • Cicatrici da acne
  • Flaccidità della pelle
  • Eliminazione delle irregolarità
  • Riduzione del grasso  localizzato e di peso con o senza la liposuzione
  • Riduzione della cellulite
  • Rughe
  • Smagliature
  • Ulcere cutanee

Quanti trattamenti di carbossiterapia si devono fare?
Il numero di trattamenti è diverso a seconda della zona da trattare.
La riduzione del grasso localizzato in genere richiede da 8 a 10 sedute per un risultato ottimale. I trattamenti dovrebbero essere ripetuti ogni 1 o 2 settimane. Sono previsti trattamenti di mantenimento.
Per la cellulite e la buccia d'arancia, sono necessari da 6 a 10 trattamenti, che devono essere ripetuti ogni 1 o 2 settimane.
Le smagliature e le rughe richiederanno da 4 a 6 trattamenti ripetuti ogni mese.

Quali sono le precauzioni da prendere dopo il trattamento di carbossiterapia
Evitare l’acqua fredda per 4 ore dopo il trattamento, come bagni e nuoto.

Come viene somministrato il trattamento di carbossiterapia?
Ci sono diverse macchine che vengono utilizzate per somministrare il gas di biossido di carbonio, ma i componenti di base sono gli stessi. Vi è un serbatoio di biossido di carbonio che è connesso con un tubo di plastica con un regolatore di flusso. Il regolatore di flusso rallenta la velocità del gas in base al tasso selezionato dal medico. Il gas esce dal flusso regolatore in un tubo sterile che ha un filtro collegato all'uscita per rimuovere eventuali tracce di impurità prima che il gas venga fatto passare attraverso un piccolo ago inserito opposto al filtro. Il gas è pronto per essere iniettato sotto la pelle attraverso un piccolo ago.

La carbossiterapia è dolorosa?
La Carbossiterapia non provocherebbe dolore. A seconda delle tecniche usate per trattare le palpebre, le smagliature, le cicatrici e i depositi di grasso, la sensibilità varia. Le palpebre possono essere gonfie e dare fastidio, ma non un vero e proprio dolore. Il trattamento delle smagliature e delle cicatrici è relativamente indolore, ma la percezione del dolore varia da individuo a individuo. A volte il trattamento delle smagliature potrebbe provocare un leggero prurito, che passa spontaneamente. Il trattamento delle Cicatrici non provoca dolore. Il trattamento delle cellulite, adiposità sulle braccia, addome e gambe provoca una sensazione di schiacciamento della parte. Questo perché una maggiore quantità di gas viene iniettata direttamente nelle zone da trattare e lasciato espandere. Mentre il gas si espande, si può avvertire una certa pressione, come uno schiacciamento dovuto dalla pressione. Le aree saranno calde al tatto e si avverte una sensazione simile a quella delle bollicine dell’acqua frizzante, fino a 24 ore dopo il trattamento.

Quanto dura un trattamento di carbossiterapia?
Il trattamento di carbossiterapia richiede da 15 da 30 minuti.

Effetti collaterali associati alla carbossiterapia
L'unico vero effetto collaterale della carbossiterapia è la potenziale contusione del sito di iniezione. Di solito, le palpebre possono essere trattate senza lasciare segni. I Lividi sono molto comuni quando si devono trattare le braccia e le gambe.

Quali sono le controindicazione della carbossiterapia
Esistono delle condizioni di salute tali che impediscono il trattamento della carbossiterapia. Tra quelle più importanti:

  • Angina pectoris 
  • Apnea notturna
  • Cancrena
  • Cardiopatia congenita
  • Chemioterapia e neoplasie maligne 
  • Diabete mellito
  • Embolia polmonare
  • Epilessia
  • Flebite
  • Grave anemia
  • malattie emorragiche
  • Grave insufficienza cardiaca
  • I pazienti con immunosoppressione o che usano farmaci immunosoppressori
  • Infarto recente 
  • Infezione virale
  • Infiammazioni Batteriche acute della pelle
  • Insufficienza renale, dialisi
  • Ipertensione arteriosa con o senza scompenso
  • Le donne incinte e allattamento
  • Assunzione di farmaci a base di acetazolamide e diclofenamide
  • Malattia cardiaca congestizia
  • Malattie polmonari croniche
  • Malattie cerebrovascolari gravi
  • Stenosi aortica
  • Trombosi acuta

A stabilire chi è il candidato ideale per la carbossiterapia sarà il medico che aiuterà a scegliere il miglior trattamento di medicina estetica. 

 

 

Articoli correlati

Radiofrequenza e carbossiterapia corpo

La Radiofrequenza e la carbossiterapia possono considerarsi trattamenti sinergici per gli inestetismi del corpo? Secondo alcune recenti teorie...

Carbossiterapia: controindicazioni ed effetti collaterali

Carbossiterapia e le sue contrindicazioni , prima di affrontare questo argomento è bene conoscere la carbossiterapia. Carbossiterapia e...

Carbossiterapia: funzioni in medicina estetica

La carbossiterapia, funzioni e usi in medicina estetica . La Carbossiterapia e le sue funzioni viene usata per il trattamento di: Occhiaie...