Trattamenti estetici viso: linee guida per un approccio “full face”

in Viso

Trattamenti estetici viso: linee guida per un approccio “full face”

Attraverso la medicina estetica e i trattamenti estetici viso è possibile, oggi, avere un volto più giovane ma allo stesso tempo armonico e naturale.

In che modo è possibile avvicinarsi ai trattamenti estetici viso? Come scegliere i trattamenti estetici viso adatti a noi?

Il giusto approccio ai trattamenti estetici viso inizia con un incontro importante e fondamentale, quello con il medico estetico. La scelta dei trattamenti estetici viso, infatti, ha origine da un’accurata visita medica condotta dal medico estetico o dal chirurgo estetico che insieme al paziente valuta e individua gli inestetismi sui quali intervenire. In relazione al tipo problema sul quale si vuole agire, quindi, è bene scegliere la serie di trattamenti estetici viso adatti, al fine di ottenere il risultato desiderato.

Una giusta anamnesi deve essere scientifica e deve condurre alla scelta di trattamenti estetici viso che prediligono risultati naturali e gradevoli, evitando esagerazioni, aspetti costruiti e finzione. Dopo aver analizzato le problematiche e gli inestetismi da trattare si passa alla scelta dei trattamenti estetici viso sulla base dei tratti del volto da migliorare. Perché i trattamenti estetici viso non siano fini a se stessi ma diano esito ad un vero e proprio processo di miglioramento è bene preferire un approccio di tipo full face.

In cosa consiste un approccio ai trattamenti estetici viso di tipo full-face?

Un approccio ai trattamenti estetici viso di tipo full face valuta il volto del paziente nella tua interezza e tiene conto dell’aspetto globale della persona, con un’attenzione particolare all’armonia delle forme e ai lineamenti naturali.

-La fronte e la parte superiore

Punto di partenza è la fronte sulla quale è possibile agire eliminando le rughe che si formano con il passare del tempo. Si può intervenire sulla parte superiore del volto attraverso la combinazione di diversi trattamenti estetici viso, come il filler viso ad effetto distensivo o riempitivo, la tossina botulinica, gli strumenti della blefaroplastica non chirurgica e la blefaroplastica chirurgica, a seconda dei casi e degli inestetismi da eliminare.

-La  zona mid-face

Successivamente si può passare alla zona detta mid-face, ovvero la parte centrale del volto, dove attraverso i giusti trattamenti estetici viso è possibile ripristinare i volumi venuti a mancare in seguito ad un riassorbimento dei tessuti adiposi in profondità, responsabili di uno aspetto più stanco e affaticato. In questo caso possono restituire un risultato soddisfacente i trattamenti estetici viso definiti non invasivi, come i filler viso a base di acido ialuronico, capaci di rendere il volto più fresco.

 

-Il terzo inferiore

Una volta valutate le zone del volto precedenti, ci si può concentrare sul terzo inferiore, dove i segni del tempo si evidenziano soprattutto in un cedimento dei tessuti e della cute che tendono a cadere verso il basso, perdendo così quella tonicità sinonimo di giovinezza, salute, benessere e bellezza. In questo caso è possibile intervenire attraverso numerosi trattamenti estetici viso, come ad esempio i fili di biostimolazione o di trazione, o anche attraverso i trattamenti estetici viso non invasivi capaci di migliorare il tono e dare un ottimo effetto lifting.

 

Mantenere la naturalezza e l’armonia del volto

Tutti i trattamenti estetici viso di successo non hanno come obiettivo quello di cambiare o modificare i tratti salienti e caratterizzanti di una persona. Al contrario, i trattamenti estetici viso devono avviare il paziente verso un vero e proprio processo di miglioramento, con interventi personalizzati studiati su misura, ma soprattutto valutati in relazione al problema da trattare.

Il programma di trattamenti estetici viso, in questa prospettiva, si conclude generalmente in più sedute tra le quali il medico estetico e il paziente si incontrano per valutare giorno dopo giorno i risultati ottenuti. Questo favorisce l'inizio di un vero e proprio processo di miglioramento del proprio aspetto che da una parte può essere più immediato nel caso si valuti necessaria l'esigenza di un intervento di chirurgia estetica, mentre è sicuramente più graduale quando sono sufficienti quei trattamenti estetici viso propri della medicina estetica, caratterizzati da tempi di recupero molto ridotti e da un basso grado di invasività.


Chiedi una consulenza gratuita al dott. Daniele Trono ⇓ CONTATTA ⇓

Trono Daniele

a cura di

Dott. Trono Daniele

Medico Chirurgo
Grottammare (AP)

Profilo Contatta

Chiedi una consulenza gratuita all'autore

Dott. Trono Daniele

Articoli correlati

Lift and prettify

Con i termini “ Lift and Prettify ” non ci si riferisce solo ad un neologismo quanto piuttosto si fa leva su un concetto nuovo per affrontare temi...

medico

Dott. Vourtsis Stefanos

Ultrasuoni microfocalizzati: ideali per l'uomo

La medicina estetica ha compiuto passi in avanti notevoli nel trattamento delle rughe e nel contrasto all’ invecchiamento . Mantenere una pelle...

medico

Dott. Buccomino Attilio Paolo

5 migliori trattamenti per il ringiovanimento del viso

La ricerca e le innovazioni in Medicina Estetica sembrano non fermarsi mai e il mercato delle tecnologie, dei medical device e dello skin care è in...

medico

Dott. Giorgini Beatrice

Lifting liquido e Ultrasuoni microfocalizzati

Il nostro stile di vita diventa sempre più “fast” e, in medicina estetica, ha accelerato ed ampliato la richiesta di migliorare e correggere rughe,...

medico

Dott. de Fazio Stefania

Ringiovanimento del volto e dello sguardo

Il volto, e in particolare lo sguardo , è per ogni uomo e ogni donna un importante strumento di relazione e di connessione con le altre persone in...

medico

Dott. Fortunato Regina

Filler per ringiovanire l’aspetto del volto

Sono oramai 25 anni che si usano i filler per il ringiovanimento del volto eppure sono più attuali che mai. Come afferma il Dott. Gabriele Muti ,...

medico

Dott. Muti Gabriele F.

(massimo 1000 caratteri)

Commenta l'articolo