Tecnica “Smart con tossina botulinica”

Il Dott. Rauso parla della sua tecnica per il trattamento delle rughe d'espressione

Autore: Dott. Rauso Raffaele

Del: 01/11/2016

La medicina estetica si è orientata negli ultimi anni verso un approccio globale al ringiovanimento del viso che considera molteplici fattori tra i quali la qualità della pelle, la definizione dell’ovale del viso, la presenza di rughe e, più in generale, l’armonia complessiva dei tratti. Tuttavia il desiderio di ridurre le rughe d’espressione continua ad essere una delle richieste più frequenti delle donne negli studi di medicina e chirurgia estetica, probabilmente perché la ruga è il primo segno visibile del trascorrere del tempo. Ne parliamo con il Dott. Raffaele Rauso di Roma, chirurgo plastico ed esperto di medicina estetica.

Cosa sono le rughe di espressione?

Le rughe di espressione, dice il Dott. Raffaele Rauso, sono quelle rughe che si formano a causa del ripetersi di determinati movimenti mimici: corrugare la fronte, strizzare gli occhi, inarcare le sopracciglia. Se pensiamo a quante volte compiamo questi gesti nell’arco di una giornata è facile comprendere come, dopo anni, la pelle memorizzi i movimenti e ne resti segnata mostrando quelle pieghe chiamate rughe di espressione.

Perché occorre distinguere le rughe di espressione dalle rughe statiche?

Dalla tipologia di rughe dipende anche la tipologia di trattamento di medicina estetica, spiega il Dott. Raffaele Rauso. Per le rughe di espressione, causate dai movimenti ripetuti di alcuni muscoli del viso, si impiegano trattamenti come la tossina botulinica che rilassano i muscoli stessi riducendone la contrattilità.

Per le rughe statiche, come le pieghe naso-labiali che si formano per un cedimento dei tessuti e un rilassamento della pelle, prosegue il Dott. Raffaele Rauso, si preferiscono invece trattamenti filler per riposizionare correttamente i volumi del viso e ridurne lo scivolamento verso il basso.

Può la chirurgia intervenire sulle rughe di espressione?

Prima dell’avvento dei trattamenti iniettabili come la tossina botulinica, racconta il Dott. Raffaele Rauso, l’unico modo per trattare le rughe di espressione della fronte, o le rughe del volto in generale, era eseguire un classico lifting chirurgico.

L’approccio chirurgico ha visto negli anni una diminuzione di richieste perché implicava degenza post operatoria, cicatrici e un impegno importante da parte del paziente che vi si sottoponeva.

Oggi, riferisce il Dott. Raffaele Rauso, i pazienti desiderano soluzioni non invasive per ridurre le rughe di espressione sia perché non vogliono sospendere la loro vita sociale sia perché preferiscono risultati più discreti e naturali.

Quali sono le opzioni non invasive per trattare le rughe di espressione?

Tra i trattamenti attualmente più impiegatiin medicina estetica per ridurre le rughe di espressione, dice il Dott. Raffaele Rauso, c’è la tossina botulinica che agisce riducendo la contrattilità muscolare nella zona interessata, evitando il formarsi delle rughe sulla pelle e distendendo quelle preesistenti.

È importante in questa tipologia di trattamenti, chiarisce il Dott. Raffaele Rauso, rispettare la naturalezza del viso e mantenere intattala mobilità di quei muscoli che svolgono un'azione cardine nella dinamica del terzo superiore, riducendo sì le rughe di espressione, ma preservando l’espressività del volto.

Cos’è la tecnica “Smart con tossina botulinica”?

La tecnica “Smart con tossina botulinica”, spiega il Dott. Raffaele Rauso, sviluppata insieme alla mia equipe, nasce dall’esigenza di vedere subito sul volto delle pazienti i risultati dei trattamenti con tossina botulinica. Di norma tali trattamenti manifestano i loro effetti a distanza di qualche giorno perciò occorre attendere per valutarne l’esito e vedere distese le rughe di espressione.

Nella tecnica messa a punto con la mia equipe, continua il Dott. Raffele Rauso, ho pensato di utilizzare nel trattamento anche una piccola quantità di anestetico locale che, rilassando immediatamente e in maniera temporanea la muscolatura dell’aera trattata, ci consente di avere un’anteprima piuttosto realistica di quello che sarà il risultato della procedura, ovvero una riduzione delle rughe di espressione del terzo superiore del viso.

Perché è stata sviluppata la tecnica “Smart con tossina botulinica”?

L’effetto dell’anestetico locale svanisce nel giro di poche ore mentre il risultato del trattamento vero e proprioandrà a slatentizzarsi in qualche giorno. L’interruzione provvisoria della contrattilità muscolare del volto, racconta il Dott. Raffaele Rauso, consente al medico di capire in anteprima che nel punto dove è stata infiltrata la tossina botulinica, si avrà quel tipo di effetto sulle rughe di espressione.

Questo approccio può essere utile per evitare un eventuale ritocco sulle rughe di espressionea distanza di 7-10 giorni. Anche quando si utilizzano trattamenti di medicina estetica con tossina botulinica per riposizionare le sopracciglia, aggiunge il Dott. Raffele Rauso, potrebbero manifestarsi a distanza di qualche giorno delle asimmetrietra il lato destro e quello sinistro. Con la tecnica “Smart con tossina botulinica” si può valutare l’altezza del sopracciglio attraverso la simulazione immediata del risultato.

Come si valuta un trattamento di medicina estetica?

La tecnica “Smart con tossina botulinica”, i trattamenti per le rughe di espressione e tutte le procedure di medicina estetica, dice il Dott. Raffaele Rauso, vanno valutate attraverso una accurata visita medica per stabilire con il paziente se effettivamente vi è una corrispondenza tra le aspettative e i risultati realisticamente ottenibili. Durante la visitavanno discussi benefici, rischi e tutti i pro e i contro del trattamento per capire se è il paziente è idoneo o meno a sottoporvisi.

La sicurezza, chiarisce il Dott. Raffele Rauso, è la premessa imprescindibile per poter eseguire un buon trattamento che deve ovviamente rispettare la naturale armonia e l’espressività del viso del paziente. I pazienti che arrivano in studio non sono sempre correttamente informati ed è pertanto compito del medico, conclude il Dott. Raffele Rauso, spiegare con la massima accuratezza la causa dell’inestetismo e tutte le opzioni di trattamento possibili affinché il paziente possa tornare a sentirsi in armonia con il proprio aspetto estetico.

Rauso Raffaele

Autore

Dott. Rauso Raffaele

Medico Chirurgo
Santa Maria Capua Vetere (CE)

Profilo Contatta

Chiedi una consulenza gratuita all'autore

Dott. Rauso Raffaele

Articoli correlati

Lifting medico con microbotulino

Il microbotulino è una metodica che prevede l’utilizzo della tossina botulinica e che può essere impiegata anche in quelle persone che fino ad ora...

Tonificare e tendere la cute: mesobotulino e microbotulino.

I trattamenti della tossina Botulinica da tempo stanno crescendo in molte branche della medicina. Tanto tempo è passato da quando negli anni 70 si...

medico

Dott. Muti Gabriele F.

Tossina botulinica per “curare” e “prevenire” l’invecchiamento

La tossina botulinica è ormai utilizzata da anni e con successo nella medicina estetica come anti-aging, una soluzione efficace ai segni del 1\3...

medico

Dott. Santoro Stefano

Tossina botulinica effetti collaterali

Le iniezioni di tossina botulinica sono relativamente sicure se effettuata da un medico esperto. Come per tutti i trattamenti estetici si possono...

Ringiovanimento dello sguardo naturale con la tossina botulinica

Lo sguardo è una parte molto importante del volto in ambito relazionale, ed uno dei primi distretti del volto soggetti ad invecchiamento, per...

medico

Dott. Brunelli Giovanni

Tossina Botulinica Meccanismo d’ azione

I medici usano da anni la tossina botulinica per il trattamento di varie patologie mediche, ma anche per trattare le rughe del viso. La tossina...

(massimo 1000 caratteri)

Commenta l'articolo