Le rughe, cause e trattamenti

Autore: Dott.ssa Basile M. Gaetana (Tania)

Del: 27/01/2020

Le rughe cosa sono?

Le rughe sono inestetismi della pelle che si manifestano con pieghe e solchi dovuti alla perdita di elasticità dei tessuti; è un tipico aspetto dell’avanzamento dell’età e si manifesta soprattutto sulla pelle del viso e del collo. Il naturale invecchiamento è la principale causa della comparsa delle rughe sebbene alcuni fattori possono accelerarne l’avanzamento come il fumo, l’alcool, lo stress, alcuni prodotti chimici. Le rughe possono altresì formarsi a causa delle caratteristiche individuali della mimica facciale; la ruga del pensatore ne rappresenta un classico esempio.

Le rughe sono causate da una diminuzione del collagene e dal continuo stiramento della pelle che gradualmente perde la sua naturale elasticità assumendo nel tempo un aspetto via via sempre più “rilassato”. Le rughe compaiono molto precocemente, sebbene i segni più evidenti si mostrino solo con l’età avanzata, intorno ai 25 anni e il processo subisce un’accelerazione nel tempo. Questo principio vale nel complesso benché la comparsa delle rughe sia un processo soggettivo e legato a fattori ereditari, ambientali o stress psicofisico o da esposizione ad agenti chimici.

L’invecchiamento della pelle e l’insorgenza delle rughe sono determinati dalla lenta riduzione dell’attività dei fibroblasti, causato dalla dilatazione dei vasi sanguigni e la conseguente diminuzione dell’apporto di nutrienti, determinando una progressiva diminuzione della sintesi di collagene, fibre elastiche e glicosamminoglicani. Il processo aumenta in modo esponenziale quando le fibre elastiche ed il collagene già presenti iniziano a diminuire decretando un ulteriore e maggiormente visibile effetto estetico. Infine la riduzione della produzione di sebo determina l’assottigliamento della barriera cutanea che limita la perdita di acqua provocando la disidratazione cutanea.

Le rughe della fronte

Le rughe sulla fronte sono un estetismo molto comune e diffuso sia tra gli uomini che tra le donne. Le rughe della fronte sono tra le prime a comparire poiché causate dalla continua contrazione del muscolo frontale interessato nell’azione del muscolo intorno all’occhio principale responsabile anche delle tipiche zampe di gallina. Una buona idratazione della pelle gli permette di rimanere elastica e ritardare l’effetto delle rughe frontali ma dopo i 35 anni può essere necessario l’intervento attraverso la tossina botulinica o le iniezioni neuromodulatrici che offrono un risultato efficace pur conservando una naturale espressione del viso.

Le rughe degli occhi

Quando si parla di rughe intorno agli occhi si tocca un tasto particolarmente dolente poiché risulta essere uno degli inestetismi più odiati e combattuti. Il processo d’invecchiamento della pelle intorno agli occhi è precoce e compare già in età giovanile. I motivi sono molteplici e causati da problemi sia fisiologici che per cause esterne. La continua azione dei muscoli che interessano le palpebre e le sopracciglia sono la causa principale della comparsa delle rughe in questa zona del viso. La pelle intorno agli occhi, inoltre, è molto sottile e quindi molto più delicata e soggetta agli agenti atmosferici, il sole ed il fumo che causa un’accelerazione del processo d’invecchiamento e la comparsa delle rughe. Anche il trucco favorisce la formazione delle rughe a causa degli agenti chimici particolarmente aggressivi sulla pelle contenuti in questi prodotti.

Per la cura delle rughe intorno agli occhi nel tempo si sono sviluppate numerose tecniche che riescono a dare risultati importanti sebbene non definitivi. Il trattamento a laser resurfacing agisce in profondità per stimolare la produzione di nuovo collagene e riportare la pelle ad uno stato di elasticità e tonicità funzionale. Molto diffuso e noto è l’utilizzo della tossina botulinica per rimodellare il contorno occhi eliminando le rughe. Questa tecnica è una delle più consolidate ed i suoi effetti durano mediamente un anno e richiedono successivi interventi per recuperare la tonicità del contorno occhi. Anche i filler dermici svolgono lo stesso ruolo e offrono un risultato simile alla tossina botulinica. Più invasiva è la tecnica della dermoabrasione che mira a rimuovere gli strati superficiali si pelle e provocare la rigenerazione di nuova pelle senza rughe.

 

Le rughe nasolabiali

Le rughe nasolabiali si sviluppano tra le guance, il naso e la bocca che volgarmente vengono chiamate “fossette”. Questo inestetismo compare come segno dell’età ma può insorgere anche in età giovanile nei soggetti che presentano già questa particolare ruga del viso. L’utilizzo di creme ricche di attivi, come l’acido ialuronico, possono stimolare la produzione di collagene e ridurre gli effetti dell’invecchiamento sebbene spesso sia necessario l’intervento mediante laser o iniezioni di filler.

 

Le rughe labbra

Le rughe periorali o rughe delle labbra compaiono intorno alle labbra e sono causate oltre che dall’età dalla mimica facciale che ne è la principale causa. Il fumo in questo causo rappresenta uno dei problemi che incidono maggiormente nella formazione di questo inestetismo sia perché favorisce la formazione delle rughe sia perché influisce negativamente sulla microcircolazione sanguigna in quell’area. Il filler di acido ialuronico è uno dei trattamenti più diffusi per questo tipo di inestetismo e può essere fatto in pochi minuti in totale sicurezza e con degli ottimi risultati.

 

Le rughe collo

Anche la pelle del collo come quella degli occhi è particolarmente sensibile all’invecchiamento precoce provocato dal continuo movimento dei muscoli del collo e dalla particolare sottigliezza della cute in quell’area. I caratteristici “anelli di Venere” che si formano in questa area sono particolarmente antiestetici e nelle prime fasi è possibile intervenire con soluzioni poco invasive a base di acido ialuronico che in grado di aiutare la pelle a ringiovanire in modo del tutto naturale. Per le forme di rughe più marcate è necessario intervenire attraverso laserpeeling chimico che riescono ad intervenire in profondità e stimolare la produzione di collagene o di nuova pelle priva di inestetismi.

 

Fonti:

  • Yves Saban, Roberto Polselli. Atlante di anatomia chirurgica della faccia e del collo. Acta Medica Edizioni, 2018
  • Howard I. Maibach, Robert Baran. Textbook of Cosmetic Dermatology. 2017, Apple Academic Press Inc.
  • Damiano Galimberti. La medicina dell'aging e dell'antiaging. 2016, Edra.
Dott.ssa Basile M. Gaetana (Tania)

Autore

Dott.ssa Basile M. Gaetana (Tania)

Medico Chirurgo - N. Iscrizione all' ordine: 8309 - Cosenza

in Rughe

Articoli correlati

Solchi naso genieni, come correggerli?

Solchi naso genieni cause I solchi naso genieni o naso labiali sono le depressioni che si formano ai lati delle labbra e separano le stesse dalle...

Idratare la pelle

La pelle rappresenta la parte più importante del nostro corpo: riveste l’intero organismo e lo difende dagli agenti esterni. Una pelle sana e ben...

Trattamenti rughe facciali

Le rughe facciali, e il loro trattamento In medicina estetica esistono aree del nostro volto più difficili da trattare . Per anni si sono ottenuti...

medico

Dott. Noviello Sergio

L’approccio globale al ringiovanimento del volto

Le rughe, soprattutto le rughe mimiche, sono le prime ad apparire sul volto e quelle a dare i maggiori segnali d’allarme ai pazienti, siano essi...

medico

Dott. Galimberti Michela Gianna

Le rughe naso labiali

Le rughe naso labiali, soprattutto quando cominciano ad essere visibili sono uno dei primi segni dell’invecchiamento cutaneo. Ma come si può...

Le rughe della fronte

Tra i primi segni che indicano che si invecchia ci sono le rughe della fronte. Più profonde saranno le rughe della fronte e più difficile sarà...

(massimo 1000 caratteri)

Commenta l'articolo