La scelta del filler per il viso

Del: 01/12/2016

Come si sceglie il filler per il viso?

I filler non sono tutti uguali e non esiste quindi un filler migliore di un altro. Ogni volto è unico, quindi la scelta del filler deve basarsi sulle caratteristiche personali, sia dell’anatomia che della condizione della pelle. Ogni individuo reagisce in modo diverso e anche i risultati sono diversi da persona a persona.

Solo un medico esperto sarà in grado di dare la soluzione migliore e personalizzata, caso per caso.

Il medico e la scelta dei prodotti sicuri e di qualità sono alla base di un approccio corretto all’uso dei filler.

Cosa sono i filler?

I filler sono delle sostanze iniettabili, che volumizzano e distendono la pelle in presenza di rughe o di perdita di volumi a causa dell’invecchiamento cutaneo. L’uso dei filler consente di correggere il contorno del viso e di migliorare il rilassamento cutaneo.

I risultati sono temporanei, i filler sono a tutti gli effetti sostanze molto tollerabili riassorbibili, in genere prive di effetti collaterali.

La scelta del filler può essere fatta solo dal medico esperto dopo aver valutato lo stato d'invecchiamento della pelle della persona e le sue aspettative che devono essere realistiche.

 

Come si sceglie il filler per il viso? Ecco quando scegliere l’Acido ialuronico per volume e tono

L'acido ialuronico è una sostanza naturalmente presente nella pelle.

Come per moltissime altre sostanze prodotte dall’organismo, anche l’acido ialuronico, con l’avanzare degli anni diminuisce.

Perché si inietta acido ialuronico nella pelle? La somministrazione di acido ialuronico consente di stimolarne la produzione, consentendo così di rallentare il processo naturale di degradazione.

L’acido ialuronico ha un’azione idratante, grazie alle sue proprietà consente di trattenere acqua il che si traduce in maggiore turgore ed aumento dei volumi.

I filler a base di acido ialuronico non sono tutti uguali: oggi si usano degli acidi ialuronici di sintesi che consentono di avere varie concentrazioni e viscosità, per risolvere diversi problemi estetici in aree molto diverse tra loro con risultati migliori.

Cosa determina la scelta del tipo di acido ialuronico da usare?

In genere ci si basa su:

  • La profondità delle rughe
  • La zona del viso da trattare ( anatomia e tipologie delle pelle)
  • stato complessivo d'invecchiamento

Per ridefinire il contorno del viso come si sceglie il filler per il viso?

In questo caso si opta per l’Idrossiapatite di calcio. Questo filler viso innovativo, è ideale per:

  • ridefinire il contorno mandibolare
  • produrre un effetto lifting
  • biostimolare la pelle.

Gli effetti benefici di questa sostanza vanno infatti oltre quelli prodotti nell'immediato, al momento dell'impianto, perché questo filler è in grado di stimolare la produzione di nuove fibre di collagene.

Un'azione biorivitalizzante con Il risultato di una pelle più luminosa e compatta. 

l’Idrossiapatite di calcio è considerato un Filler liftante per:

  • correggere i solchi più profondi
  • riempire le rughe
  • ridurre la pelle cadente
  • migliorare il contorno
  • produrre un effetto lifting
  • riposizionare le regioni antomiche del volto in maniera armonica.
  • ringiovanire un volto e donargli un aspetto più fresco e disteso.

Quali sono le differenze tra acido ialuronico e idrossiapatite di calcio?

I filler a base di idrossiapatite di calcio producono anche un'azione liftante in grado di rimodellare i contorni e risollevare i tessuti, rispetto all’acido ialuronico che ha solo potere riempitivo e idratante.

Sebbene l’idrossiapatite di calcio sia un filler completamente riassorbibile come l’acido ialuronico, la sua azione e i suoi effetti benefici non terminano con il riassorbimento del prodotto. Le sue caratteristiche consentono di usare una minore quantità di prodotto, pur garantendo un effetto più duraturo e mantenendo tutte le caratteristiche di sicurezza e tollerabilità dei filler riassorbibili.

Come si sceglie il filler per il viso quando si devono trattare le zone critiche?

Quali sono le zone difficili del volto?

Le zone anatomiche considerate “difficili” sono:

  • tempia
  • regione periorbitaria
  • regione infraorbitaria
  • naso
  • fronte

le difficoltà di trattamento sono dovute a:

  • una specifica complessità anatomica
  • presenza di strutture vascolari e nervose
  • alto tasso di possibili complicanze
  • frequenza di risultati non soddisfacenti

Si deve dire che qualsiasi zona del viso, se trattata in modo sbagliato può diventare difficile, quindi come ci si deve orientare per evitare problemi, sia che si tratti di zone difficili che non?

  • un’ottima conoscenza delle tecniche iniettive
  • un’ottima conoscenza dell’anatomia del volto

una combinazione di filler consente di ottenere risultati naturali e duraturi soprattutto in queste zone così delicate e complesse.

 

Lineamenti e contorno del viso: ecco come scegliere il filler per il viso

Non sempre è necessario ricorrere alla chirurgia estetica per donare maggiore armonia al contorno del viso. I Filler di nuova generazione permettono di correggere diversi inestetismi.

Queste zone sono poco coinvolte nella mimica facciale quindi i risultati del filler sono molto duraturi.

Il riassorbimento è infatti tanto più rapido quanto più la zona sollecitata dal movimento.

 

Ecco come scegliere il filler per Collo e décolleté

Collo e décolleté sono difficili da trattare senza ricorrere alla chirurgia, ma i filler si possono usare come biorivitalizzanti. Su collo e décolleté si utilizzano perciò sostanze meno dense e non reticolate che agiscono principalmente sulla stimolazione di collagene ed elastina per migliorare tono e compattezza.

 

Come mantenere il risultato del filler viso il più a lungo possibile

Per mantenere un risultato naturale ci sono alcune cose da fare per preservare l'effetto di un filler viso e prolungarne la durata:

  • non fumare
  • mangiare in modo sano
  • bere molta acqua

 

Scegliere il filler per il viso per il ringiovanimento del viso implica che si sia consapevoli su cosa ci si deve aspettare, i risultati danno soddisfazione, ma i cambiamenti dovuti all’invecchiamento non si possono arrestare, quindi si devono avere aspettative realistiche e soprattutto che consentano di accettare un aspetto fresco e giovane senza trasformarsi.

Articoli correlati

Filler: un’unica soluzione per molteplici “difettucci” del viso

Di trattamento filler si sente parlare sempre più spesso, per questa ragione è bene sapere a cosa ci si riferisce nel dettaglio. Che cosa è il...

medico

Dott. Cassuto Daniel

Freezing? No grazie: trattamenti combinati per il ringiovanimento armonico del volto

Uno dei concetti innovativi della medicina estetica moderna è quello di associare più trattamenti per ottenere un effetto di miglioramento del...

medico

Dott. Guareschi Magda

Filler viso per donare nuova definizione ai lineamenti

I filler viso sono oggi i trattamenti di medicina estetica maggiormente effettuati per donare un aspetto più giovane e fresco al volto e secondo...

medico

Dott. Spagnolo Antonio Daniele

Filler o tossina botulinica? Una scelta combinata

Nelle più recenti statistiche dell’International Aesthetic Plastic Surgery, associazione tra i chirurghi plastici americani degna di fede, filler e...

medico

Dott. Sito Giuseppe

Filler per ringiovanire l’aspetto del volto

Sono oramai 25 anni che si usano i filler per il ringiovanimento del volto eppure sono più attuali che mai. Come afferma il Dott. Gabriele Muti ,...

medico

Dott. Muti Gabriele F.

Filler dermici e tossina botulinica per il ringiovanimento naturale del volto

Sempre più pazienti, ormai, al giorno d’oggi, si rivolgono a esperti di medicina estetica per ottenere trattamenti che vadano a risolvere le...

medico

Dott. Marino Matteo

(massimo 1000 caratteri)

Commenta l'articolo