Cellulite a buccia d' arancia: cause e nuovi trattamenti

in Cellulite

Quando si parla di bellezza e benessere al femminile, il tema cellulite è tra i più discussi. Ma quali sono le vere cause della tanto odiata buccia d’arancia e come districarsi tra i mille trattamenti per la cellulite disponibili?

 

Le cause della cellulite a buccia d’arancia

I termini cellulite e buccia d’arancia sono genericamente utilizzati per indicare, a volte anche in maniera impropria, una serie di inestetismi. Quando ne parlo con le mie pazienti, mi piace sempre spiegare loro che la cellulite non è una malattia e che l’aspetto a buccia d’arancia, o come si vogliono chiamare gli avvallamenti che rendono irregolare la superficie della pelle, è semplicemente un inestetismo dovuto alla conformazione del pannicolo adiposo femminile.

Nelle donne, quello strato di tessuto situato al di sotto della cute e costituito da cellule adipose,è attraversato da tralci fibrosi posizionati perpendicolarmente rispetto alla superficie della pelle che  si comportano come un elastico che tira verso il basso la cute stessa,determinando l'aspetto a "buccia d'arancia" della cellulite.

Perché in alcune donne la cellulite a buccia d’arancia  si vede maggiormente e in alcune meno? Generalmente la sedentarietà, un aumento di peso leggero, la ritenzione idrica fanno sì che questi tralci fibrosi rimangano più ispessiti e determinino una maggiore visibilità e accentuazione degli avvallamenti e quindi della cosiddetta “buccia d’ arancia.

 

I nuovi trattamenti per la cellulite a buccia d’arancia

Se molte pazienti sono disorientate davanti alla quantità di metodiche, sia mediche che chirurgiche, per il trattamento della cellulite a buccia d’arancia, molte altre sono deluse dai risultati poco incoraggianti di trattamenti effettuati in passato.

In effetti, per esperienza personale e di altri colleghi, fino ad oggi nessuna metodica è riuscita a risolvere l’inestetismo della cellulite a buccia d’arancia in modo permanente. Il tentativo è sempre stato quello di eliminare parzialmente il tessuto adiposo per ridurre l’effetto di retrazione dovuto ai setti fibrosi, ma,non agendo alla causa del problema, la cellulite a "buccia d'arancia" purtroppo rimaneva visibile.

La novità è arrivata con lo sviluppo di un nuovo medical device approvato FDA, un’apparecchiatura mininvasiva di tipo chirurgico che recide i setti fibrosi responsabili della cellulite a buccia d’arancia, eliminando i punti di retrazione della cute e consentendole di risollevarsi e tornare liscia ed omogenea.

 

Agire sui setti fibrosi e per eliminare la cellulite a buccia d’arancia

La nuova soluzione per l’inestetismo della cellulite a buccia d’arancia si chiama “subcision guidata” e prevede l’utilizzo di una apparecchiatura chirurgica, minimamente invasiva, per recidere i setti fibrosi che rendono la superficie della pelle irregolare.

Si tratta di una procedura ambulatoriale che richiede una sola seduta della durata complessiva di poche ore per trattare gli avvallamenti della cellulite su cosce e glutei. Naturalmente, pur essendo un intervento semplice, tanto che la paziente al termine di esso può tranquillamente tornare a casa senza necessitare di un accompagnatore, è pur sempre un atto chirurgico che prevede un'attenta anamnesi ed un esame obiettivo da parte del medico.

 

Cellulite a buccia d’arancia: come trattarla con la subcision guidata

L'intervento di subcision  guidata avviene in circa 2 o 3 ore. La paziente viene fotografata e vengono segnati tutti i punti in cui si rendono visibili gli avvallamenti della cellulite che creano l’antiestetico aspetto a buccia d’arancia, dando maggiore importanza a quelli che infastidiscono particolarmente la paziente.

Si fa successivamente distendere la paziente sul lettino, si disinfettano le aree con cellulite da trattare e si prepara il campo sterile dove poter intervenire in sicurezza. Per massimizzare il comfort di trattamento, le zone da trattare (cosce e glutei che presentano cellulite a buccia d’arancia) vengono desensibilizzate localmente con delle iniezioni di soluzione anestetica.

Con l’ausilio di un piccolo dispositivo che distende i tessuti, viene introdotta sottopelle una micro-lama del diametro inferiore a mezzo millimetro che recide con la massima precisione e la minima invasività i setti fibrosi responsabili dell’antiestetica cellulite a buccia d’arancia.

Essendo la micro-lama di piccolissime dimensioni, non occorrono punti di sutura perché ciò che resta sulla pelle sono i segni di piccoli forellini come quelli prodotti dall’ago di un’iniezione. Al termine della procedura la paziente viene fasciata con delle bende sterili e con un indumento compressivo. Il tutto dovrà essere tenuto fino alla mattina dopo, quando si potranno rimuovere le bende e riprendere le normali attività quotidiane. Si raccomanda attività fisica blanda e l’utilizzo della guaina compressiva per un paio di settimane.

 

Cellulite a buccia d’arancia: i risultati della subcision guidata

“Sebbene mi occupi da anni di trattamenti per la cellulite e per il rimodellamento corporeo,non avrei mai creduto di poter trovare una metodica che agisse sulla causa strutturale dell ’inestetismo della cellulite consentendo di ottenere risultati a lungo termine”.

 

Gli studi clinici condotti negli Stati Uniti d’America confermano la durata dei risultati a tre 3 anni di distanza dal primo e unico trattamento (esistono prove scientifiche“solamente” a tre anni perché la subcision guidata è un trattamento nuovo nel panorama della medicina e della chirurgia estetica). In realtà la mia opinione sulla durata del risultato è molto più ottimistica, pur rimanendo un'opinione personale. Dopo la recisione, il setto fibroso non si riconnette e ciò lascia pensare che l’avvallamento creato da quel tralcio fibroso sia probabilmente eliminato in maniera definitiva dopo il trattamento di subcision guidata.

 

Dove effettuare il trattamento di subcision guidata per la cellulite

La subcision guidata è una tecnica chirurgica minimamente invasiva che richiede l’impiego di una tecnologia molto innovativa e certificata FDA. Il trattamento può essere effettuato esclusivamente nei centri medici autorizzati da specialisti che hanno completato il percorso di formazione.

È importante effettuare un’anamnesi molto accurata e valutare l’entità e la tipologia di inestetismo prima di considerare il trattamento. Durante la prima visita verranno valutate indicazioni e controindicazioni al trattamento analizzando rischi e benefici che lo stesso può portare alla paziente.

De Stefani Monica

a cura di

Dott. De Stefani Monica

Medico Chirurgo
Genova (GE)

Profilo Contatta

Chiedi una consulenza gratuita all'autore

Dott. De Stefani Monica

Articoli correlati

La subcision guidata, l’ultimo e più innovativo trattamento contro la cellulite

La cellulite non è un inestetismo marginale o irrilevante nella vita della maggior parte della popolazione femminile. Si può al contrario affermare...

medico

Dott. Lapalorcia Luigi Maria

La cellulite tra fisiologia e patologia: modalità d’intervento e nuovi trattamenti.

La cellulite tra fisiologia e patologia: modalità d’intervento e nuovi trattamenti. A partire dalla fine degli anni ‘70, la medicina estetica...

medico

Dott. Bencini Pier Luca

Cellulite e rimodellamento corporeo: le più innovative opzioni di trattamento

I pazienti, sia gli uomini che le donne, sono sempre più interessati al rimodellamento corporeo e all’armonia del corpo, che è data sia dalla...

medico

Dott. Fortunato Regina

Elettrolipolisi le controindicazioni

L’ elettrolipolisi ci sono controindicazioni? L'elettrolipolisi è controindicata per: lesioni cutanee o ferite Le persone con pacemaker Tumori o...

Cellulite gambe e adiposità localizzate

La cellulite sulle gambe si forma a causa di: Fattori ormonali Problemi Vascolari L’adiposità localizzata sulle gambe è più importante se è...

L' Elettrolipolisi con aghi

L’Elettrolipolisi con aghi consente di trattare la cellulite e le adiposità localizzate grazie all’uso di aghi simili a quelli dell’agopuntura....

(massimo 1000 caratteri)

Commenta l'articolo